La nostra intervista a Orlandini (Car Server) - Quattroruote.it

ISCRIVITI GRATIS
Ricevi gratis la rivista Fleet&Business e la Newsletter
Quattroruote Fleet&Business è la nuova rivista firmata Quattroruote pensata per chi, all’interno delle società, si occupa della mobilità del loro personale e della gestione dei veicoli aziendali.

con il supporto di
Aziende

Noleggio
La nostra intervista a Orlandini (Car Server)

Noleggio
La nostra intervista a Orlandini (Car Server)
Chiudi

Car Server è una società nel settore del noleggio delle flotte aziendali e della gestione della mobilità costituita nel 1994 su iniziativa del Consorzio Cooperativo Finanziario per lo Sviluppo di Reggio Emilia con l’intento di fornire servizi alle imprese; è la più grande società di noleggio a lungo termine a capitale interamente italiano ed è controllata dal gruppo C.C.F.S. Soc. Coop., struttura d’intermediazione finanziaria cooperativa operante sull’intero territorio italiano, alla quale aderiscono le principali cooperative italiane. A oggi, la società conta una flotta di oltre 30 mila veicoli, con 4.000 imprese clienti in Italia, 130 dipendenti e 20 filiali sul territorio. Ecco la nostra intervista all’amministratore delegato, Giovanni Orlandini.

Dalle scelte dei vostri clienti, quali tendenze sono maggiormente emerse nel 2016?
Per quanto riguarda le flotte aziendali, si registra una maggiore flessibilità dei clienti nella scelta della car policy, volta a ottenere soluzioni economiche più vantaggiose. I clienti sono più attenti e aperti alle promozioni e alle offerte proposte da Car Server. Si nota anche un lento spostamento verso soluzioni di mobilità ad alimentazione ecologica. Già nel 2015 le auto ibride avevano registrato un aumento nella nostra flotta del 57%, superando quelle di auto a metano e Gpl.

Quali prospettive intravedete per il 2017?
Il trend ecologico crescerà ancora. Nel giro di qualche anno è probabile il verificarsi di una decisa sterzata verso l’elettrico. Le batterie delle auto, infatti, sono sempre più performanti e le colonnine per la ricarica sempre più diffuse sul territorio.

Che impatto ha avuto sul noleggio a lungo termine il superammortamento?
Il superammortamento ha consentito a noi un vantaggio economico che abbiamo potuto ribaltare sui clienti, garantendo a essi ulteriori risparmi.

Quanto pesa sul vostro business la clientela small (partite Iva, Pmi, artigiani)?
Su 30.000 contratti in essere, quasi 2.000 sono rivolti a Pmi, partite Iva e privati. Se attualmente, quindi, ci attestiamo su un 7-8 %, l’obiettivo per i prossimi anni è quello di raggiungere una quota del 15% del business di Car Server.

Proponete ai vostri clienti le scatole nere? E se sì, con quali risultati?
Siamo a disposizione dei clienti che vogliano installarle nei loro veicoli.

Avete richieste di contratti a medio termine (fino a 24 mesi)?
Abbiamo sempre sottoscritto contratti di 24 mesi. In particolare per tutti i clienti che hanno percorrenze annue elevate, rappresentano una soluzione ottimale che coniuga al meglio le esigenze di performance e sicurezza. Poi, per tutti i clienti che hanno necessità di contratti più brevi, sotto i 18 mesi, siamo in grado di fornire soluzioni temporanee atte a soddisfare l’esigenza.

Che valutazione date dell’impatto sul settore del dieselgate, a un anno di distanza?
L’impatto è stato molto minore di quanto si poteva immaginare un anno fa. I cali nel noleggio sono stati limitati e circoscritti solo ad alcuni dei marchi coinvolti.

Emilio Deleidi

COMMENTI