DACIA Spring

>

La Dacia Spring ha segnato il debutto della Casa rumena nel mondo delle auto elettriche, per il quale questo modello costituisce peraltro anche il primo esempio di vettura low-cost. Fedele alla propria filosofia, che da sempre la porta a proporre mezzi essenziali a prezzo abbordabile, la Dacia ha pensato di riproporre la stessa formula con questa utilitaria a due volumi a batteria. La gamma non prevede grandi alternative a livello di motorizzazione, mentre è più articolata in fatto di allestimenti. Il listino può così soddisfare anche la clientela business e quella professionale.

Dacia Spring: la storia del modello

La Dacia Spring è stata anticipata da un’omonima concept car, presentata in occasione dell’edizione virtuale del Salone di Ginevra del 2020. Quel prototipo a quattro posti e cinque porte non era così diverso dalla vettura di serie che è stata svelata nell’ottobre dello stesso anno nell’ambito dei Renault eWays, un evento digitale dedicato alla gamma green della Régie. Proprio come nel caso delle sorelle a motore endotermico, il fatto che la Dacia Spring possa essere offerta un prezzo accessibile dipende dal largo impiego di componentistica già progettata per altri modelli, e quindi ammortizzata. La piccola elettrica rumena non nasce infatti da un foglio bianco, bensì partendo dalla piattaforma Cmf-A, utilizzata per le Renault Kwid (una termica venduta in India) e K-ZE (un’elettrica commercializzata invece il Cina). La struttura è stata profondamente rivista per rispettare i parametri di sicurezza europei e adattata per alloggiare le batterie. Il tutto, però, con costi di gran lunga inferiori a quelli che sarebbero stati necessari per lo sviluppo di un progetto ex novo.

Corpo vettura

  • Anno modello: 2021 - 2022
  • Posti: 4
  • Porte: 5
  • Serbatoio: 0l
  • Altezza Altezza: da 151 cm a 152 cm
  • Larghezza Larghezza: da 158 cm a 162 cm
  • Lunghezza Lunghezza: 373 cm

Dacia Spring nuova: il listino, gli allestimenti e i motori

La Dacia Spring ha un design movimentato e ammicca un po’ al mondo delle Suv, con paraurti ben torniti e una discreta altezza da terra, nell’ordine dei 15 cm. Ciò non toglie comunque che la sua vocazione sia soprattutto urbana, come confermano le dimensioni: la carrozzeria è lunga 373 cm, larga 162 e alta 151.

Anche la batteria è di una taglia non troppo grande, 27,4 kWh, una scelta dettata dalla volontà di contenere costi e peso (la sua massa è di soli 186 kg). Il motore sincrono anteriore si accontenta di 33 kW (44 CV), una potenza che potrebbe far pensare a un’unità sottodimensionata. Si tratta però di una soluzione indispensabile per ottenere un’autonomia adeguata, che è pari a 230 km nel ciclo misto e a 305 km nel percorso cittadino Wltp. La vettura dispone anche di un tasto per attivare la modalità di guida Eco, che limita in fabbisogno energetico del propulsore, aumentando le percorrenze all’incirca del 10%.

Per rispondere alle esigenze delle varie tipologie di utenti, la Dacia ha previsto tre versioni. Sono la Electric, per i clienti privati e le flotte, la Business, per gli operatori del car sharing, e la Cargo, destinata invece ai piccoli trasporti. Concentrando l’attenzione sulla Spring Electric, l’offerta si sviluppa su diversi livelli di allestimento, Essential, Expression, Comfort e Comfort Plus. Per fare qualche esempio, la Comfort offre di serie, tra le altre cose, il climatizzatore manuale, il limitatore di velocità e le barre portatutto. Nella dotazione della Comfort Plus spiccano invece il navigatore con display touch, la retrocamera e i sensori di parcheggio. Tra gli optional vi sono invece la predisposizione per la ricarica rapida e il cavo per collegare l’auto a una presa domestica. Per avere un quadro completo degli equipaggiamenti standard e di quelli a richiesta si può consultare il nostro configuratore.

Allestimenti

Allestimenti   cm3 kW/CV euro Prezzo  
Spring Essential Electric 45
Spring Business Electric 45
Spring Expression Electric 45
Esaurimento Scorte Spring Comfort Electric 45
Esaurimento Scorte Spring Comfort Plus Electric 45

Proposte dall'usato

Data la giovane età del modello, la Dacia Spring usata non è uno dei modelli più comuni nell’apposita sezione del nostro sito. Con la diffusione che va pian piano aumentando, tuttavia, cresce anche il numero degli annunci che riguardano l’elettrica rumena.

Prove su strada

foto

Dacia Spring

L'elettrica per tutti

La prima vera low cost a emissioni zero: una sacrosanta semplicità costruttiva convive con inevitabili risparmi. Che in movimento si riflettono sull'handling. Non sull'autonomia, adeguata alla vocazione cittadina

News correlate dacia

Dacia Spring: le opinioni

La Dacia Spring ha un’impostazione minimalista che rispecchia il suo posizionamento di mercato. Lo si capisce già accomodandosi al posto di guida, che offre possibilità di regolazione molto limitate. Il piantone dello sterzo è fisso e il sedile va solo avanti e indietro, con lo schienale che si muove a scatti. Anche i materiali badano al sodo, mentre apprezzabile è la cura messa negli assemblaggi. L’abitabilità è discreta, con qualche limite soprattutto per le ginocchia dei passeggeri posteriori. Promosso invece il bagagliaio, che ha una capacità superiore alla media del segmento. Dove la Dacia Spring delude un po’ è tuttavia su strada. Le prestazioni sono infatti modeste, con spunti poco brillanti e velocità di crociera limitate. Anche il comportamento tra le curve non esalta, a causa degli inserimenti lenti, del rollio marcato e in generale di reazioni ampie, che il controllo elettronico della stabilità contrasta con un certo ritardo. I freni vanno in crisi sui fondi ad aderenza differenziata e accusano segni di affaticamento quando vengono strapazzati.