7. Kimi Raikkonen

17° posto - 2 punti (2020)

Finlandia
RAIKKONEN K.

Nazione: Finlandia
Data di nascita: 17/10/79
Luogo di nascita: ESPOO (FIN)
Altezza/Peso: 175 cm/62 kg
Team: Alfa Romeo Racing

Esordio in f1: 04/03/01 GP Australia 2001

  • Kimi Räikkönen è il pilota finlandese dell'Alfa Romeo Racing in Formula 1. Il quarantenne finlandese è conosciuto anche con il soprannome di Iceman - uomo di ghiaccio - che gli è stato attribuito proprio per il suo essere notoriamente poco incline a mostrare emozioni. Tipicamente taciturno, preferisce guidare e lasciar parlare i risultati al suo posto. Di fronte a qualsiasi domanda, può rispondere facendo spallucce o con un - ormai celebre - "bwoah". Le sue comunicazioni radio con il box sono spesso diventate virali sui social e quelle più curiose sono state addirittura raccolte in un libro.

    Kimi nasce a Espoo nel 1979 e inizia a correre in kart a otto anni. Già dalle prime uscite è chiaro che ha talento da vendere. A 20 anni - è il 1999 - inizia a correre in monoposto, nel campionato di Formula Renault. L'anno successivo domina la serie con 7 vittorie su 10 gare, collezionando anche 7 pole e 6 giri veloci. Durante lo stesso anno partecipa anche alla F. Renault internazionale e si mette in luce con 2 vittorie, 2 pole e altrettanti giri veloci. Pur avendo pochissima esperienza con le monoposto, viene chiamato da Peter Sauber per effettuare un test comparativo con Bernoldi a bordo di una delle monoposto della squadra svizzera. Räikkönen fa segnare tempi decisamente migliori del suo rivale e la Sauber lo ingaggia per il Mondiale 2001.

    Kimi ha davvero poca esperienza: arriva in Formula 1 dopo aver corso solamente 23 gare su monoposto molto meno performanti, tanto che la Federazione gli rilascia una superlicenza valida solo per sei gare, per valutare la condotta del finlandese. Ma Kimi non delude le aspettative e alla prima gara in Australia taglia il traguardo in sesta posizione, conquistando il suo primo punto iridato e smentendo tutti gli scettici. Alla fine della stagione chiude in decima posizione nella classifica piloti e la McLaren lo ingaggia per sostituire il connazionale Mika Hakkinen.

    Il binomio Räikkönen-McLaren è proficuo e dura dal 2002 al 2006. In due occasioni il finlandese si mette in mostra: nel 2003 chiude in seconda posizione il campionato, alle spalle della Ferrari di Michael Schumacher, mentre nel 2005 si gioca la vittoria finale contro la Renault di Fernando Alonso, ma anche in quella occasione si deve accontentare del titolo di vicecampione, nonostante le 7 vittorie ottenute nel corso della stagione. Nel 2007 lascia il team di Woking e passa alla Scuderia Ferrari, al posto di Michael Schumacher: vince 6 gare e si laurea campione del mondo, battendo proprio le McLaren di Alonso e Hamilton per un solo punto in classifica, all’ultima gara. Ancora oggi, Räikkönen è l'ultimo campione del mondo della Ferrari. Il rapporto con la Scuderia di Maranello prosegue tra alti e bassi e tutto sembra finire nel 2009, con Kimi che si prende una pausa dal Circus della F.1.

    A quel punto, Kimi per un po’ si dedica ai rally, una delle sue più grandi passioni, e prende parte a diversi eventi del WRC tra il 2009 e il 2011. Partecipa in totale a 22 rally, vincendo anche una prova speciale. Ma non è l'unica esperienza nel mondo delle ruote coperte, perché Räikkönen corre anche nella Nascar - prima nella World Truck Series e poi nella Nationwide Series - senza però ottenere grandi risultati. Alla fine del 2011, la Lotus annuncia il rientro del campione del mondo in Formula 1.

    Il ritorno in F.1 è un successo per Kimi, sia sotto il profilo mediatico che per i risultati: la Lotus E20 è piuttosto competitiva e gli consente di lottare più volte per posizioni d'onore. Il bilancio di fine anno è ottimo: una vittoria, neal GP di Abu Dhabi, e altri cinque piazzamenti a podio. Chiude terzo in campionato. Il 2013 parte nel migliore dei modi, con la vittoria nel GP d'Australia, poi accompagnato da altri sei secondi posti e diversi piazzamenti a punti. La squadra incontra però delle difficoltà finanziarie e con il pilota iniziano gli screzi per i mancati pagamenti. Così, mentre tratta per un ritorno alla Ferrari, Kimi approfitta della situazione e decide di farsi operare alla schiena per risolvere un problema che lo attanaglia da tempo e saluta la Lotus ancor prima della fine della stagione.

    Nel 2014 torna ufficialmente a essere un pilota della Scuderia Ferrari, ma la vettura è disastrosa e Kimi chiude la stagione addirittura in 12a posizione. Negli anni successivi non riesce a vincere: un lunghissimo digiuno, rotto solamente al Gran Premio degli Stati Uniti del 2018. Alla fine di quella stagione, lascia la Ferrari e accetta l'offerta dell'Alfa Romeo Racing, con cui Kimi Räikkönen continua a correre nel 2020, al fianco di Antonio Giovinazzi.

Espandi

Storia

Stagione Mondiali Team Vittorie GP GP disputati Pole Punti Media punti
2020   Alfa Romeo Racing 0 12 0 2.00 0.17
2019   Alfa Romeo Racing 0 21 0 43.00 2.05
2018   Ferrari 1 21 1 251.00 11.95
2017   Ferrari 0 19 1 205.00 10.79
2016   Ferrari 0 21 0 186.00 8.86
2015   Ferrari 0 19 0 150.00 7.89
2014   Ferrari 0 19 0 55.00 2.89
2013   Lotus Renault 1 17 0 183.00 10.76
2012   Lotus Renault 1 20 0 207.00 10.35
2009   Ferrari 1 17 0 48.00 2.82
2008   Ferrari 2 18 2 75.00 4.17
2007 Ferrari 6 17 3 110.00 6.47
2006   McLaren 0 18 3 65.00 3.61
2005   McLaren 7 18 5 112.00 6.22
2004   McLaren 1 18 1 45.00 2.50
2003   McLaren 1 16 2 91.00 5.69
2002   McLaren 0 17 0 24.00 1.41
2001   Sauber 0 17 0 9.00 0.53