file
VairanoRing | il blog di Carlo di Giusto

Archivio per 'March 2014'

    Un amico ha comprato da poco una Toyota Yaris Hybrid. Davide - uso un nome di fantasia - non è un appassionato d'auto... anzi, non è esatto: diciamo che in un certo modo si è appassionato, anche se non nel senso più classico del termine.

    Vi spiego: lui, che pur avendo la patente da sempre, ha comprato la macchina solo quando non ne ha potuto più fare a meno. Ha ceduto di fronte al fatto che coi mezzi pubblici o in bicicletta non si può andare dappertutto. Alla fine di una tormentata (nel senso che ha tormentato me) ricerca, ha scelto - con la mia benedizione - la citycar ibrida giapponese.

    Alla fine, abbiamo "creato il mostro": da essere vivente privo di interesse per l'auto è diventato un fanatico dei consumi e delle percorrenze. Guida facendo la gara con la sua fidanzata a chi consuma di meno. Mi telefona per dirmi quanto ha consumato in autostrada, sulle statali, in città. Addirittura mi ha confessato che quando ha incrociato un'altra Yaris ibrida che gli ha lampeggiato, come fanno i motociclisti, si è esaltato. Come vi dicevo, si è appassionato. A modo suo, ma si è appassionato.

    Ecco un esempio di quello di quello di cui discutevamo qualche settimana fa, cioè di come le (nostre) passioni si adeguino ai tempi. E non solo le passioni: si adeguano pure le automobili. C'è un modello che lo dimostra: la Golf. Golf che negli anni è stata GTI, poi GTD quando si è scoperto che il gasolio poteva essere un'alternativa percorribile, e ora GTE, l'ibrida plug in che promette di traghettare la popolare media tedesca (che non vedo l'ora di provare) nel futuro prossimo. Serve altro? La Formula 1, per dire, che - sia pur con le difficoltà iniziali di ogni profondo cambiamento - sta ritornando a fare da apripista per le tecnologie da applicare in futuro alle auto di serie. I ben informati (tipo il nostro direttore) sostengono che ci sarà un'accelerazione delle tecnologie ibride, tali da consentire enormi riduzioni nel consumo. E io sono curiosissimo di vedere cosa ci riservano i prossimi anni...