ISCRIVITI GRATIS
Ricevi gratis la rivista Fleet&Business e la Newsletter
Quattroruote Fleet&Business è la nuova rivista firmata Quattroruote pensata per chi, all’interno delle società, si occupa della mobilità del loro personale e della gestione dei veicoli aziendali.

con il supporto di
Aziende

In Belgio
Bocciato il "cash for car", ma rimane il "mobility budget"

In Belgio
Bocciato il "cash for car", ma rimane il "mobility budget"
Chiudi

In Belgio, la Corte Costituzionale ha annullato la legge del 30 marzo 2018 chiamata “Cash for Car”, che consentiva ai dipendenti di convertire la loro auto aziendale in un'indennità in denaro godendo, sulla carta, di un trattamento fiscale favorevole (di cui, in realtà, ha usufruito solo lo 0,0011% degli aventi diritto).

Perché è stata abrogata. La cancellazione, probabilmente effettiva solo da fine anno, ha due ragioni: primo, l'indennità che compensa la rinuncia a un'auto aziendale beneficia di un trattamento fiscale e previdenziale vantaggioso rispetto alla retribuzione regolare, creando così una differenza discriminatoria di trattamento tra chi ha diritto all’auto per il lavoro e chi no; inoltre, non vi è alcuna garanzia che questa misura possa effettivamente ridurre il numero di automobili sulle strade belghe, e quindi produrre benefici per la collettività.

Mobility budget. Se il “cash for car” è stato bocciato, rimane invece in vigore il cosiddetto “mobility budget”, attivo dal 1° marzo 2019, che consente ai dipendenti idonei di scambiare la propria auto aziendale con un budget da spendere per tre soluzioni alternative di mobilità: la possibilità di richiedere un’auto più piccola, con emissioni di CO2 non superiori a 100 g/km, che diventeranno 95 nel 2021; la chance di utilizzare una parte del budget per le soluzioni di trasporto alternative (abbonamenti a mezzi pubblici, soluzioni di mobilità condivisa come car poolingcar sharingbike sharing o il ride hailing) o per il noleggio auto (fino a 30 giorni all'anno); l’acquisto, il noleggio o il leasing di biciclette, e-bike, ciclomotori e moto elettriche. Il mobility budget, però, prevede, come il “cash for car”, anche la rinuncia in toto all’auto a fronte di un compenso in contanti, soggetto a una tassazione fissa del 38,07%: insomma, c’erano due leggi che permettevano di fare la stessa cosa.

COMMENTI