RENAULT Scénic Nuova, Usata, Offerte e Allestimenti - Quattroruote

RENAULT Scénic

>

Dopo essere stata pioniera del segmento delle monovolume compatte, la Renault Scénic si reinventa e strizza un po’ l’occhio al mondo delle crossover, per non restare vittima della loro avanzata. Il tutto senza rinnegare la sua filosofia improntata alla versatilità, che trova la massima espressione nella versione allungata a sette posti Grand Scénic. Questa Renault è proposta con un listino completo, che prevede una varietà motorizzazioni e allestimenti.

Renault Scénic: la storia del modello

La Renault Scénic ha scritto una pagina importante della storia recente dell’auto. La sua prima generazione, nata con il nome di Mégane Scénic, è stata infatti l’apripista di tutte le monovolume compatte dell’epoca moderna. Lanciata nel 1996 sfruttando l’esperienza maturata con la Espace, proponeva una formula inedita, con tetto alto, cinque posti e tante soluzioni furbe per sfruttare ogni centimetro a bordo. Il risultato fu un grande successo, specie presso le famiglie, che fu consolidato dal restyling del 1999: quest’ultimo prese il solo nome di Scénic e portò in listino una versione dal taglio off-road chiamata RX4. La consacrazione definitiva arrivò però con la seconda generazione del 2003, che vide la lunghezza passare da 413 a 426 cm e la carrozzeria assumere forme più spigolose. Complice l’aumento della larghezza, delle carreggiate e del passo, questa serie era molto più spaziosa dell’antenata. Per soddisfare una clientela più esigente, la Renault sviluppò anche la variante Grand Scénic, che raggiungeva i 449 cm aumentando sia il passo sia lo sbalzo posteriore: queste modifiche le permisero di disporre di una terza fila di sedili a scomparsa nel piano di carico. Dopo un leggero restyling datato 2006, questa serie è uscita di scena nel 2009 per far posto alla terza generazione, prodotta a sua volta in due varianti di carrozzeria con quella corta battezzata Scénic X-Mod e caratterizzata da un design più sportivo e giovanile. La nuova serie fu aggiornata in due occasioni, all’inizio del 2012 e a metà del 2013, quando fu introdotta anche la variante Scénic X-Mod Cross, con dettagli e protezioni da crossover. La quarta generazione è apparsa invece nel 2016, adottando uno stile più moderno e mettendo su qualche centimetro, sia nella versione standard, giunta a 441 cm, sia in quella Grand Scénic, a 463 cm.

Corpo vettura

  • Anno modello: 2018 - 2021
  • Posti: 5
  • Porte: 5
  • Serbatoio: 52l
  • Altezza Altezza: 165 cm
  • Larghezza Larghezza: 187 cm
  • Lunghezza Lunghezza: 441 cm

Listino, allestimenti e motori

L’attuale Reanul Scénic rompe con il passato soprattutto da un punto di vista stilistico: i segni distintivi principali sono le forme sinuose, gli accostamenti cromatici vivaci e i cerchi di grande diametro, che fanno un po’ crossover con la complicità degli inserti nella parte bassa delle lamiere. All’interno, il grande display al centro della plancia crea un immediato family feeling con il resto della gamma della Régie. Nel complesso, materiali e finiture offrono una sensazione di qualità e molti elementi testimoniano una grande attenzione all’ergonomia e alla praticità, come la leva del cambio rialzata e l’eventuale console centrale scorrevole. Per quanto riguarda l’abitabilità, la Scénic non fa registrare grandi passi avanti, ma da qui a lamentarsi comunque ce ne passa, specie quando si analizza la versione lunga Grand Scénic. In ogni caso, è bene mettersi comodi e godersi il viaggio senza troppa fretta. Assetto, sterzo e gommatura sono progettati per un utilizzo turistico dell’auto. La Scénic è comunque sempre sicura, anche se il sottosterzo è marcato e il controllo di stabilità presenta un'azione un po' troppo conservativa. Parlando di dispositivi elettronici, la dotazione degli ausili alla guida è completa: l’elenco comprende la frenata di emergenza, con tanto di riconoscimento dei pedoni, il sensore che monitora l’angolo morto dei retrovisori, il rilevatore di stanchezza, l’assistenza al mantenimento della corsia di marcia, il cruise control adattivo e il riconoscimento della segnaletica stradale. Quanto alle motorizzazioni, le unità a gasolio sono da sempre grandi protagoniste del listino. I turbodiesel BluedCi si confermano in questo ruolo trainante per le vendite, con il recente 1.7 a fare da best-seller. Per chi ha percorrenze annue limitate, poi, sono disponibili interessanti alternative 1.3 a benzina e a completamento dell’offerta sono previste anche versioni elettrificate. Tutte le Scénic sono oggi dotate della trazione anteriore, mentre a livello di cambio alcuni esemplari sono proposti anche con un valido automatico.

Allestimenti

Allestimenti   cm3 kW/CV euro Prezzo  
Scénic TCe 115 CV FAP Sport Edition
Scénic TCe 140 CV FAP Sport Edition2
Scénic TCe 140 CV FAP Business
Scénic TCe 140 CV EDC FAP Sport Edition2
Scénic TCe 140 CV EDC FAP Business
Scénic TCe 160 CV FAP Initiale Paris
Scénic TCe 160 CV EDC FAP Initiale Paris
Scénic Blue dCi 120 CV Sport Edition
Scénic Blue dCi 120 CV Sport Edition2
Scénic Blue dCi 120 CV Business
Scénic Blue dCi 120 CV Initiale Paris
Scénic Blue dCi 120 CV EDC Sp. Edition2
Scénic Blue dCi 120 CV EDC Business
Scénic Blue dCi 120 CV EDC Init. Paris
Scénic Blue dCi 150 CV Sport Edition2
Scénic Blue dCi 150 CV Business
Scénic Blue dCi 150 CV Initiale Paris
Scénic Blue dCi 150 CV EDC Sp. Edition2
Scénic Blue dCi 150 CV EDC Business
Scénic Blue dCi 150 CV EDC Init. Paris

Proposte dall'usato

Le Renault Scénic di seconda mano in vendita in Italia sono in prevalenza turbodiesel ma consultando le inserzioni presenti sul nostro sito può capitare di imbattersi in diversi esemplari a benzina. Anche l’assortimento degli allestimenti è molto ampio.

Prove su strada

News correlate renault

Renault Scénic: le opinioni

Versatilità e praticità rendono la Renault Scénic competitiva con le ormai inflazionate Suv. L’abitacolo sfoggia tante soluzioni utili nell’uso quotidiano: si va dall’enorme cassetto portaoggetti al divano frazionato in due parti, che possono scorrere anche separatamente per aumentare il già generoso volume del bagagliaio. Peccato solo che lo spazio per i passeggeri della seconda fila sia inferiore alle aspettative. Per una maggior abitabilità si può comunque optare per la variante Grand Scénic, con due posti supplementari a scomparsa nel fondo del bagagliaio. Se il confort è apprezzabile, qualche critica va invece ai freni: gli spazi d'arresto sono un po’ lunghi, specie sui fondi ad aderenza differenziata.