SMART fortwo

>

La Smart fortwo è una vettura che, sul finire dello scorso millennio, ha segnato una vera e propria rivoluzione nel mondo delle superutilitarie, con le sue dimensioni ultra compatte e con il suo abitacolo a due posti. La sua originalità non sta però solo nella taglia extra small: le possibilità di personalizzazione e alcune soluzioni tecniche hanno portato una ventata di novità nell’intero panorama automobilistico. La voglia di distinguersi non le è passata negli anni e si è fatta pioniera di una svolta elettrica.

Smart fortwo: la storia del modello

Raccontare la genesi della Smart fortwo corrisponde un po’ a ripercorrere la nascita della stessa azienda, che con questo modello ha mosso i primi passi nel mondo automotive. In origine, Smart non era il nome del costruttore, bensì quello dell’auto, frutto della fusione delle parole Swatch, Mercedes e ART. A produrla era la MCC, sigla che stava invece per Micro Car Compact, una società nata da un accordo tra la Mercedes e la fabbrica di orologi Swatch, che uscì però presto dalla joint venture. La MCC Smart fu lanciata del 1998 e venne presto declinata in due varianti di carrozzeria: coupé e cabriolet. Ad accomunarle erano le dimensioni quasi tascabili, con una lunghezza di due metri e mezzo, e la cellula Tridion di metallo ad alta resistenza attorno alla quale fu scelto di applicare variopinti pannelli di policarbonato. Lontano dalla vista, invece, i segni particolari erano il motore e la trazione posteriore. Nel 2002 fu presa la decisione di chiamare Smart il marchio e di ribattezzare City Coupé e City Cabrio i due modelli. Nello stesso anno fu svelata la curiosa serie speciale Crossblade, priva di tetto. Nel 2003 fu invece la volta di un restyling e l’anno ancora successivo entrò in uso il nome fortwo, in concomitanza con il lancio della seconda vettura del brand, la forfour. Nel 2007 fu lanciata la seconda generazione della fortwo, che mantenne l’impostazione della progenitrice crescendo però nelle dimensioni, con una lunghezza di 270 cm. Questa serie è stata aggiornata ripetutamente, dapprima nel 2010 e quindi nel 2012. La terza generazione di Smart è stata invece introdotta nel 2014 in seguito alla collaborazione con la Renault, che l'ha portata a condividere molti componenti con la Twingo. 

Corpo vettura

  • Anno modello: 2019 - 2021
  • Posti: 2
  • Porte: 3
  • Serbatoio: 0l
  • Altezza Altezza: da 155 cm a 156 cm
  • Larghezza Larghezza: 167 cm
  • Lunghezza Lunghezza: 274 cm

Smart fortwo nuova: il listino, gli allestimenti e i motori

Progettata nell’ambito di una joint venture tra i gruppi Daimler e Renault, l’attuale Smart fortwo mantiene la lunghezza del modello precedente, ma cresce sia in altezza sia in larghezza. Anche l’impostazione stilistica cambia, con un frontale meno sfuggente e un accenno di cofano sagomato ad hoc per superare i crash test. Al di là di tutto, è confermata ancora una volta l’ossatura generale, con la cellula Tridion a fare da elemento strutturale e visivo di spicco. L’aumento delle dimensioni esterne si riflette sull’abitabilità, insospettabilmente generosa. Il pilota e il passeggero hanno facile accesso all’abitacolo e una volta a bordo hanno a disposizione centimetri in abbondanza in tutte le direzioni. Anche il bagagliaio non è poi così piccolo, tutto considerato. Nel complesso, le finiture sono piuttosto curate, se ci chiude un occhio si qualche dettaglio un po’ cheap. Il restyling introdotto al Salone di Francoforte 2019 ha portato con sé un aggiornamento del sistema multimediale, che può essere connesso allo smartphone tramite una app dedicata per sfruttare al meglio le funzioni avanzate. A livello di gamma, la Smart fortwo è stata artefice di una vera e propria svolta epocale. La Smart è infatti la prima Casa a decidere di togliere dal listino i motori termici per far spazio alle sole versioni elettriche, che ha comunque in produzione sin dal lontano 2007. Un tempo chiamate ED e ora invece Smart EQ, adottano un motore da poco più di 80 CV che assicura brillantezza negli spunti, mentre a livello di autonomia non è facile fare più di 150 km. Come mostra il nostro configuratore, c’è ampia scelta dal punto di vista degli allestimenti: chiunque può personalizzare la fortwo, scegliendo anche combinazioni particolari degli interni, pacchetti di optional e accessori vari. Tra le dotazioni a catalogo spicca anche un caricabatterie di bordo che accorcia i tempi di ricarica.

Allestimenti

Allestimenti   cm3 kW/CV euro Prezzo  
fortwo EQ Pure
fortwo EQ Passion
fortwo EQ cabrio Pure
fortwo EQ Pulse
fortwo EQ Prime
Esaurimento Scorte fortwo EQ Parisblue (4,6kW)
Esaurimento Scorte fortwo EQ British Green (4.6kW)
fortwo EQ cabrio Passion
Esaurimento Scorte fortwo EQ Parisblue (22kW)
Esaurimento Scorte fortwo EQ British Green (22kW)
Esaurimento Scorte fortwo EQ Ushuaïa
Esaurimento Scorte fortwo EQ bluedawn (4,6kW)
Esaurimento Scorte fortwo EQ Ushuaïa (4,6kW)
fortwo EQ cabrio Pulse
Esaurimento Scorte fortwo EQ bluedawn (22kW)
Esaurimento Scorte fortwo EQ Ushuaïa (22kW)
fortwo EQ cabrio Prime
Esaurimento Scorte fortwo EQ cabrio Suitegrey (4,6kW)
Esaurimento Scorte fortwo EQ cabrio Suitegrey (22kW)
Esaurimento Scorte fortwo EQ cabrio Ushuaïa

Proposte dall'usato

Nell’apposita sezione del nostro sito, e più in generale sul mercato dell’usato, si possono trovare Smart fortwo di ogni genere e colore, anche delle generazioni più vecchie. Ci sono esemplari a benzina così come a gasolio, con carrozzeria coupé oppure cabriolet, senza dimenticare le versioni sportive Brabus. Gli esemplari elettrici sono ancora rari, ma pian piano la loro presenza sta aumentando, specie nelle aree delle grandi città.

Prove su strada

News correlate smart

Smart fortwo: le opinioni

La Smart fortwo è imbattibile quanto ad agilità nel traffico cittadino. Lo sterzo è un po’ troppo demoltiplicato e non dà un gran feeling in velocità, ma si fa perdonare con una gran leggerezza e un diametro di volta molto ridotto. I freni sono potenti e resistono bene all’uso intenso, ma gli spazi d'arresto si allungano sulle superfici con aderenza differenziata.