Assicurazioni

Ivass
Distribuzione polizze assicurative, segnalati tre siti irregolari

Ivass
Distribuzione polizze assicurative, segnalati tre siti irregolari
Chiudi

L’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (Ivass) ha segnalato, tramite una nota stampa, la presenza di tre nuovi siti internet irregolari per la distribuzione delle polizze assicurative.

Polizze contraffatte. I siti biomediaassicura.com, global-service.site e rctemporanea.eu, secondo quanto riferisce l’ente nazionale, fornirebbero ai loro clienti delle polizze contraffatte che rendono, di conseguenza, i veicoli non assicurati. L’Ivass ha, inoltre, colto l'occasione per raccomandare massima cautela nel valutare le offerte pervenute, specie se di durata temporanea, via internet o telefono, consigliando ai consumatori di verificare che i preventivi e i contratti siano riferibili a imprese e intermediari regolarmente autorizzati.

Le linee guida. Sul sito ufficiale dell’ente è possibile consultare l’elenco delle imprese (anche estere) autorizzate a operare in Italia, nonché il Registro unico degli intermediari assicurativi (Rui) e l’Elenco degli intermediari dell’Unione Europea. Inoltre, l’Ivass fornisce anche tutti gli avvisi relativi alle azioni illecite registrate, indicando quali sono le società non autorizzate a esercitare l’attività e i siti intermediari non conformi. L’ente ha peraltro evidenziato che sono irregolari anche i pagamenti effettuati a favore di carte di credito ricaricabili o prepagate, mentre, sul piano dei social media, gli intermediari italiani devono sempre indicare tutti i loro dati identificativi, incluso il numero e la data di iscrizione al Registro.

COMMENTI