Le macchine da lavoro, come gli escavatori, in modo del tutto simile alle auto a noleggio a lungo termine, nuove e ben accessoriate, sono sempre ad alto rischio di furto, e rafforzare la loro protezione, massimizzando allo stesso tempo i dati di gestione della flotta e rendendo più efficace la logistica, attraverso un monitoraggio costante e in real time sul parco mezzi, sono obiettivi sempre più importanti per i grandi gruppi che operano nei cantieri. Con questo proposito, è stato siglato un accordo tra CGTE, colosso del noleggio multi specialista di macchine da lavoro, in particolare i noti Caterpillar, e  LoJack, leader nelle soluzioni telematiche e nel recupero dei veicoli rubati. Al momento, l’intesa è stata sviluppata per il mercato nazionale, consolidando la partnership già presente da anni nel mercato statunitense tra CalAmp e Caterpillar. In Italia, saranno circa 4.000 i mezzi della flotta CGTE sui quali sarà installata la doppia tecnologia LoJack. Sul fronte del contrasto ai furti dei mezzi, la radiofrequenza (non schermabile, in grado di superare anche le barriere fisiche come container, capannoni, parcheggi sotterranei e garage) sarà abbinata alle soluzioni telematiche che consentono di tenere sotto controllo i parametri di utilizzo dei mezzi, verificandone in tempo reale i chilometri percorsi, il livello di carica della batteria e una serie di allarmi quali l’eventuale accensione e spostamento del mezzo fuori dalla fascia oraria lavorativa, lo scollegamento del dispositivo, l’entrata o l’uscita da una determinata area. Gli eventuali alert, se attivati, saranno gestiti dalla Centrale operativa LoJack, attiva 24 ore su 24, che procederà con le verifiche e, nel caso di furto, avvierà le ricerche. Sul versante della logistica, i dispositivi LoJack consentiranno a CGTE di localizzare in qualsiasi momento tutti i mezzi in flotta, controllare la gestione dei tagliandi effettuati dagli stessi e verificare le ore di accensione del veicolo, elemento prezioso per definire il suo reale utilizzo. “L’accordo con LoJack rappresenta per CGTE una partnership strategica e con grandi prospettive di crescita in futuro”, ha dichiarato Massimo Rossi, ad di CGTE. “Questo passo va nella direzione di aumentare la qualità dei servizi: grazie a sistemi di connettività più evoluti, garantiremo standard di utilizzo ancora più elevati”.