ISCRIVITI GRATIS
Ricevi gratis la rivista Fleet&Business e la Newsletter
Quattroruote Fleet&Business è la nuova rivista firmata Quattroruote pensata per chi, all’interno delle società, si occupa della mobilità del loro personale e della gestione dei veicoli aziendali.

con il supporto di
Aziende

Telematica
La crescita del traffico aeroportuale monitorato da Targa Telematics

Telematica
La crescita del traffico aeroportuale monitorato da Targa Telematics
Chiudi

Un'inedita analisi quella dell'osservatorio mobilità di Targa Telematics che certifica come nei primi sei mesi del 2022 gli aeroporti italiani sono all'85% di attività rispetto allo stesso periodo del 2019, con un maggio al 96% e con il 100% sempre più vicino nei prossimi mesi estivi. L'analisi della società di telematica trevigiana, ma con sedi anche a Torino e a Londra e filiali a Madrid, Lisbona e Parigi, riguarda infatti l'utilizzo orario dei mezzi aeroportuali, che hanno a bordo proprio i sistemi di gestione di Targa Telematics. Gli aeroporti italiani risultano operativi tanto quanto quelli inglesi – da sempre considerati un punto di riferimento dal punto di vista del traffico e della presenza di passeggeri – che confermano anche loro nei primi sei mesi del 2022 di essere a circa l'84% di operatività rispetto allo stesso intervallo di tempo del 2019, anche se con molti più problemi per ragioni organizzativi e di mancanza di personale rispetto agli scali tricolori.   

Due milioni di asset connessi. La società telematica guidata da Nicola De Mattia e partecipata al 50% dal fondo VII di Investindustrial, gestisce in totale oltre due milioni di asset tra connessi e distribuiti, inclusi appunto i veicoli che operano all’interno delle aree degli aeroporti, e nel 2021 ha registrato un giro d’affari di 49 milioni di euro. Targa Telematics conta 140 dipendenti e più di 950 clienti. 

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Telematica - La crescita del traffico aeroportuale monitorato da Targa Telematics

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it