Rc auto A giugno scompare l’attestato di rischio cartaceo

 
2015-fac-simile-attestat1

Conto alla rovescia per la scomparsa dell’attestato di rischio cartaceo. Partirà l’1 giugno, infatti, il processo che porterà alla cosiddetta “dematerializzazione” dell’Adr, il documento che indica la classe universale (CU) di appartenenza dell’assicurato e il numero di incidenti fatti negli ultimi anni. Tutti i contratti in scadenza a partire dall’1 luglio, infatti, dovranno essere caratterizzati dal nuovo documento elettronico. Siccome però il regolamento che disciplina questa novità prevede che il “nuovo” attestato sia consegnato agli aventi diritto almeno 30 giorni prima della scadenza del contratto, di fatto a partire dall’1 giugno tutti gli Adr saranno obbligatoriamente elettronici.

Non bisognerà più inviarlo alla nuova compagnia. Ma che cosa comporta la dematerializzazione dell’attestato di rischio? In pratica il documento cartaceo, indispensabile nel caso in cui si voglia cambiare compagnia, non sarà più inviato o consegnato al contraente la polizza. Sarà invece “depositato” in una nuova banca dati gestita dall’Ania, l'associazione delle compagnie, sotto il controllo dell'Ivass, l’autorità di vigilanza sulle assicurazioni, in modo che tutte le compagnie, in caso di cambio di "fornitore" di copertura, possano acquisirlo direttamente. Per quanto riguarda il contraente, invece, l’attestato sarà comunque a sua disposizione sul sito internet della compagnia, nell’area riservata a ciascun cliente che dovrà essere appositamente attivata.

Anche su app e social network. La novità prevede anche altre possibilità di consegna telematica, per esempio posta elettronica, mediante app per smartphone o tablet e persino mediante social network. Questi “canali”, però, saranno attivabili solo su richiesta del contraente, ammesso che la compagnia decida di utilizzarli

Non solo. Attualmente l’attestato è inviato o consegnato solo al contraente, con possibilità di rilascio di un duplicato all’avente diritto (nel caso in cui il proprietario del veicolo sia una persona diversa dal contraente la polizza) ma solo su richiesta esplicita di quest’ultimo. La nuova regolamentazione, invece, prevede che l’obbligo di consegna dell’attestato elettronico sia esteso comunque e con le medesime modalità anche agli aventi diritto diversi dal contraente.

A richiesta di carta. Ma non avrà alcun valore. E per chi ha poca dimestichezza con computer e tablet? Il regolamento tiene conto anche di costoro. Per i contratti acquisiti tramite intermediari, nella maggior parte dei casi il proprio agente, la compagnia garantisce comunque a chi ne farà richiesta una stampa dell’attestato. Attestato che non eviterà alla compagnia "uscente" l’obbligo di deposito dell’Adr elettronico nella banca dati e che non servirà al cliente nella stipula di una polizza con un’altra compagnia (le assicurazioni comunque accedono alla banca dati Ivass), ma che avrà come unico scopo quello di informare il cliente della propria posizione assicurativa. Insomma , nei rari casi in cui l’attestato sarà di carta non avrà alcun valore “legale”, diciamo così.

Mario Rossi

COMMENTI

  • Sarò ammalato di dietrologia ma , vado sempre più convincendomi di sfruttare una mia conoscenza ukraina per poter assicurare la mia vettura in quella nazione !!! - Napoli - prima classe da oltre dieci anni - 1250 c.c. premio annuo 1.380,50 € all'anno e se voglio pagar di meno , sono obbligato a mettere una "scatoletta" sulla mia auto tramite la quale mi verranno a contestare se avrò coperto una decina di chilometri in più o se sarò andato all'estero senza carta verde !!! Ci manca solo che mi facciano fotografie mentre sto copulando in auto !!!
  • Sarò ammalato di dietrologia ma , vado sempre più convincendomi di sfruttare una mia conoscenza ukraina per poter assicurare la mia vettura in quella nazione !!! - Napoli - prima classe da oltre dieci anni - 1250 c.c. premio annuo 1.380,50 € all'anno e se voglio pagar di meno , sono obbligato a mettere una "scatoletta" sulla mia auto tramite la quale mi verranno a contestare se avrò coperto una decina di chilometri in più o se sarò andato all'estero senza carta verde !!! Ci manca solo che mi facciano fotografie mentre sto copulando in auto !!!
  • Sarò ammalato di dietrologia ma , vado sempre più convincendomi di sfruttare una mia conoscenza ukraina per poter assicurare la mia vettura in quella nazione !!! - Napoli - prima classe da oltre dieci anni - 1250 c.c. premio annuo 1.380,50 € all'anno e se voglio pagar di meno , sono obbligato a mettere una "scatoletta" sulla mia auto tramite la quale mi verranno a contestare se avrò coperto una decina di chilometri in più o se sarò andato all'estero senza carta verde !!! Ci manca solo che mi facciano fotografie mentre sto copulando in auto !!!
  • Grande fratello? Ma qui siamo in un paese dove chiunque abbia la minima possibilità di sfuggire alla legge lo fa, incluse le compagnie di assicurazione. L'informatizzazione è una delle armi per sconfiggere le truffe. Ad esempio, perchè non si incrociano i dati delle assicurazioni con quelli della Motorizzazione per vedere quante auto circolanti non hanno stipulato una polizza? E' banale, ma non si fa, anzi si inventano costosi apparecchi che dovrebbero leggere le targhe di chi passa e fare le verifiche. E sarebbe anche ora che le compagnie rendessero pubblici i dati dei sinistri, rimborsi e quant'altro. Per finire, non è più comodo sapere che l'assicurazione può consultare direttamente i dati piuttosto che sentirsi dire: eh no, deve venire qui con il foglio dell'attestato di rischio, se no non posso farle la polizza. Siamo nel terzo millennio, forza!
  • Forse è un passo avanti se la politica ne resta fuori (la gestione è dell'ANIA). Per quanto concerne le truffe e gli abusi, le compagnie hanno da tempo rinunciato a interessarsene (tranne per i casi più evidenti e costosi), dato che è pura perdita di tempo se l'inchiesta dell'assicuratore (costosa pure lei) è resa nulla dalle decisioni della Magistratura. So di che parlo: ho lavorato nel settore sinistri per 45 anni.
  • Lo scorso anno rinnovando la polizza auto chiedendo un preventivo presso una assicurazione telefonica,l'addetto mi detto che non importava inviare l'attestato della classe di merito perché,la "vedeva" sul suo computer.Una innovazione che già funziona e non ci trovo nulla di scandaloso o che possa violare la privacy, visto che sono dati che prima dovevi prenderti la briga di inviarli in un qualche modo.La privacy per me,sono le telefonate fatte a tutte le ore per proporti di cambiare gestori di energia o telefonia pur essendoti iscritto al "registro delle opposizioni"o sapere che qualcuno dalla carta di credito,possa sapere cosa acquisti,che spese medie fai ecc..!
     Leggi risposte
  • Ben fatto, un piccolo passo, ne servono altri, più importanti. Sarà pur vero che non ci si può fidare, che taluni sono "incompatibili" con le nuove tecnologie e quant'altro... Ma cosa volete quindi, il certificato inciso su pietra per essere ancora più sicuri ???
  • Condivido pienamente il commento del signor Eduardo. Non resta che andare via da questo paese diventato invivibile.
  • si riuscirà così a persguire i tre milioni ed oltre di sciagurati automobilisti che viaggiano senza assicurazione? Altrimenti sarà tutto perfettamente inutile
  • Mi sfugge dove stia lo scandalo in tale innovazione, si vede che sono un ingenuo.
  • Purtroppo ho letto i soliti commenti infarciti di banalità, luoghi comuni e, mi si consenta di dirlo, di fesserie.
     Leggi risposte
  • Perchè non parliamo anche del fatto che il premio RC non è detraibile (neanche il SSN) dal 730? Cos' è, un altro invito a non pagare l' assicurazione auto?
  • Si elimina la carta,sì d'accordo il mondo progredisce,ma meglio stare entro certi limiti mica tutti sono segretari / ragionieri,che hanno dimestichezza elettronica internet.Ha fare fughe in avanti si sbatte poi.
  • In questo caso mi pare che ci sarà solo meno carta in giro; per me va bene!
  • Non mi rimane che constatare l'ineluttabile dei precedenti commenti, con i quali non si può che essere d'accordo. Comunque al peggio non c'è limite, quindi...................
  • Invece di perdere tempo con falsi miti, cercando di far capire agli assicurati che si è sotto controllo tipo Grande fratello, le istituzioni operino sulle storture di un sistema per il quale, le assicurazioni applicano tariffe inique con la sola solita scusante della provincia di residenza, non tenendo conto dei reali abusi e truffe, che possono essere facilmente scoperti, senza troppi voli pindarici. Tariffe RC= un'altra pagina vergognosa di un paese fuori controllo. Condivido pienamente i commenti precedenti.
  • condivido pienamente il suo commento, sig. eduardo.
  • Essendo in Italia e come la maggioranza degli italiani diffido delle cosiddette istituzione mi sente sempre più sotto il grande fratello di orwellinana memoria. Poi sapendo come "ben" funzionano le amministrazioni ne diffido ancor di più., se qualcosa va storto porci rimedio sara dura se non impossibile. E' proprio giunta l'ora di andarsene verso lidi più ospitali.
     Leggi risposte
  • leggi tutto

    FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19456/poster_001.jpg Il record della Stelvio Quadrifoglio al Ring http://tv.quattroruote.it/news/video/il-record-della-stelvio-quadrifoglio-al-ring News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News

    RIVISTE E ABBONAMENTI

    Il nuovo numero di Quattroruote vi aspetta in edicola e in edizione digitaleUn appuntamento da non perdere, che vede il proprio punto di forza nelle prove su strada, impreziosite da analisi ancora più approfondite su prestazioni, dotazioni tecnologiche e confort delle auto e personalizzate per i diversi modelli.

    Quattroruote

    Abbonati a Quattroruote!

    Sconti fino al 41%!

    SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

    UTILITÀ

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >
    Targa
    Cerca