TOYOTA RAV4 Nuova, Usata, Offerte e Allestimenti - Quattroruote

TOYOTA RAV4

>

La Toyota Rav4 è una Suv di dimensioni medio-grandi, giunta alla sua quinta generazione e disponibile in Italia solo con motorizzazioni ibride.

Toyota Rav4: la storia del modello

Nel 1989 la Toyota presenta la concept Rav Four, la cui versione di serie, chiamata Rav4, viene lanciata nella versione a tre porte sul mercato giapponese nel 1994, per poi arrivare in Europa e negli Stati Uniti. In seguito, debuttano la variante a passo lungo a cinque porte e quella scoperta, senza dimenticare una versione sperimentale con motore elettrico. Nel 2000 fa il suo esordio la seconda generazione, che perde la open top ma ottiene le motorizzazioni a gasolio. Questa serie risulterà l’ultima disponibile nella versione a tre porte, non più riproposta a partire dalla terza generazione, al debutto nel 2006 e offerta dall’anno successivo anche come crossover, priva del vano esterno della ruota di scorta. Dal 2012 viene addirittura prodotta una versione elettrica, sviluppata in collaborazione con la Tesla. Nel 2013 debutta quindi la quarta generazione, cresciuta sensibilmente, il cui restyling segnerà per la prima volta l’ingresso in gamma di una versione ibrida. Proprio le Rav4 col doppio motore saranno le uniche disponibili in Europa con l’esordio della quinta generazione, avvenuto nel 2018. Nel 2020 la Rav4 raggiunge i 10 milioni di esemplari prodotti. 

Corpo vettura

  • Anno modello: 2020 - 2020
  • Posti: 5
  • Porte: 5
  • Serbatoio: 55l
  • Altezza Altezza: 165 cm
  • Larghezza Larghezza: 186 cm
  • Lunghezza Lunghezza: 460 cm

Offerte e Promozioni

La Toyota Rav4 è in genere oggetto di riduzioni del prezzo di listino, che si fanno più sostanziose in presenza di alcune condizioni come, per esempio, il ritiro della permuta. È peraltro possibile trovare delle unità immatricolate a Km0.

Toyota Rav4 nuova: il listino, gli allestimenti e i motori

La Toyota Rav4 di quinta generazione adotta la piattaforma modulare Tnga, che modifica di poco le dimensioni di questo modello rispetto a quello che sostituisce: la Suv è lunga 4,59 metri, larga 1,86 metri e alta 1,65 metri, con un passo di 2,69 metri e un volume (dichiarato) del bagagliaio di 580 litri. Le proporzioni, pertanto, risultano intatte, mentre a cambiare più radicalmente sono le linee di questa vettura, che ora evolve il suo stile con tratti netti, linee tese e superfici più scultoree, nonché dettagli più offroad, come i passaruota squadrati e la maggiore altezza da terra. Nel frontale spicca una calandra inedita, integrata in un paraurti con tagli netti che esaltano la presenza di fari a Led. Al posteriore, invece, lo stile del modello si evolve, portando in gamma una nuova impostazione con suggestioni provenienti dal marchio Lexus. Quanto agli allestimenti disponibili nel nostro paese, la vettura può essere ordinata nelle versioni Active, Dynamic, Style e Lounge: tutti comprendono i cerchi di lega da almeno 17”, il volante e il pomello del cambio di pelle, il freno di stazionamento elettronico, il sensore crepuscolare, quello per la pioggia e i retrovisori esterni regolabili elettricamente e riscaldabili. Non mancano poi il vivavoce bluetooth, il climatizzatore bi-zona, il display dalla strumentazione da 7” e quello del sistema Toyota Touch 3 da 8”, i sensori di parcheggio posteriori, la retrocamera, le luci diurne e quelle di stop a Led e la frenata d’emergenza. Trai vari Adas disponibili sulla Rav4, non mancano il sistema pre-collisione con rilevamento di ciclisti e pedoni, l’avviso di superamento e il mantenimento attivo della corsia, gli abbaglianti, il cruise control adattivo intelligente e full range. La Toyota Rav4 è a listino con un powertrain full hybrid che affianca un'unità a benzina di 2.5 litri a ciclo Atkinson a un motore elettrico da 88 kW per un totale di 218 CV, che salgono a 222 CV su quella a quattro ruote motrici. Nel corso del 2020 dovrebbe debuttare la versione plug-in hybrid, che utilizza lo stesso powertrain di 2.5 litri abbinato a due unità elettriche, per una potenza complessiva di sistema di 306 CV. Tutte le versioni sono dotate di trasmissione automatica Cvt.

Allestimenti

Allestimenti   cm3 kW/CV euro Prezzo  
Novità RAV4 2.5 HV (218CV) E-CVT 2WD Active
Novità RAV4 2.5 HV (218CV) E-CVT 2WD Dynamic
Novità RAV4 2.5 HV (218CV) E-CVT 2WD Style
Novità RAV4 2.5 HV(218CV)E-CVT 2WD Black Edit.
Novità RAV4 2.5 HV (218CV) E-CVT 2WD Lounge
Novità RAV4 2.5 HV (222CV) E-CVT AWD-i Dynamic
Novità RAV4 2.5 HV (222CV) E-CVT AWD-i Style
Novità RAV4 2.5 HV (222CV) E-CVT AWD-i Black Ed
Novità RAV4 2.5 HV (222CV) E-CVT AWD-i Lounge
Novità RAV4 2.5 HV (222CV) E-CVT AWD-i Active

Proposte dall'usato

La Toyota Rav4 è una Suv che ha finora riscosso un ottimo successo di vendite in Italia. Per tale motivo, è piuttosto facile individuarne degli esemplari di seconda mano, come dimostrano gli annunci dell’usato pubblicati sul nostro sito.

Prove su strada

News correlate toyota

Toyota Rav4: le opinioni

La Toyota Rav4 è una Suv spaziosa, che permette percorrenze da record in città. Il posto guida è da tipica auto della sua categoria, con una seduta in posizione piuttosto rialzata e dominante, ma rispetto alla generazione precedente sono migliorate le regolazioni e può quindi fornire geometrie più adeguate al guidatore. La plancia e i comandi, di buona fattura, sono disposti razionalmente e la strumentazione è ben leggibile, anche se ci si deve abituare all’assenza del contagiri. L’infotainment è facile da usare, ma il navigatore, se pagato a parte, può risultare piuttosto costoso. L’abitabilità è allineata alla precedente generazione, mentre il bagagliaio è più grande e ben sfruttabile, con la comodità del portellone elettrico, laddove di serie. Capitolo confort: i viaggi sono rilassanti e si registra un miglioramento dell’assorbimento delle sospensioni, ma con questa serie è aumentata la rumorosità. In marcia il powertrain si mostra sempre fluido e, all’occorrenza, brillante, con prestazioni notevoli, ma la trasmissione e-Cvt impone di viaggiare costantemente a regimi molto alti. Lo sterzo pecca un po’ di artificialità, mentre il freno è poco modulabile.