ISCRIVITI GRATIS
Ricevi gratis la rivista Fleet&Business e la Newsletter
Quattroruote Fleet&Business è la nuova rivista firmata Quattroruote pensata per chi, all’interno delle società, si occupa della mobilità del loro personale e della gestione dei veicoli aziendali.

con il supporto di
Aziende

Mobilità aziendale
Fleet Logistics lancia il MobilityBudget

Mobilità aziendale
Fleet Logistics lancia il MobilityBudget
Chiudi

Germania terra di test per la nuova mobilità. Dopo il debutto del configuratore di 1st Mobility, anche Fleet Logistics sceglie il mercato tedesco per lanciare, nel gennaio 2021, una nuova soluzione per le flotte denominata MobilityBudget, grazie alla quale l'azienda può fornire ai dipendenti una somma (ottimizzata dal punto di vista fiscale) da utilizzare per le esigenze di mobilità, spaziando dal noleggio privato di auto alla mobilità condivisa, fino al trasporto pubblico. Il servizio verrà poi introdotto in altri Paesi nel corso del 2021.

Managed Mobility as a Service. Fleet Logistics ha lanciato questo nuovo servizio per trasformarsi, da mero fornitore di tecnologia e di servizi per la gestione delle flotte, in provider a tutto tondo di nuove soluzioni di mobilità. "L'auto aziendale non è più la sola opportunità per la mobilità dei dipendenti. Per questo motivo stiamo ampliando le opzioni di mobilità, sempre più flessibili, che offriamo" ha detto Steffen Schick, ceo di Fleet Logistics, spiegando che questo è ciò che la sua società chiama "Managed Mobility as a Service (MMaaS,) per differenziarlo dalla Mobility as a Service (MaaS)”. Alle parole di Schick fanno eco quelle del senior product manager Patrick Averweg: “MobilityBudget si applica a tutti i dipendenti indipendentemente dall'utilizzo dell'auto aziendale. Il datore di lavoro può implementare questa soluzione come alternativa o come aggiunta a un'auto assegnata, come compensazione salariale per i nuovi assunti o per i dipendenti che ricevono un aumento di stipendio. È una soluzione ideale per le aziende con diverse sedi, che molto spesso non sono in grado di soddisfare i diversi ecosistemi locali di mobilità". La società intende proporla in tutti i mercati in cui è operativa: si tratta di 27 Paesi e di oltre 180 mila veicoli gestiti. Tale processo, naturalmente, andrà a privilegiare inizialmente i mercati più vantaggiosi in termini di tassazione.

COMMENTI