ISCRIVITI GRATIS
Ricevi gratis la rivista Fleet&Business e la Newsletter
Quattroruote Fleet&Business è la nuova rivista firmata Quattroruote pensata per chi, all’interno delle società, si occupa della mobilità del loro personale e della gestione dei veicoli aziendali.

con il supporto di
Aziende

Axodel
Anche le elettriche nella piattaforma per flotte e sharing

Axodel
Anche le elettriche nella piattaforma per flotte e sharing
Chiudi

Sono quasi vent’anni, esattamente dal 2003, che Kuantic progetta soluzioni dedicate alla gestione e all'ottimizzazione delle flotte di veicoli aziendali, e ora con la svolta elettrica procede nello sviluppo di soluzioni integrate per i veicoli a batterie. Presente nel nostro paese con Axodel Italia, il gruppo Kuantic è di fatto diventato uno dei protagonisti nel mercato europeo della telematica di bordo, fornendo la propria tecnologia ai grandi nomi dell'industria automobilistica mondiale (dalle auto ai commerciali leggeri, fino ai camion). La rivoluzione dei trasporti e della mobilità richiede nuovi strumenti, dispositivi e piattaforme per gestire i flussi di dati corrispondenti ai modelli di veicoli con motori elettrici/ibridi messi in commercio dalle Case. E Kuantic sta sviluppando soluzioni in grado di coprire tutti i veicoli, indipendentemente dalle scelte fatte dai gestori di flotte in termini di marchi e motori. Questo vale per dati API (interfaccia di programmazione delle applicazioni), piattaforme telematiche di Fleet management, hardware e sistemi completi di car sharing. Su questo fronte, per esempio, Kuantic ha collegato per 6 mesi una flotta di 130 diversi veicoli PSA. I due partner hanno così assicurato non solo l'affidabilità dei flussi di dati riportati, ma hanno anche collaborato alla loro trasmissione nella piattaforma di Fleet management telematico di Axodel e nei sistemi di car sharing, per trasformarli in veri dati aziendali di decisione e funzionamento. “PSA ha annunciato nel 2019 che tutti i suoi nuovi modelli di veicoli avranno sistematicamente una versione ibrida o completamente elettrica. Entro il 2021 verranno lanciati 14 nuovi veicoli elettrificati. È un balzo in avanti che tutti i costruttori stanno facendo e a cui Kuantic risponde e supporta con un focus particolare e con leadership tecnologica”, spiega Samuel Vals, direttore commerciale di Kuantic. "In parallelo, stiamo portando avanti con Renault e diversi altri brand una gamma di test sugli ibridi plug-in“.

Un supporto nella transizione. Kuantic sta lavorando a nuovi schemi di presentazione dei dati in un ambiente multimodale, con veicoli multimarca termici, elettrici e ibridi plug-in. Oltre ai consueti dati telematici, i veicoli ibridi ed elettrici riportano una serie di nuovi indicatori sulla ricarica: tempo di ricarica rimanente, velocità di ricarica, autonomia, connessione a una stazione di ricarica, costo della ricarica, utilizzo di carburante per un'ibrida, media consumo di carburante durante un viaggio, eccetera. Questi indicatori hanno un valore intrinseco, perché si può ad esempio calcolare un costo chilometrico in base al prezzo di kW/h della ricarica dell'auto. Si tratta anche di mettere in relazione questo costo con il prezzo del carburante per i motori termici, per stabilire una scala comparativa. “Kuantic si è sempre posizionata come partner dei gestori di flotte. I nostri strumenti li aiutano a utilizzare i nuovi motori essendo guidati da metriche decisionali reali”, spiega Vals. “La transizione ecologica diventa molto più motivante in quanto è possibile analizzare razionalmente il comportamento sui singoli tragitti e, in ultima analisi, l'impatto complessivo sul Tco (Total cost of ownership) e attuare le politiche di Social corporate responsibility in maniera efficace. Per esempio, è possibile, tra le altre cose, abbinare il tipo di veicolo ottimale a ciascun profilo di conducente o missione", conclude Vals. Anche perché, a breve, la transizione subirà un’accelerazione ancora più forte per le politiche europee e non solo: la lotta al cambiamento climatico e all'inquinamento atmosferico nelle grandi città stanno portando a nuove normative nazionali e regionali, con la conseguenza che diverse città in Europa hanno annunciato divieti alla circolazione dei veicoli diesel entro il 2025.

COMMENTI