ISCRIVITI GRATIS
Ricevi gratis la rivista Fleet&Business e la Newsletter
Quattroruote Fleet&Business è la nuova rivista firmata Quattroruote pensata per chi, all’interno delle società, si occupa della mobilità del loro personale e della gestione dei veicoli aziendali.

con il supporto di
Aziende

Bilanci
Conti contrastati per il 2020 di ALD Automotive

Bilanci
Conti contrastati per il 2020 di ALD Automotive
Chiudi

Un 2020 difficile per ALD Automotive nel mercato globale, con margini dei contratti di noleggio lungo termine e dei servizi in calo di 40 milioni di euro e un ricorso a maggiori accantonamenti per un 2021 ancora piuttosto incerto. A fine dicembre la flotta gestita dalla società di noleggio di Société Générale ammontava a 1,76 milioni di unità, mentre sono stati i 61,1 i milioni di euro incassati dalle vendite di auto di seconda mano. "Il 2020 ha spinto le aziende e gli individui fuori dalla loro zona di comfort. In ALD, abbiamo rapidamente adattato i nostri modi di lavorare con clienti e partner per lanciare nuovi prodotti e servizi […]. La nostra performance operativa e finanziaria nel 2020 è stata forte nonostante l'inclusione di diversi accantonamenti che riflettono potenziali rischi futuri. I nostri strumenti di remarketing hanno ancora una volta dimostrato la loro efficienza e fornito una performance record. Nel contesto attuale, ALD rimane aperta alle opportunità pur prestando molta attenzione ai costi. Anche se il 2021 continua a portare molte incertezze, siamo fiduciosi di essere sulla strada giusta per realizzare il nostro piano strategico Move 2025 che posiziona ALD al centro del mondo della mobilità in continua evoluzione”, ha commentato i risultati Tim Albertsen, ceo di ALD che, in Italia, registra una perfomance nelle nuove immatricolazioni piuttosto negativa: -42,65% e oltre 16.500 unità mancanti all’appello. 

Più marginalità nel 2021. Se l'impatto della pandemia si attenuerà gradualmente nel corso dell'anno e le condizioni economiche miglioreranno grazie a un forte stimolo di politica macroeconomica da parte dei governi, il business di ALD dovrebbe tornare a stabilizzarsi, anche se il mancato rinnovo dell’accordo con un grande partner a causa della sua bassa redditività - ma che vale ben 80 mila contratti - dovrebbe comunque far calare i volumi della società transalpina, accrescendo però nel contempo la marginalità. Aiutata anche dalla vendita di auto di seconda mano, la cui domanda rimane forte.

Il piano Move 2025. I principali obiettivi del piano strategico di ALD Move 2025 puntano a 2,3 milioni di contratti, anche attraverso delle acquisizioni, con margini in crescita e un rapporto costi/ricavi (escluso il risultato delle vendite di auto usate) che salirà dal 46%  di oggi al 48% entro il 2025. Naturalmente cresceranno le immatricolazioni di auto full electric, che saranno circa il 30% del totale entro il 2025, facendo così di abbassare del 40% le emissioni della flotta gestita. Si prevede che il noleggio ai privati e di auto usate e ALD Flex saranno i principali motori della crescita della flotta finanziata di ALD, mentre la crescita del business "non finanziato" vedrà uno spostamento verso la sua offerta di servizi di mobilità di ALD Move e una maggiore selezione nelle soluzioni di Fleet management. 

COMMENTI