file
VairanoRing | il blog di Carlo di Giusto

Se vi chiedessi di dirmi tre modelli di auto ispirate a modelli del passato come mi rispondereste? Facilmente, al di là delle personali esibizioni di cultura automobilistica, la maggior parte delle persone direbbero Fiat 500, Mini e Volkswagen Maggiolino. Ovvio: nessuna di queste "nuove" auto fa mistero di riprendere e reinterpretare gli stilemi dei modelli storici.


Bene. In realtà, ci sono tanti modelli che in un modo o nell'altro si rifanno alle automobili del passato. Senza dichiararlo, per svariate ragioni. Mi vengono in mente la Porsche 911 (troppo facile), ma anche e soprattutto la Boxster, la cui prima serie - e in particolare la concept - ricordava la 550 Spyder del '53. La stessa Range Rover, senza scomodare la pressoché immutata Defender, porta ancora addosso il Dna della prima serie del 1970. Per non dire della Jeep Wrangler...

Alla Mercedes-AMG hanno dichiarato che la loro GT non è un'auto rétro, ma i volumi - abitacolo arretrato, cofano lungo, linea del padiglione - ricordano molto quelli delle 300 SLR Coupé (anche senza "ali di gabbiano", "citazione" presente invece sulla SL AMG). Tra le sportive, in effetti, il recupero - più o meno forzato - del passato sembra essere un passaggio ineluttabile, spesso sottolineato anche dalla scelta del nome. Anche Oltreoceano: Mustang, Camaro, Corvette vi dicono niente?

Sono sicuro di aver "dimenticato" tanti modelli e di non aver nominato neppure una concept (bellissima, per esempio, la BMW 328 Homage del 2011): proviamo assieme a ricordarle tutte, magari commentandole? Dai!

Aggapito

La vita è molto semplice se noi non cerchiamo di rendere complicato. Questo è così è rendere la vita più facile e aiuta voi di non perdere la speranza che il signor DelBARIO Alexio mette ha disposizione di coloro che possono pagare di nuovo e ha chiunque soddisfano le condizioni dei prestiti che vanno da 500 a 50.000.000 milioni di euro. Interviene anche per investimenti a breve termine, le risorse e a lungo termine al fine di aiutare a pagare i tuoi debiti. Signor DelBARIO è in relazione a una banca per facilitare e rendere sicure le transazioni. È in collaborazione con il Ministero delle finanze e dell'economia, che lo rende più affidabile. Si lascia una possibilità di dialogo tra le procedure di pagamento e tasso. Per ulteriori informazioni vi preghiamo di contattarci da E-mail: delbarioalexio@gmail.com

COMMENTI

  • Alfa Romeo Giulietta spyder e Giulia spyder Lancia DeltaIntegrale Lancia Aurelia Spyder Citroen DS Ferrari California Lancia Flaminia berlina e coupè
  • Mi aggiungo, anche se un po' in ritardo, ma tutto il posteriore dell'Audi A7 Sportback fa tanto Fiat Dino Coupè... Il raccordo tra padiglione e terzo volume a coda tronca sono quasi identici. Saluti!
  • Carlo, mi sa che te ne sei dimenticata una in particolare con inspirazione a stelle e strisce! ;)
  • Mettendo un attimo da parte le varie VW Golf, Audi A4 e BMW Serie 3 (giusto per citarne alcune), che in fin dei conti propongono una costante evoluzione di una data linea, mi vengono in mente altre tre esempi: il primo è l'interessantissimo concept Volvo Concept Estate, chiaramente ispirato alla Volvo P1800es, il secondo è la intrigante Mazda MX-5 ND, che si distacca dall'evoluzione proposta dalla precedente NC per riallacciarsi idealmente all'originaria NA del 1989, mentre per il terzo esempio scelgo la Fiat Panda: lo so, esternamente ha ben poco a che fare con la prima serie, ma trovo che concettualmente ne riproponga lo stesso interessamente principio di "razionalità simpatica".
  • La Golf, sempre "uguale a se stessa", pur evolvendo, è un po' come la Porsche 911 e la Range Rover (ancor più di Mustang, Camaro ecc. che in alcune serie si sono discostate dagli originali). Si richiamano a vetture del passato anche l' Alfa 8C (sia Coupè che Spider), e anche la 4C. Tra le Concept, oltre alla citata BMW 3.0 CSL, mi piace ricordare anche la Fulvia Coupè del 2003. Ah, la Stratos di Stoschek, seppur "non ufficiale" è bellissima.... Poi ci sono altre vetture, rimaste "da sempre" uguali, come la Morgan 4/4, la Caterham Super Seven, e anche la Morgan 3-wheleer (sempre che quest'ultima si possa considerare un'auto...)
  • Un altro caso retrò, con velleità futuriste, sfortunatissimo: la Lancia Thesis. Ed un altro: Chrysler PT Cruiser.
  • Dichiaro la mia antipatia verso il retrò. Arte non può essere cliché. Citazioni garbate, invece, mi garbano. Esempio per me lampante: Alfa 8C. Troppo retrò. Sarà bella, ma non ha nulla da dire al design del domani. Invece una 2ettottanta, mio amore totalissimo, ha valori del passato, ma guarda al domani. Non trova?
  • Tutti citano (a ragione) Mustang e Camaro, ma anche la Challenger (soprattutto dopo il restyling del 2014) merita un posto nell'olimpo delle pony-retro muscle cars made in U.S.A.
  • Cito due casi: la BMW serie 5 GT mi ricorda - e molto - la rover 3500 di fine anni '70 inizio anni '80. Ma quella mi piaceva, la linea della BMW mi pare troppo pesante. Il secondo caso è l'attuale smart forfour, che sembra ispirarsi vagamente alla peugeot 104 cinque porte. E poi vale la pena indicare il caso inverso: la Citroen, con i prodotti DS dichiara di ispirarsi all'illustre antenata, ma purtroppo non riesce a riprodurne né il fascino né l'innovatività.
  • credo andrebbe nominata anche la citroen C3 Pluriel
  • io vedo un certo gusto anni '50 nella nuova clio, con le lamiere dalle forme molto morbide
  • Beh, anche se nessuno sembra ricordarsene, l'Audi 100 S degli anni '70 è la "mater certa" dell'Audi A7.
  • le morgan
  • Avete notato che uno o due giorni dopo che avevo scritto questo post la BMW ha annunciato per Villa d'Este una concept fortemente ispirata alla 3.0 CSL degli anni Settanta? Al di là del fatto che sono curiosissimo di vederla, è un'ulteriore conferma di come il "rendere omaggio" alle auto del passato sia una pratica diffusa. Evidentemente funziona, no?
     Leggi risposte
  • Aggiungerei la Nissan Figaro, poco conosciuta in italia ma chiaramente ispirata alla bianchina convertibile.
  • Credo che la Morgan potrebbe essere o la massima espressione del retrò oppure potrebbe essere spavaldamente una freschissima classica.
  • Come è stato già scritto, la più clamorosa citazione (nello specifico della FIAT "nuova 500") mai dichiarata è stata la precedente generazione di Nissan "Micra" ed è un peccato che nessuno l'abbia fatto notare, neanche Quattroruote a cui, proprio in quel periodo, iniziava a mancare l'acume di un tempo. Attualmente, che non sia già stato scritto, mi viene in mente solo un altro caso non citato: la FIAT "500L" ricalca molte forme della prima "600". Ho la sensazione che a Torino, avendo già bruciato il ritorno del celebre nome con il restyling della "Cinquecento" degli anni '90 (chiamata, per esteso, "Seicento" ed infine proprio "600"), non se la siano sentita di abbandonare la spinta del rinato brand "500", tanto più che la superutilitaria che portava il nome in questione è stata una pessima vettura.
  • La Nissan Micra. Ma come? Si, la Nissan Micra della seria precedente all'attuale, si rifà alla Fiat 500 degli anni '50. La Dacia Logan MPV si ispira chiaramente alla R4. E poi....le quattro sorelle che ieri sera mi hanno superato sui tornanti della strada di Navazzo, un rombo cupo, quattro SLR 722 Stirling Moss Edition. Quattro delle 75 costruite. Rigorosamente senza parabrezza..... fantastico giocattolino per milionari non banali. Ma quelle si che dichiarano la loro provenienza.
  • La Nissan Micra. Ma come? Si, la Nissan Micra della seria precedente all'attuale, si rifà alla Fiat 500 degli anni '50. La Dacia Logan MPV si ispira chiaramente alla R4. E poi....le quattro sorelle che ieri sera mi hanno superato sui tornanti della strada di Navazzo, un rombo cupo, quattro SLR 722 Stirling Moss Edition. Quattro delle 75 costruite. Rigorosamente senza parabrezza..... fantastico giocattolini per milionari non banali.
     Leggi risposte
  • ci sono anche auto che dichiarano di rifarsi a modelli del passato senza in realtà condividerne niente: l'attuale Giulietta Sprint che non ha nulla, se non il nome, dell'antenata del 1954. A parte le battute, mi viene in mente la calandra delle Aston Martin, con lo stesso profilo dai tempi della DB 2/4: bell'esempio di tradizione adattata ai tempi. Peccato per lo scudetto Lancia!
  • Beh per rimanere ai giorni d'oggi la Twingo nuova richiama un poco, nella coda, le forme della R5 turbo a motore posteriore, una delle mie preferite sin da bambino (cosa dire di Rohrl che vola provandola per Quattroruote nel 1981?). Peccato che la nuova Twingo sia un chiodo, non ha neanche il contagiri: gratificazioni zero... Ricordo vagamente il prototipo Audi Avus, degli anni 90, con un muso corto, forse sulla falsariga delle Auto Union degli anni 30...