Accessori

Milano
Il Comune riattiva l'area C

Milano
Il Comune riattiva l'area C
Chiudi

Il Comune di Milano compie un parziale dietrofront nella gestione delle zone a traffico limitato. A pochi giorni dalla proroga dello spegnimento delle telecamere per le due aree che limitano la circolazione dei veicoli più inquinanti, Palazzo Marino ha deciso di riattivare l'Area C a partire da mercoledì 24 febbraio.

Nuovi orari. L'accensione avverrà, tuttavia, con una contestuale rimodulazione degli orari. Le telecamere non saranno riattivate alle 7.30 del mattino, come al solito, bensì alle 10, e saranno spente come sempre alle 19.30. Il nuovo orario, valido fino al 31 marzo, è stato motivato con l’obiettivo di "evitare il sovraccarico di passeggeri sulle linee di trasporto pubblico nella fascia oraria 8-9, ad oggi quella maggiormente sollecitata e a rischio di saturazione”. La riattivazione della zona a traffico limitato per il centro storico è stata, invece, giustificata con il "costante aumento del traffico veicolare registrato nelle ultime settimane (+19% di ingressi di auto in città rispetto al periodo pre Covid)” che "ha determinato un innalzamento delle polveri sottili”. Pertanto a Palazzo Marino hanno ritenuto "necessario adottare provvedimenti di contenimento della congestione causata dai veicoli privati”. 

Le polemiche. La decisione di Palazzo Marino ha già scatenato polemiche politiche. L’assessore alla mobilità, Marco Granelli, ha sottolineato la priorità della giunta meneghina di "mantenere sicuro il trasporto pubblico e consentire la scuola in presenza, di tenere attive le attività economiche e di lavoro, prevenendo gli affollamenti e i rischi di contagio. Ma l’attenzione per la salute ci chiede di diminuire le emissioni inquinanti. Una doppia sfida che richiede misure urgenti che vadano subito in questo senso e che la gran parte delle città italiane sta già adottando. Abbiamo bisogno della condivisione e dell'alleanza di tutti, con scelte responsabili da parte delle istituzioni e comportamenti virtuosi da parte dei cittadini”. Duri attacchi sono invece arrivati dall’opposizione nel consiglio comunale, e in particolare dai rappresentanti di Forza Italia. "Una scelta vergognosa, che va contro ogni norma di buonsenso” ha attaccato il consigliere Gianluca Comazzi, mentre il capogruppo Fabrizio De Pasquale ha accusato il sindaco Giuseppe Sala di farsi "tirare la giacca dagli ambientalisti. La reintroduzione dell'Area C per mercoledi 24 sarà totalmente inutile per l'aria, come attestano le rilevazioni durante il lockdown, pericolosa per i pendolari, dannosa per quel poco di commercio che sopravvive in centro”

COMMENTI