Speciale F1 2020

RENAULT

2016

5° posto - 120 punti (2020)

  • Sede: ENSTON, GRAN BRETAGNA
  • Capo Scuderia:CYRIL ABITEBOUL
  • Monoposto: R.S.20
  • Sito Internet:http://www.renaultsport.com
  • Esordio in f1: 16/07/77 GP Gran Bretagna 1977
  • Primo GP vinto: 01/07/79 GP Francia 1979
  • La Renault rappresenta il grande costruttore francese in Formula 1. Affronta il Mondiale 2020 con la nuova coppia di piloti formata dall’australiano Daniel Ricciardo e dal francese Esteban Ocon. Il team ha sede a Enstone, in Inghilterra, mentre le power unit vengono realizzate e sviluppate a Viry-Châtillon, in Francia.

    Il debutto della Renault in Formula 1 avviene nel 1977, con la RS01 dotata di un innovativo motore V6 1.5 Turbo, progettato da Bernard Dudot. La vettura però è scarsamente competitiva e l’affidabilità dei motori è precaria, tanto da meritarsi l’appellativo dispregiativo di “teiera gialla” (spesso fumante…). In cinque gare disputate, la RS01 si ritira in quattro occasioni e in Canada non riesce neanche a qualificarsi. L'inizio non è dei più promettenti e il team salta anche le prime due gare del 1978, con il marchio orientato più alla 24 Ore di Le Mans che alla F1. L’anno si chiude con un deludente dodicesimo posto nel campionato Costruttori, grazie a un unico piazzamento a punti, offuscato da 9 ritiri. Le cose iniziano a migliorare nel 1979: René Arnoux si unisce al team, affiancando Jabouille che, nel GP di Francia disputato a Digione, domina, facendo segnare la prima vittoria di un motore turbo in F.1, mentre Arnoux chiude terzo, dopo un memorabile duello con la Ferrari di Gilles Villeneuve. La Renault rimane in Formula 1 fino al 1985, conquistando per due volte il terzo posto nel campionato Costruttori (1981 e 1982) e il secondo posto nel 1983. Alla fine del 1985 getta la spugna come costruttore, ma rimane nel Circus come fornitore di motori, vincendo numerosi titoli mondiali con la Williams e la Benetton.

    La Renault torna ufficialmente in Formula 1 in qualità di costruttore nel 2002, quando acquista il team Benetton e designa Flavio Briatore team principal. Con Trulli e Button al volante delle sue monoposto, la Renault chiude quarta il Mondiale con 23 punti. Nel 2003, arriva il giovane Fernando Alonso che con la R23 inizia a farsi notare e riesce a riportare il team alla vittoria al GP d'Ungheria di quell'anno. Alla fine della stagione la squadra è ancora quarta tra i costruttori, ma con 88 punti.

    Il 2005 è l'anno decisivo: la stagione inizia con Giancarlo Fisichella vittorioso in Australia, poi Fernando Alonso ottiene una serie di successi che lo portano a conquistare il titolo mondiale a fine stagione, battendo la McLaren di Raikkonen e la Ferrari di Schumacher, reduce da cinque anni di successi. Per la Renault è il primo titolo Costruttori nella sua storia in F.1. Alonso e la Renault partono da favoriti nel 2006, anno in cui vengono introdotte le nuove regole che vedono in pista i nuovi motori V8 da 2400 cm3. La Renault lotta con la Ferrari di Schumacher per tutta la stagione e alla fine è ancora vittoriosa: oltre ad Alonso campione del mondo Piloti, al Casa francese può vantare così il suo secondo titolo Costruttori. Dopo il terzo posto nel mondiale 2007, il team perde competitività e nel 2009 la maggioranza della squadra viene ceduta al fondo d'investimenti Genii Capital, che ne acquisisce la totale proprietà nel 2011.

    La Renault torna in F1 nel 2016 in qualità di costruttore, riacquisendo le quote del team. Dopo un primo anno di purgatorio, la squadra raccoglie diversi piazzamenti a punti e poco altro: il miglior risultato è un quarto posto al GP d’Italia 2019, firmato da Daniel Ricciardo. La Renault, oggi diretta da Cyril Abiteboul, crede fortemente nel progetto della propria power unit ibrida e la ritiene la più potente in pista, con differenze minime rispetto agli avversari. Ma per tornare a vincere occorre un pacchetto globalmente competitivo ed è su questo che tutto il team di Enstone è al lavoro per la stagione 2020.

Espandi

Stagione

Posizione Punti Podi Pole Giri veloci Vittorie GP Doppiette
5 120 1 0 1 0 0

Palmares

Punti Mondiali Podi Pole Giri veloci Vittorie GP Doppiette
1716 2005, 2006 101 51 32 35 2

Storia

Stagione Mondiali Vittorie GP Podi Pole Punti Giri veloci Doppiette
2020 0 1 0 120 1 0
OCON E. 0 0 0 40 0
RICCIARDO D. 0 1 0 80 1
2019 0 0 0 91 0 0
HULKENBERG N. 0 0 0 37 0
RICCIARDO D. 0 0 0 54 0
2018 0 0 0 122 0 0
HULKENBERG N. 0 0 0 69 0
SAINZ JR C. 0 0 0 53 0
2017 0 0 0 57 0 0
HULKENBERG N. 0 0 0 43 0
PALMER J. 0 0 0 8 0
SAINZ JR C. 0 0 0 6 0
2016 0 0 0 8 0 0
MAGNUSSEN K. 0 0 0 7 0
PALMER J. 0 0 0 1 0
OCON E. 0 0 0 0 0
2011 0 2 0 73 0 0
PETROV V. 0 1 0 37 0
HEIDFELD N. 0 1 0 34 0
SENNA B. 0 0 0 2 0
2010 0 3 0 163 2 0
KUBICA R. 0 3 0 136 1
PETROV V. 0 0 0 27 1
2009 0 1 1 26 2 0
ALONSO F. 0 1 1 26 2
PIQUET N. 0 0 0 0 0
GROSJEAN R. 0 0 0 0 0
2008 2 4 0 80 0 0
ALONSO F. 2 3 0 61 0
PIQUET N. 0 1 0 19 0
2007 0 1 0 51 0 0
FISICHELLA G. 0 0 0 21 0
KOVALAINEN H. 0 1 0 30 0
2006 8 19 7 206 5 1
ALONSO F. 7 14 6 134 5
FISICHELLA G. 1 5 1 72 0
2005 8 18 7 191 3 0
ALONSO F. 7 15 6 133 2
FISICHELLA G. 1 3 1 58 1
2004 1 6 3 105 0 0
ALONSO F. 0 4 1 59 0
TRULLI J. 1 2 2 46 0
VILLENEUVE J. 0 0 0 0 0
2003 1 5 2 88 1 0
ALONSO F. 1 4 2 55 1
TRULLI J. 0 1 0 33 0
2002 0 0 0 23 0 0
BUTTON J. 0 0 0 14 0
TRULLI J. 0 0 0 9 0
1985 0 2 0 16 0 0
TAMBAY P. 0 2 0 11 0
WARWICK D. 0 0 0 5 0
HESNAULT F. 0 0 0 0 0
1984 0 5 1 34 2 0
WARWICK D. 0 4 0 23 1
TAMBAY P. 0 1 1 11 1
STREIFF P. 0 0 0 0 0
1983 4 11 3 79 3 0
CHEEVER E. 0 4 0 22 0
PROST A. 4 7 3 57 3
1982 4 8 10 62 5 1
ARNOUX R. 2 4 5 28 1
PROST A. 2 4 5 34 4
1981 3 7 6 54 2 0
PROST A. 3 6 2 43 1
ARNOUX R. 0 1 4 11 1
1980 3 4 5 38 4 0
ARNOUX R. 2 3 3 29 4
JABOUILLE J. 1 1 2 9 0
1979 1 4 6 26 2 0
ARNOUX R. 0 3 2 17 2
JABOUILLE J. 1 1 4 9 0
1978 0 0 0 3 0 0
JABOUILLE J. 0 0 0 3 0
1977 0 0 0 0 0 0
JABOUILLE J. 0 0 0 0 0