CITROEN C4

CITROسN C4
>

Dal 2004 la gamma Citroën C4 tiene alta la bandiera del double chevron nel segmento C, quello delle vetture compatte. La C4 in senso stretto è, per tradizione, una due volumi, che sino a oggi è stata prodotta in tre generazioni di modello. L’ultima è stata svelata nel 2020 con un originale tetto sfuggente. Sulla base delle due precedenti edizioni sono state sviluppate a più riprese anche altre varianti di carrozzeria, come le C4 Space Tourer e la Grand C4 Space Tourer. Queste monovolume hanno riscosso un buon successo sul mercato italiano, sin da quando si chiamavano C4 Picasso e Grand C4 Picasso.

Citroën C4: la storia del modello

La capostipite delle Citroën C4 fu presentata in occasione del Salone di Parigi del 2004 con due varianti di carrozzeria, una berlina a cinque porte e una coupé a tre porte. Le due proposte erano piuttosto diverse tra di loro a livello di sagoma, ma entrambe avevano una forte personalità e proponevano scelte stilistiche originali. La prima era caratterizzata da un tetto tondeggiante, mentre la seconda aveva un lunotto sdoppiato e una coda verticale. L’abitacolo sfoggiava a sua volta soluzioni inconsuete, come la strumentazione digitale centrale e il volante con la parte al centro fissa, che accoglieva diversi comandi secondari. Nel 2010 apparve la seconda generazione della Citroën C4, prodotta invece con una sobria carrozzeria a due o a tre volumi, quest’ultima costruita in principio per i soli mercati esteri. La carriera di questo modello è proseguita fino al 2018, inframmezzata solo da un leggero restyling, avvenuto nel 2014. Nello stesso anno è entrata in gamma anche un’altra C4, la Cactus, che ha però poco da spartire con la C4 propriamente detta.

Le C4 monovolume hanno una storia a parte, che si sviluppa in parallelo con quella delle berline. La prima a debuttare, nel 2006, fu la C4 Picasso a sette posti. Pochi mesi più tardi arrivò sul mercato la versione a cinque posti, che ereditò il nome dalla sorella, la quale fu invece ribattezzata Grand C4 Picasso. Dopo un aggiornamento, avvenuto nel 2010, nel 2013 ci fu la staffetta con la seconda generazione, ristilizzata nel corso del 2016. Nel 2018 i vertici della Citroën decisero di cambiare identità ai due modelli, che diventarono C4 SpaceTourer e Grand C4 SpaceTourer.

Corpo vettura

  • Anno modello: 2020 - 2021
  • Posti: 5
  • Porte: 5
  • Serbatoio: da 0l a 50l
  • Altezza Altezza: 153 cm
  • Larghezza Larghezza: 180 cm
  • Lunghezza Lunghezza: 436 cm

Modelli listino

L’attuale Citroën C4 raccoglie l’eredità delle varie antenate Ami, GS, BX e Xsara e svolge il tema della compatta in modo anticonformista, fuori dagli schemi canonici. Prendendo ispirazione proprio dalla GS - che non a caso appare nel video di lancio - la C4 adotta un padiglione arcuato e sfuggente. Un tocco particolare in più viene dalle superfici concave di certi lamierati, mentre alcuni elementi in plastica schermano la parte bassa, ammiccando al mondo delle crossover. La lunghezza è di 436 cm, mentre larghezza e altezza sono rispettivamente di 180 e 152 cm. Un altro dato importante è quello relativo al passo: con i suoi 267 cm crea i presupposti perché una buona abitabilità non sia ottenuta a scapito del bagagliaio, la cui capacità va dai 380 ai 1250 litri.

Per quanto riguarda gli allestimenti, il listino della Citroën C4 propone sostanzialmente due versioni principali, Feel e Shine. Della prima esiste tuttavia anche una variante più accessoriata, chiamata Feel Pack, che assicura un buon “vantaggio cliente”: la differenza di prezzo rispetto alla Feel è infatti inferiore alla cifra che sarebbe richiesta per i singoli elementi che compongono il pacchetto. Le opportunità di personalizzazione sono molte, tanto che è possibile dar vita a oltre trenta combinazioni di colore.

Quanto ai motori, poi, il fronte a benzina è dominato dal tre cilindri 1.2 turbo PureTech, che può essere ordinato anche con il cambio automatico Eat8 in alternativa al tradizionale cambio manuale. Questo tipo di trasmissione si ha anche con il motore turbodiesel 1.5 BlueHDi, che equipaggia gli esemplari a gasolio. La C4 esiste però anche elettrica, con la e-C4 a soddisfare chi preferisce fare

Allestimenti

Allestimenti   cm3 kW/CV euro Prezzo  
C4 PureTech 130 S&S Feel
C4 PureTech 130 S&S Feel Pack
C4 PureTech 130 S&S Shine
C4 PureTech 130 S&S EAT8 Feel
C4 PureTech 130 S&S EAT8 Feel Pack
C4 PureTech 130 S&S EAT8 Shine
e-C4 motore elettrico 136 CV Feel
e-C4 motore elettrico 136 CV Feel Pack
e-C4 motore elettrico 136 CV Shine
C4 BlueHDi 130 S&S EAT8 Feel
C4 BlueHDi 130 S&S EAT8 Feel Pack
C4 BlueHDi 130 S&S EAT8 Shine

Modelli Precedenti

Proposte dall'usato

Con una storia tanto lunga e articolata alle spalle, è normale che il mercato dell’usato presenti molte proposte relative alla gamma Citroën C4. La maggioranza delle inserzioni riguarda le monovolume, abbinate il più delle volte ai motori turbodiesel. Tra gli annunci presenti sul nostro sito non mancano però neppure esemplari a due volumi, spinti magari da propulsori a benzina.

Prove su strada

foto

LA PROVA DELLA 2.0 HDI EXCLUSIVE

Citroën C4

Abbandonate le forme singolari delle precedenti versioni la nuova Citroën C4 si propone come alternativa alle tedesche (Golf, Astra e Focus), alle giapponesi (Auris) e alle coreane (Kia cee?d e Hyundai i30). Cinque porte, cinque posti, un turbodiesel di 2.0 litri da 150 CV e un prezzo di

News correlate citroen

Citroën C4 : le opinioni

Quando si parla di C4, c’è un pregio che ricorre spesso: si tratta del confort di marcia, che resta sempre su ottimi livelli grazie al molleggio soffice, alla qualità dei sedili e all’efficace insonorizzazione dell’abitacolo. L’ultima generazione, invece, ha risolto in parte la cronica distribuzione caotica dei comandi, convertendosi alla pratica soluzione del touch screen.