ISCRIVITI GRATIS
Ricevi gratis la rivista Fleet&Business e la Newsletter
Quattroruote Fleet&Business è la nuova rivista firmata Quattroruote pensata per chi, all’interno delle società, si occupa della mobilità del loro personale e della gestione dei veicoli aziendali.

con il supporto di
Aziende

Politiche sociali
Due anni di Forfait mobilità in Francia

Politiche sociali
Due anni di Forfait mobilità in Francia
Chiudi

Un paese con un’impronta sociale sempre molto forte come la Francia non poteva non includere nelle sue scelte politiche anche il diritto alla mobilità per i suoi cittadini. Con un focus sulla mobilità aziendale. E dopo l’annuncio di Macron sul noleggio auto mensile a 100 euro, il Pacchetto sulla mobilità sostenibile (Forfait mobilités durables) nato grazie alla Legge sull'orientamento alla mobilità del 24 dicembre 2019 (Loi d'orientation des mobilités) e introdotto il 1° gennaio 2020, sta guadagnando posizioni: secondo i risultati del secondo Barometro del pacchetto mobilità sostenibile realizzato da Ademe, Via ID ed Ekodev interpellando oltre 900 realtà aziendali transalpine, quest’anno il 38% delle aziende del settore privato ha implementato questo meccanismo tra i propri dipendenti, 12 punti percentuali in più rispetto al 2021, mentre sono il 48% le società del settore pubblico ad averlo adottato.

2022_dasti_loi_mobilité

434 euro a lavoratore. Anche l’importo medio riconosciuto per ciascun lavoratore è aumentato, nell’8%, arrivando a 434 euro. "Per la maggior parte delle aziende (57%) il pacchetto mobilità sostenibile viene corrisposto in un'unica soluzione, subordinata alla tipologia di trasporto scelto. E quasi 9 datori di lavoro su 10 si avvalgono della dichiarazione giurata del dipendente per avviare il forfait" si legge nella ricerca. Tra i datori di lavoro privati ​​intervistati dal Barometro, il 93% ha concesso il forfait mobilité legato alle due ruote, mentre il 56% al carpooling. La bicicletta appare così come un elemento imprescindibile in ogni tipo di territorio, sia urbano che rurale, mentre il carpooling è più una modalità scelta nelle aree rurali (74%), dove il trasporto pubblico è meno presente, rispetto alle aree urbane o periurbane (50%). Il 46% hanno scelto invece il trasporto pubblico (esclusi gli abbonamenti) e solo il 13% delle aziende lo ha aperto a tutte le modalità. Il barometro mostra che il principale ostacolo alla diffusione del forfait per i datori di lavoro è la dotazione di bilancio da stanziare (40%), il 30% degli intervistati cita anche la mancanza di comprensione e informazione sull'argomento e il 23% l'implementazione di altre soluzioni che limitano l'interesse del pacchetto. In tale contesto, il datore di lavoro può decidere se destinare una somma di denaro (in capitale o in base alle spese appunto sostenute dal lavoratore dipendente) oppure decidere di ricorrere a un voucher mobilità, una soluzione di pagamento specifica, dematerializzata e prepagata che, come i ticket restaurant, dà diritto a diversi servizi di mobilità dei partner convenzionati. Le modalità di utilizzo sono state stabilite dal decreto n.2021-1663 del 16 dicembre 2021.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Politiche sociali - Due anni di Forfait mobilità in Francia

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it