Assicurazioni

Rc Auto
Ania: premio medio stabile a 414 euro nel 2018

Rc Auto
Ania: premio medio stabile a 414 euro nel 2018
Chiudi

La spesa degli italiani per le polizze Rc Auto è risultata l'anno scorso sostanzialmente stabile rispetto al 2018 con un premio medio di 414 euro. È quanto indicato da Maria Bianca Farina, presidente dell'Ania, durante l'assemblea annuale dell'Associazione nazionale delle imprese assicurative. 

In calo rispetto al 2012. Farina ha fatto presente, oltre alla stabilità delle polizze rispetto al 2017, anche alcuni fattori positivi per i consumatori che emergono dal confronto tra i dati dell'anno scorso e quelli del 2012. Per esempio i premi risultano in calo del 25%. Inoltre si è ridotta del 40% la distanza territoriale, da sempre oggetto di polemiche politiche e promesse elettorali, in particolare per la differenza tra Nord e Sud. Infine è diminuito, in modo anche sensibile, il divario con la media dei principali Paesi europei (Francia, Germania, Spagna e Regno Unito). La differenza tra i premi è passata nel giro di sei anni da 213 a 72 euro. 

Ancora troppe frodi. I fattori positivi rilevati dall'Ania, ha spiegato Farina, sono stati determinati dalla forte concorrenza fra le imprese, dalla crescente adozione di soluzioni telematiche come le scatole nere e dal calo delle frodi. Queste ultime rimangono, purtroppo, ancora eccessivamente diffuse. In tal senso l'associazione "ha promosso un Osservatorio che, con il sostegno dei suoi associati e grazie anche al contributo di tutte le istituzioni preposte alla prevenzione e repressione del fenomeno, dovrebbe garantire risultati tali da tradursi in benefici sensibili sui prezzi dell'intera utenza". Tuttavia, Farina ha voluto lanciare un appello alle istituzioni perché l'impegno dell'Ania sulla repressione delle frodi sia accompagnato da una "revisione organica della normativa Rc auto, oggetto fin qui di troppe e non sempre coordinate modifiche". La revisione, ha precisato il numero uno dell'associazione dovrebbe, da un lato, tornare "a valorizzare i principi fondanti della funzione svolta dalla Rc Auto (mutualità, compartecipazione al rischio, sostenibilità tecnica ed educazione ai comportamenti virtuosi) e, dall'altro", tenere "conto dei cambiamenti avvenuti e delle prospettive del sistema di mobilità", come le auto con guida assistita o autonoma, le nuove forme di utilizzo di leasing e di noleggio a lungo termine e il fenomeno dello sharing.

COMMENTI