ISCRIVITI GRATIS
Ricevi gratis la rivista Fleet&Business e la Newsletter
Quattroruote Fleet&Business è la nuova rivista firmata Quattroruote pensata per chi, all’interno delle società, si occupa della mobilità del loro personale e della gestione dei veicoli aziendali.

con il supporto di
Aziende

L'intervista
Fiandanese (BMW): “Nel 2023 proporremo 25 modelli della gamma xEV”

L'intervista
Fiandanese (BMW): “Nel 2023 proporremo 25 modelli della gamma xEV”
Chiudi

Fabio Fiandanese è il corporate direct & special sales manager della BMW Italia. Ecco la sua visione sul momento attuale del settore delle auto aziendali.

Crisi dei microchip: come la state affrontando, per il mondo dei clienti aziendali?
Siamo costantemente in contatto con i nostri clienti, per gestire al meglio la situazione, con trasparenza e offrendo consulenza e supporto quotidiano. Il BMW Group ha messo in campo tutte le misure possibili per fronteggiare questa nuova e difficile sfida. Abbiamo attuato cambiamenti sostanziali nel nostro ciclo produttivo, assorbendo il più possibile tutti i potenziali impatti e oggi, grazie al nostro sistema di produzione altamente flessibile, stiamo minimizzando le conseguenze della mancanza di microchip.

Dopo anni consacrati soprattutto ad Adas e infotainment, come pensate vadano ora riviste le car policy?
Stiamo guidando la costruzione delle car policy ponendo al centro le necessità e le esigenze dei nostri clienti, accompagnandoli su una comune strada di sostenibilità e sviluppo congiunto. Cerchiamo di promuovere sempre un approccio consulenziale, che permetta di mantenere una relazione fortissima come base di ogni relazione commerciale; al contempo, ricerchiamo una modalità di conduzione del business semplice, efficace e flessibile, come valore aggiunto in ogni nostro sforzo quotidiano. Adas e infotainment restano comunque fondamentali all’interno delle car policy in termini di sicurezza e confort, così come si va affermando la ricerca di soluzioni che riducano l’impatto ambientale, a vantaggio della sostenibilità delle flotte.

Elettrificazione: a che punto è la richiesta del mondo b2b di queste auto e dei relativi servizi?
Il mondo b2b si è dimostrato altamente ricettivo su questo fronte e sta facendo la propria parte nel percorso di transizione verso la mobilità elettrica. LA BMW ha letto in anticipo il mercato, supportando questi trend con un’offerta di vetture elettrificate in continua espansione: basti pensare che arriveremo al 2023 con un’offensiva di 25 modelli xEV, dei quali 13 puramente elettrici. Inoltre, completeremo l’offerta con servizi collegati, a partire dalla ricarica dei veicoli. L’implementazione efficace dei piani di sviluppo dell’infrastruttura di ricarica, sia sulla rete autostradale sia urbana, può davvero costituire la spinta decisiva per la definitiva espansione della mobilità elettrica.

Italia, terra di Pmi e professionisti: come cercate di raggiungere questo target?
Con un approccio su misura, che soddisfi l’intera varietà di clienti, dalle aziende di maggiori dimensioni alle Pmi e ai professionisti. Sul territorio italiano, il panorama di questi clienti è esteso e frammentario: parliamo di circa 4 milioni e mezzo di partite Iva, che certamente bisogna cercare d’intercettare con attenzione, puntando a soddisfare la quota più ampia possibile. Su questo fronte ci avvaliamo delle attività del nostro field, sempre massimizzando la forza, la competenza e la presenza territoriale della nostra rete ufficiale di concessionari, pilastro fondante della strategia di espansione del nostro business. Una larga parte delle nostre vendite coinvolge le partite Iva e, in questo, la nostra rete gioca un ruolo fondamentale per raggiungere questa importante fetta di clientela e di business.

COMMENTI