Legge di stabilità Auto storiche: esenzione bollo solo per le trentenni

×
 

Una riga e mezza ripetuta due volte, all’articolo 30 e all’articolo 44. Così il ddl Stabilità cancella l’esenzione dal pagamento delle tasse automobilistiche per i veicoli di particolare interesse storico e collezionistico dopo 20 anni dalla fabbricazione.
Il colpo di spugna riguarda la legge 21 novembre del 2000 che, appunto, disciplinava le tasse automobilistiche “per particolari categorie di autoveicoli”. Il provvedimento del governo abroga il comma 2, che definiva il concetto di “particolare  interesse storico e collezionistico (veicoli costruiti specificamente per le competizioni; veicoli costruiti a scopo di ricerca tecnica o estetica, anche in vista di partecipazione ad esposizioni o mostre; veicoli che rivestano un particolare interesse storico o collezionistico in ragione del loro rilievo industriale, sportivo, estetico o di costume)  e il conseguente comma 3 (i veicoli indicati al comma precedente sono individuati, con propria determinazione, dall'Asi e, per i motoveicoli, anche dalla Fmi. Tale determinazione è aggiornata annualmente).
Il ddl non tocca invece il comma 1, che prevede l’esenzione dal pagamento delle tasse automobilistiche tasse automobilistiche “i veicoli e i  motoveicoli,  esclusi quelli adibiti a uso professionale, a decorrere dall'anno in cui si compie il trentesimo anno dalla loro costruzione”. F.D.R.

Mauro Calabrese

Solite leggi per spennare gli italiani, oramai questi politici non sanno più dove arraffare soldi.

COMMENTI

  • Solite leggi per spennare gli italiani, oramai questi politici non sanno più dove arraffare soldi.
  • Solite leggi per spennare gli italiani, oramai questi politici non sanno più dove arraffare soldi.
  • PER ME SI RISOLVEVA IL PROBLEMA FACENDO PAGARE UNA TASSA DI PROPIETA' E NON DI CIRCOLAZIONE COM'E' ADESSO DI € 20/30 A TUTTI I VEICOLI VENTENNALI E MAGARI DI €10 A TUTTI I PLURI TRENTENNALI
  • Se ci fanno pagare il bollo per tutto l'anno almeno non potranno piu' impedirci di usare le nostre euro 0 nei mesi invernali.....ma quei fottuti ladri sono capaci di tutto....
  • ma e' retroattiva oppure da quando e' in vigore effettivamente?
  • solita porcata all'italiana, se facessero come per le moto con l'elenco di quelle di interesse storico.......tipo le UNO turbo, le Delta integrali di ultima serie,le prime Impreza, alla fine auto sportive che non hanno fatto numeri altissimi di vendite. Ma questa legge è retroattiva ?
  • infatti secondo me il governo non sa nemmeno quello che fa , qualcuno erroneamente gli avrà detto che i veicoli che che sono esentati dal pagamento della tassa di proprietà a favore di una tassa di circolazione forfettaria sono 4 milioni (fonte del presidente ACI)e avranno avuto la bava alla bocca e gli occhi come zio paperone facendo i conti. Ma da dove escono questi numeri?Basta vedere il numero delle certificazioni nei registri ASI e eliminare le vetture che hanno 30 o più anni e dal risultato vediamo che sono (fonte ASI , ma controllabile senza problemi ) 325000.Mi sembra che ci sia notevole differenza da 4 milioni , andranno a distruggere oltre la storia di un periodo epico dell'automobilismo (anni 80-90) anche un indotto che era in crescita. Intanto noi con le nostre belle cerficazioni fatte in regola ce la prendiamo in quel posto perchè cambiano le regole quando i giocatori sono già in campo . Per quanto riguarda i ricconi questo provvedimento a loro non interessa perchè le loro belle automobilone nuove le hanno già targate all'estero mediante una loro piccola società estera. Per il problema dell'inquinamento vorrei rammentare che le nostre belle auto nuove euro 5-6 inquinano poco quando funzionano bene , ma quando tutti quei bei catalizzatori e fap si intasano inquinano un disastro e nessuno li cambia perchè in certi casi costano quasi come l'auto e allore le offine entrano in centralina azzerano come se il catalizzatore fosse stato cambiato e ti fanno mettere un pulitore nel carburante e poi con una bella tirata in autostrada tutte le particelle intrappolate nei catalizzatori escono dallo scarico , e che bella ecologia. Basterebbe fare solo più controlli su certificazioni e il problema è risolto , ma tanto questo governo dice che ha abbassato le tasse
  • Ma aprite gli occhi! Questa è un'associazione a delinquere dove gira e rigira a pagare siamo sempre noi, non i ricchi che se ne sbattono del bollo in più o in meno, ma noi, che le macchine le amiamo, ci viaggiamo, ci lavoriamo e, perchè no, le acquistiamo perchè ci rievocano il passato e i ricordi. Come al solito, per evitare il "caso particolare" si danneggiano tutti gli altri con estrema superficialità, ottenendo SOLO danni per l'economia. L'unico mercato automotive (l'epoca) che sta andando controcorrente rispetto alla crisi e che dà lavoro a un sacco di gente tra auto, ricambi, riparazioni, eventi, e in più salvaguarda il nostro patrimonio moto-automobilistico rischia un crollo totale. Basterebbe solo la volontà di andare più a fondo del problema, con più controllo e l'attestato di veicolo storico a chi se lo merita veramente e non ad un qualsiasi catorcio di 20 anni. E poi, seppure possiedo un catorcio di 20 anni, forse non è che me lo tengo per vezzo o per passione, ma perchè grazie allo stato non ho più un euro per piangere o non ho una pensione umana, e allora si potrebbe anche chiudere un occhio visto il momento. Ma invece no... BISOGNA COMPRARE LE AUTO NUOVE PER FAR ARRICCHIRE LE CASE AUTOMOBILISTICHE (seppure in questo momento di gente che può acquistare auto nuove ne vedo poca), la sicurezza e l'inquinamento sono solo pretesti se consideriamo la quantità di auto di questo tipo in circolazione. In più, se compro un'auto nuova, non mi fanno pagare il bollo perchè non inquina, però guarda caso, dopo qualche anno me lo fanno pagare, costringendomi di nuovo a comprare un'auto nuova. Ma perchè? Se prima la mia auto non inquinava, dopo 3 anni diventa magicamente inquinante?? Così, oltre alla svalutazione disarmante che subirebbe la mia auto, ci dovrei anche pagare le tasse? E chi può permettersi di comprare un'auto nuova ogni 3 anni? Ma il buon senso? Far pagare il bollo (storica o nuova) non in base all'emissioni, non in base alla potenza, non in base agli anni, ma semplicissimamente in base al valore del mezzo? Come per tutte le altre cose? Troppo semplice forse...
  • Il servizio di Report non tiene conto del costo per la certificazione ASI dei veicoli. Io ho speso 180,00 Euro per il certificato di origine, più 190,00 Euro per l'ASI. Totale: 370,00 Euro. Ora posseggo un attestato emesso da un ente governativo, ma è come cartastraccia. Il bollo auto in realtà si chiama tassa di possesso e non centra nulla con la vecchia tassa di circolazione. Prima di certificare ASI la mia auto, pagavo 30,00 Euro all'anno, perché così prevede la legge in Lombardia per tutte le auto con almeno 20 anni. Considerando che l'iscrizione annuale al club storico mi costa 41,00 Euro, in realtà pago 11,00 più di prima. Ogni regione ha le sue leggi. Il giorno che la Regione Lombardia mi chiederà di pagare il bollo intero, come per le auto nuove (972,00 Euro), naturalmente mi adeguerò. Quest'anno ho percorso circa 280 km e non credo che ne farò più di 300 in totale. Nessuno sano di mente farebbe 20.000 km all'anno con una vettura con più di vent'anni, perché la manutenzione sarebbe troppo elevata.
  • E' ora di finirla con quest'ipocrisia. Non si chiama "Bollo Auto", si chiama "Tassa di Possesso". E francamente non comprendo perché un'auto vecchia debba pagare una tassa di possesso che spesso supera il valore del veicolo stesso. Io ho fatto certificare la mia auto nel rispetto delle leggi vigenti e non mi piace essere considerato un approfittatore. Per certificare ASI la mia vecchia Porsche ho speso 180,00 Euro per il certificato di origine più 190,00 Euro per l'ASI. Totale: 370,00 Euro. Oltretutto, debbo pagare 41,00 Euro l'anno si iscrizione al club storico. Il tutto per "evadere" un bollo che in Lombardia ammonta a 30,00 Euro l'anno per tutte le auto che abbiano compiuto i vent'anni, indipendentemente dalla loro appartenenza al registro storico.
  • al posto di punire i soliti furbetti dell'asi si è voluto punire tutti.Macchine €0 con tanti cv saranno destinati allo sfasciacarrozze.....che peccato.
  • Qualcuno sa se tolgono il superbollo nel 2015?
  • solita politica dettata dalle lobby. tassare le vecchie e renderle non appetibili, per poter vendere i catorci di plastica di oggi, che si rompono subito domani.
  • Un "bocconiano" ha già fatto un esperimento del genere con la nautica. Le barche sono finite in Francia, Croazia, Slovenia, Grecia ecc. portandosi dietro soldi e lavoro. molte non sono ritornate perché si trovano bene dove stanno. Questo come cittadino lo considero un danno erariale per tutta la collettività. Chi ha veicoli di un certo interesse potrà alienarli a qualche società estera che li lascia al proprietario con una targa nuova. Così si conserva il veicolo e le tasse le paghiamo agli stranieri. Mi sembra che il provvedimento non si discosti da quanto visto finora.
  • E meno male che forse dovevano togliere il bollo per i primi 3 anni alle nuove vetture. Lo hanno rimesso pure per quelle d'epoca.
  • Mi dite obiettivamente parlando quali auto dal 1985 ad oggi possono essere considerate auto storiche?
  • Chi gli trova valore storico, che se le mantenga. Chi non gli trova valore storico ma le vede come spazzatura, é giusto non si mangi l'inquinamento che producono solo per risparmiare sulle tasse.
     Leggi risposte
  • premesso che mi pare qui stiam tutti scrivendo prima di aver fatto "i conti con l' oste" ... (non sappiam come verra' rimodulato/ricalcolato, magari una cifra fissa piu' elevata, magari ... boh ... ) non ditemi che non era uno spasso poter pagare 20 / 30 euro di bollo all' anno con moto o auto "storiche" ... da usare a piacere !!! esempio "Deutsch" (da articolo di Auto Motor und Sport ... "der Steuersatz unabhängig vom Hubraum nur rund 192 Euro beträgt. ") qui si pagano 192 Euro "fissi"
     Leggi risposte
  • E vai col liscio dopo avere affossato il mercato del lusso col superbollo ecco la nuova trovata, affossiamo il mercato delle storiche dai 20 ai 30 anni, facendo pagare il bollo, ma con quale tariffa (euro sottozero???).La solita incapacità di prendere provvedimenti seri ed equi, qua si spara nel mucchio come sempre. E ora di dire basta, gli automobilisti sono stufi di essere spremuti come limoni, di essere presi per il c..o!!! Ma negli altri stati membri come funziona la regolamentazione delle auto storiche??Bisogna fare sentire la voce di chi vive con la passione per le auto siano di 20 o 30 anni e investe DENARO nella loro cura, favorendo un indotto che giova alle casse dello stato. Qui per punire Qualcuno si affossa tutto un settore (che tra l'altro andava bene).Tutti a Roma con le Youngtimer sotto al Quirinale, Blocchiamo sti incapaci che tra l'altro nessuno li ha votati!!!!!!!!!!
  • Complimenti! Dopo il disastro dei superbolli ci mancava anche questa "furbata". Ma chi le pensa? Art. 1: L' Italia è una Repubblica democratica, fondata sui VEICOLI!
  • Di retorica su quanto sia assurdo e sbagliato questo provvedimento ne è stata fatta tanta, e non aggiungo la mia, limitandomi a dire che da Renzi era il minimo aspettarsi una cosa del genere. Ma non volendola buttare in politica, a me premerebbe capire semplicemente un paio di cose pratiche: risiedo in Toscana, e possiedo un'auto di 17 anni, soggetta a un bollo monstre di 930 Euro, altri 60 Euro di Superbollo, e che dal maggio 2017 non sarà più soggetta al Superbollo. Ora, leggendo la legge regionale della Toscana in fatto di Bollo Auto, si evince che la mia auto, che verosimilmente è di interesse storico ASI (ma questo non conta, a quanto si capisce dal sito della Regione), non è esentata dal pagamento del Bollo, ma che questo viene ridotto alla cifra di 63,00 Euro. Ora, a me sta benissimo pagare 63 Euro di bollo e non mi straccio assolutamente le vesti per doverlo fare: mi devo aspettare che a maggio 2017 mi vengano chiesti nuovamente 930 Euro, defalcandomi i 60 di superbollo (bontà loro...) oppure me la potrò cavare coi 63 Euro?
  • questo sarà un altro provvedimento che farà danni come quello del rettore della Bocconi sulle auto di elevata potenza: ovvero la perdita di tutto l'indotto virtuoso che una storica (anche se trattasi di Fiat Panda del 1988) porta....come... batteria ogni 5-7 anni, marmitte, gomme ogni 10, silent block, 65 euro di revisioni biennali, ecc. ecc. Monti nel paese dove le auto sportive sono di casa (Ferrari, Maserati, Lamborghini ecc) ha tassato le auto sportive facendo scappare all'estero buona parte di quelle immatricolate e facendo crollare le vendite di quelle nuove (con perdita di posti di lavoro). Renzi nel paese dove la cultura dell'auto e delle moto e radicata ed ha generato molte vere e proprie opere d'arte farà scappare: all'estero (quelle di maggior interesse e valore) dal demolitore (quelle degli appassionati collezionisti meno abbienti) in esenzione dal concessionario compiacente (quelle di elevato valore e bollo solitamente di proprietà di chi di soldi ne ha tanti). IL TUTTO CON ALTRETTANTA PERDITA DI POSTI DI LAVORO
  • E dimenticavo....chi parla di catorci si ricordi bene che buona parte delle auto che necessitano restauri sono dei catorci. E quindi coloro che già si accollano spese assurde ed antieconomiche per rimettere in stato di grazia auto bisognose di interventi devono pure essere penalizzati pagando il bollo?!?!!??
  • Signori.... da uno che da 80 euro a chi ha già il lavoro (invece di creare con quei soldi nuovi posti di lavoro); da uno che con un giro di ragionamenti apparentemente virtuosi di fatto va a indebolire l'articolo 18; da uno che ti esce sorridente nel tg (ad agosto) dicendo "da quando c'è questo governo piove....facciamoci delle domande........diamoci delle risposte" (se lo faceva la Merkel la ritiravano in qualche struttura); da uno che ha contribuito a riomologare politicamente chi era moralmente da lasciare alla sua vecchiaia ed alle sue donnine (dell'età delle sue nipoti o anche più giovani).... da uno che ha fatto accantonare in un modo tutt'altro che democratico il povero Enrico Letta.... che cosa ci dobbiamo aspettare?!?!?! In italia siamo famosi per far scappare le opere d'arte all'estero....e come opere d'arte ....come intendo la 127 di Pio Manzù.... intendo anche le Z3 che ora sono a poca distanza dal ventesimo anno e pure le Fiat Uno (soprattutto la prima serie). VADA A TASSARE COLORO CHE HANNO SOLO ED ESCLUSIVAMENTE LA STORICA. Faccia un legge che consente le agevolazioni storiche a chi ha già intestata a se una autovettura under 20 o 15 o come preferisce (chi ha come me una punto a metano col cavolo che usa una vecchia Delta HF 1.6 per andare al lavoro). In questo modo tutti coloro che hanno come auto principale la storica verrebbero penalizzati, e gli altri appassionati (non milionari) continuerebbero giustamente ad essere agevolati.
  • Anche io all'inizio ero contro questa abominevole ingiustizia di esenzioni da una legittima tassa. Poi ho letto, mi sono minimamente documentato ed ho finito per guardare la cosa da una prospettiva diversa. La legge 342/2000 che istituiva l'esenzione dalla tassa di proprietà (bollo) per ALCUNE ventennali aveva uno scopo nobilissimo - chi l'ha letta lo sa - , ma purtroppo lasciava anche spazio ad enti privati come l'ASI per eventuali speculazioni. La VERA ingiustizia da correggere era questa: imporre all'ASI di attenersi alla norma e non di interpretarla a proprio vantaggio includendo TUTTI i modelli di auto tra le categorie candidabili a divenire storiche col solo scopo di gonfiare le iscrizioni e quindi i proventi dell'ASI. Assolvo invece i proprietari che hanno usato tale escamotage - perchè di questo si tratta - per il semplice motivo che, per una volta, si aveva la possibilità di mitigare il costo di una tassa sproporzionata rispetto al valore intrinseco del veicolo. E l'ipocrisia e l'invidia tutta italiana oscurano la mente, facendo dimenticare che si invoca sempre la riduzione delle tasse solo quando però a pagare meno tasse sono una minoranza... Per quanto riguarda questioni meramente tecniche posso solo racchiudere il mio pensiero nella seguente raffronto: non vedo cosa ci sia di più storico in una Panda dell'84 rispetto ad una AR164 del 93. Qui stiamo parlando solo di soldi! Ed allora perché non modificare la legge originante tutto questo grande equivoco togliendo all'ASI ogni potere e lasciare che le agevolazioni siano concesse ad auto vecchie - sì insomma non godere di storicità ma semplicemente di pagare di meno? Per una volta pagare di meno alla luce del sole senza certificazioni e procedure e lobbying e grattacapi e privilegi e lotte di classe?
  • Ma il bollo auto non lo dovevano abolire ?
  • Ma il bollo auto non lo dovevano abolire ?
  • Ma il bollo auto non lo dovevano abolire ?
  • INGIUSTIZIA O MEGLIO UNA VERA FREGATURA, PER TUTTI COLORO CHE SONO GIA' IN POSSESSO DI REGOLARE CERTIFICATO DI STORICITA'. CREATE DISOCCUPAZIONE A TUTTI LAVORATORI CHE LAVORANO NELL'INDOTTO DELLE AUTO STORICHE C'E' DA DIRE ANCHE CHE I VEICOLI COINVOLTI SONO PIU' DI QUATTRO MILIONI; INNAZITUTTO ANDREI A CONTROLLARE QUANTI SONO FRA QUESTI SONO QUELLI CHE POSSIEDONO REGOLARE CERTIFICATO DI STORICITA'. PENSO NON SIANO OLTRE I 700.000 CONSEGUENZE: - LE AUTO VENTENNALI DI PICCOLO VALORE COME FIAT TIPO, PANDA, UNO ECC.. , VERRANNO ROTTAMATE - LA MAGGIOR PARTE DELLE ALTRE AUTO VENTENNALI DI INTERESSE COLLEZIONISTICO CON REGOLARE CERTIFICATO DI STORICITA' COME PORSCHE,LANCIA,FERRARI ED ALTRO ANDRANNO VENDUTE SOTTOCOSTO ALL'ESTERO - DISOCCUPAZIONE, IN QUANTO VERREBBE A MANCARE LA FORZA LAVORATIVA CHE SOSTIENE L'INDOTTO NEL MIO PICCOLO POSSIEDO UN VEICOLO DI ETA' 24 ANNI, DEL VALORE DI CIRCA 13000EURO, SARO' COSTRETTO A VENDERE O MEGLIO SVENDERE ENTRO DICEMBRE 2014 PER EVITARE DI TROVARMI INCASTRATO IN UNA MORSA DOVE DA NA PARTE C'E' IL BOLLO/ASSICURAZIONE ANNUO PIENA TARIFFA DA PAGARE, E DALL'ALTRA L'ENORME SVALUTAZIONE DEL VEICOLO E' COME UNA AZIONE IN BORSA, CHE NON SOLO HA DIMEZZATO IL SUO VALORE MA OGNI ANNO GLI PAGHI SOPRA LA TASSA CONSIGLIO CON RAMMARICO DI LIBERARSI DELL'AUTO PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI .
  • INGIUSTIZIA O MEGLIO UNA VERA FREGATURA, PER TUTTI COLORO CHE SONO GIA' IN POSSESSO DI REGOLARE CERTIFICATO DI STORICITA'. CREATE DISOCCUPAZIONE A TUTTI LAVORATORI CHE LAVORANO NELL'INDOTTO DELLE AUTO STORICHE C'E' DA DIRE ANCHE CHE I VEICOLI COINVOLTI SONO PIU' DI QUATTRO MILIONI; INNAZITUTTO ANDREI A CONTROLLARE QUANTI SONO FRA QUESTI SONO QUELLI CHE POSSIEDONO REGOLARE CERTIFICATO DI STORICITA'. PENSO NON SIANO OLTRE I 700.000 CONSEGUENZE: - LE AUTO VENTENNALI DI PICCOLO VALORE COME FIAT TIPO, PANDA, UNO ECC.. , VERRANNO ROTTAMATE - LA MAGGIOR PARTE DELLE ALTRE AUTO VENTENNALI DI INTERESSE COLLEZIONISTICO CON REGOLARE CERTIFICATO DI STORICITA' COME PORSCHE,LANCIA,FERRARI ED ALTRO ANDRANNO VENDUTE SOTTOCOSTO ALL'ESTERO - DISOCCUPAZIONE, IN QUANTO VERREBBE A MANCARE LA FORZA LAVORATIVA CHE SOSTIENE L'INDOTTO NEL MIO PICCOLO POSSIEDO UN VEICOLO DI ETA' 24 ANNI, DEL VALORE DI CIRCA 13000EURO, SARO' COSTRETTO A VENDERE O MEGLIO SVENDERE ENTRO DICEMBRE 2014 PER EVITARE DI TROVARMI INCASTRATO IN UNA MORSA DOVE DA NA PARTE C'E' IL BOLLO/ASSICURAZIONE ANNUO PIENA TARIFFA DA PAGARE, E DALL'ALTRA L'ENORME SVALUTAZIONE DEL VEICOLO E' COME UNA AZIONE IN BORSA, CHE NON SOLO HA DIMEZZATO IL SUO VALORE MA OGNI ANNO GLI PAGHI SOPRA LA TASSA CONSIGLIO CON RAMMARICO DI LIBERARSI DELL'AUTO PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI .
  • INGIUSTIZIA O MEGLIO UNA VERA FREGATURA, PER TUTTI COLORO CHE SONO GIA' IN POSSESSO DI REGOLARE CERTIFICATO DI STORICITA'. CREATE DISOCCUPAZIONE A TUTTI LAVORATORI CHE LAVORANO NELL'INDOTTO DELLE AUTO STORICHE C'E' DA DIRE ANCHE CHE I VEICOLI COINVOLTI SONO PIU' DI QUATTRO MILIONI; INNAZITUTTO ANDREI A CONTROLLARE QUANTI SONO FRA QUESTI SONO QUELLI CHE POSSIEDONO REGOLARE CERTIFICATO DI STORICITA'. PENSO NON SIANO OLTRE I 700.000 CONSEGUENZE: - LE AUTO VENTENNALI DI PICCOLO VALORE COME FIAT TIPO, PANDA, UNO ECC.. , VERRANNO ROTTAMATE - LA MAGGIOR PARTE DELLE ALTRE AUTO VENTENNALI DI INTERESSE COLLEZIONISTICO CON REGOLARE CERTIFICATO DI STORICITA' COME PORSCHE,LANCIA,FERRARI ED ALTRO ANDRANNO VENDUTE SOTTOCOSTO ALL'ESTERO - DISOCCUPAZIONE, IN QUANTO VERREBBE A MANCARE LA FORZA LAVORATIVA CHE SOSTIENE L'INDOTTO NEL MIO PICCOLO POSSIEDO UN VEICOLO DI ETA' 24 ANNI, DEL VALORE DI CIRCA 13000EURO, SARO' COSTRETTO A VENDERE O MEGLIO SVENDERE ENTRO DICEMBRE 2014 PER EVITARE DI TROVARMI INCASTRATO IN UNA MORSA DOVE DA NA PARTE C'E' IL BOLLO/ASSICURAZIONE ANNUO PIENA TARIFFA DA PAGARE, E DALL'ALTRA L'ENORME SVALUTAZIONE DEL VEICOLO E' COME UNA AZIONE IN BORSA, CHE NON SOLO HA DIMEZZATO IL SUO VALORE MA OGNI ANNO GLI PAGHI SOPRA LA TASSA CONSIGLIO CON RAMMARICO DI LIBERARSI DELL'AUTO PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI .
  • Purtroppo,la verità è che in Italia solo chi non possede nulla,non paga nulla.Tassano la prima casa:bene indispensabile per vivere con la scusa che anche in tutti i paesi,c'è una tassazione sugli immobili dimenticando di dire:e non i malafede che nei paesi confinanti al nostro,pagano meno energia elettrica e gas anche in misura del 50% in quanto le bollette,non sono gravate da accise e addizionali a favore di comuni,regioni ecc.E' di questi giorni,l'aumento del gas metano per uso domestico con la scusa delle tensioni internazionali:Ucraina ecc eppure,il prezzo del petrolio è in notevole calo e quando nel 2008 il petrolio supero i 140 $ al barile,il gas metano aumentò notevolmente perché dissero"essere il costo legato a quello del petrolio".E qui mi fermo perché potrei andare avanti per ore.Da parte mia,quando smetterò di lavorare,rinuncerò all'auto poi..se mi tasseranno l'acqua del rubinetto per bere,ci penserò poi allora al dafarsi.
  • Il clima generalizzato c'é solo in Italia e riguarda anche i possessori di prime case
  • Se non vi dispiace trascrivo pari pari la mia risposta a uno degli amici del CAMET (il club ASI di cui faccio parte): A parte il fatto che il bollo, come tutte le tasse sul patrimonio (che io chiamo tasse comuniste), è di per se iniqua e andrebbe abolita anche sulle auto nuove (il grande Gianni Mazzocchi ne parlava da Quattroruote già negli anni '60) magari trasferendola sui carburanti, ogni legge, direttiva o regola che non riesca a distinguere gli onesti dai disonesti, iniqua lo è per definizione. E secondo me, come ho scritto a Ruoteclassiche e ASI nel recente passato, non sarebbe stato impossibile fare diversamente. Infatti, se si fosse istituita una polizza di tipo 'storico' che coprisse tutti i fine settimana, i festivi e 20 giorni lavorativi a scelta, da comunicare in anticipo alla compagnia, questa sarebbe stata sovrabbondante per gli appassionati veri e totalmente inusabile per i furbi. Dalla presenza di questo tipo di assicurazione si poteva far discendere anche l'esenzione del bollo. Questo per le auto tra 20 e 30 anni ovviamente. Evidentemente l'ingordigia ha prevalso. Assisteremo probabilmente a un'ulteriore emorragia di belle e pregiate auto, Ferrari in testa, youngtimer dall'Italia verso l'estero, che saranno svendute, rimpiante e magari ricomprate successivamente a carissimo prezzo, un meccanismo che fa sempre contenti i nostri amici tedeschi, francesi, inglesi ecc.. Condivido con Loi il pensiero che è sbagliato non agevolare la conservazione di auto che oggi sembrano insignificanti, perché poi dopo, quando tra un po' di anni ci svegliamo e cominciamo ad apprezzarle, non ce ne saranno più, ma è chiaro che si è esagerato parecchio. E mi meraviglio come una persona saggia ed esperta come Roberto Loi non abbia previsto, in un clima generalizzato ormai a livello mondiale di avversione totale all'automobile in quasi tutte le sue forme ed espressioni, tali ovvie conseguenze.
     Leggi risposte
  • Se non vi dispiace trascrivo pari pari la mia risposta a uno degli amici del CAMET (il club ASI di cui faccio parte): A parte il fatto che il bollo, come tutte le tasse sul patrimonio (che io chiamo tasse comuniste), è di per se iniqua e andrebbe abolita anche sulle auto nuove (il grande Gianni Mazzocchi ne parlava da Quattroruote già negli anni '60) magari trasferendola sui carburanti, ogni legge, direttiva o regola che non riesca a distinguere gli onesti dai disonesti, iniqua lo è per definizione. E secondo me, come ho scritto a Ruoteclassiche e ASI nel recente passato, non sarebbe stato impossibile fare diversamente. Infatti, se si fosse istituita una polizza di tipo 'storico' che coprisse tutti i fine settimana, i festivi e 20 giorni lavorativi a scelta, da comunicare in anticipo alla compagnia, questa sarebbe stata sovrabbondante per gli appassionati veri e totalmente inusabile per i furbi. Dalla presenza di questo tipo di assicurazione si poteva far discendere anche l'esenzione del bollo. Questo per le auto tra 20 e 30 anni ovviamente. Evidentemente l'ingordigia ha prevalso. Assisteremo probabilmente a un'ulteriore emorragia di belle e pregiate auto, Ferrari in testa, youngtimer dall'Italia verso l'estero, che saranno svendute, rimpiante e magari ricomprate successivamente a carissimo prezzo, un meccanismo che fa sempre contenti i nostri amici tedeschi, francesi, inglesi ecc.. Condivido con Loi il pensiero che è sbagliato non agevolare la conservazione di auto che oggi sembrano insignificanti, perché poi dopo, quando tra un po' di anni ci svegliamo e cominciamo ad apprezzarle, non ce ne saranno più, ma è chiaro che si è esagerato parecchio. E mi meraviglio come una persona saggia ed esperta come Roberto Loi non abbia previsto, in un clima generalizzato ormai a livello mondiale di avversione totale all'automobile in quasi tutte le sue forme ed espressioni, tali ovvie conseguenze.
     Leggi risposte
  • Eh si, risolviamo lo schifo dell'euro, della politica europea e italica, con 4soldi dei bolli delle auto storiche. Il superbollo sulle auto importanti, così come per le barche, nn ha insegnato nulla. Incasseranno meno ed avremo perso posti di lavoro
  • Eh si, risolviamo lo schifo dell'euro, della politica europea e italica, con 4soldi dei bolli delle auto storiche. Il superbollo sulle auto importanti, così come per le barche, nn ha insegnato nulla. Incasseranno meno ed avremo perso posti di lavoro
  • Ormai sappiamo tutti che questi sono (qui mi censuro ma tanto sono sicuro che ormai la maggioranza degli italiani la pensano come me). Io stesso se qualcuno di loro al bar si sedesse al tavolino di fianco al mio mi alzerei e mi sposterei schifato... Ma fino a quando dovremo mandare giù...
  • Conosco molte persone che hanno dato una sistemata all'auto presso carrozzieri e meccanici per superare l'esame ASI (ricordo a chi parla e straparla senza cognizione di causa che la vettura candidata viene o meglio veniva preliminarmente visionata da un delegato ASI del club locale ed in più bisognava allegare una serie di foto esterne ed interne attestanti l'originalità e la buona conservazione che venivano spedite alla commissione ASI per il giudizio di ammissione). Queste macchine hanno contribuito e contribuivano all'indotto in maniera non effimera considerando che una macchina anziana e più bisognosa di riparazioni. Comunque nessuno leggerà queste cosè per cui mi sono rotto e vi saluto.
  • quattro ruote perché non inserisce questo commento su ruote classiche
  • nessun giornale d'italia ne parla la voglio vedere tiutta per certi coglioni che sono iscritti all'assi con le 126 bis o panda morti di fame tutta colpa dell'asi
  • nessun giornale d'italia ne parla la voglio vedere tiutta per certi coglioni che sono iscritti all'assi con le 126 bis o panda morti di fame tutta colpa dell'asi
  • Che cosa vi aspettavate da un governo che tassa i tuoi risparmi con aliquote al 26% che con i bollo estratto conto,si arriva al 32%,che aumenta le tasse sui fondi pensione e sul TFR? Per loro,chi ha una macchina qualsiasi modello sia,è un "ricco" da tassare.Se protesti ti dicono "c'è gente che ha perso il lavoro e tu ti lamenti se devi pagare la tassa di possesso per un bene non indispensabile?"Loro vanno avanti tanto i sondaggi dicono che questo governo,ha il più alto indice di gradimento !
     Leggi risposte
  • LE TASSE non è vero che aumentano. E' solo un impressione. In realtà il Caro Leader sta mettendo i soldi in tasca agli italiani. O forse sta mettendo qualcosa in mezzo alle tasche di dietro.
  • Dal mai fazioso ne ideologicamente schierato quotidiano "la Repubblica" : "Mannaia sulle auto storiche o meglio sulla stragrande maggioranza di false auto che ora dovranno finalmente pagare il bollo." " Quattro milioni di auto storiche." Una, come al solito obiettiva, esaltazione della lungimirante scelta del caro leader. Da ignobile fruitore del bollo ridotto e colpevole possessore di un Duetto del 92 col quale percorro, si e no, 2000 km l'anno mi permetto di fare una scandalosa obiezione a Repubblica. Io questi 4 milioni di veicoli circolanti sinceramente non li vedo. Di queste, poi, le auto comprese fra i 20 ed i 30 anni ed incluse nella RESTRITTIVA lista chiusa dell'ASI ( quella in base alla quale era consentito ad un veicolo in BUONE CONDIZIONI ED IN STATO DI ORIGINALITà accedere alla definizione di auto storica e pertanto di ottenere lo sconto sul bollo) sono una bassa parte. Bisogna poi considerare che nei fatidici 4 milioni vi sono un'infinita di vetture di cui durante l'ultimo secolo non sono mai consegnate le targhe (basta andare in campagna per trovare delle macchine di 40 anni fa ancora con la targa lasciate a marcire vicino qualche fienile), senza contare quelle che sono state demolite senza esser state ufficialmente radiate. La stragrande maggioranza dei possessori di auto d'epoca le usa saltuariamente. Ora succederà che moltissimi in possesso di auto che potenzialmente in futuro avranno un qualche valore ma che ora vagono spiccioli le rottameranno. Il bilancio finale di questa operazione sarà fallimentare per le casse dello stato come l'operazione superbollo sulle auto potenti. Concludendo, dopo aver raschiato il fondo del barile ora lo si sta scavando. Aspettetevi anche le tasse su cani ,gatti e conigli nani.
     Leggi risposte
  • Bene, le quotazioni delle 75 prenderanno a scendere di nuovo fino a quando me ne potrò permettere una. Spero solo che qualche pazzo non le rottami. Il mio sogno sarebbe proprio quella della foto ma una TS seconda serie andrebbe benone lo stesso :)
  • Bene, le quotazioni delle 75 prenderanno a scendere di nuovo fino a quando me ne potrò permettere una. Spero solo che qualche pazzo non le rottami. Il mio sogno sarebbe proprio quella della foto ma una TS seconda serie andrebbe benone lo stesso :)
  • Bene, le quotazioni delle 75 prenderanno a scendere di nuovo fino a quando me ne potrò permettere una. Spero solo che qualche pazzo non le rottami. Il mio sogno sarebbe proprio quella della foto ma una TS seconda serie andrebbe benone lo stesso :)
  • Per me è una misura corretta. Mi dispiace che molti la pensino diversamente ma un'auto di soli 20 anni non può definirsi storica solo perchè un ente (ASI) che non so di chi sia e quali regole segua la definisce tale! Non so in altre zona d'Italia ma qui al sud questa norma è stata ampiamente sfruttata per ottenere benefici non dovuti su auto di uso quotidiano. Io conosco due persone che hanno acquistato auto di poco più di vent'anni ( una Alfa 164 e una Lancia Thema) solo per godere del bollo e dell'assicurazione ridotti , ci hanno montato impianti a gpl e metano e le usano tutti i giorni. Anche se sono un ex Lancista non penso che una Thema prima serie si possa definire oggi auto di interesse storico, così come una Alfa 164. Forse tra altri 10 anni si ma oggi è una cosa abbastanza ridicola!!
     Leggi risposte
  • La cosa risulterà in una radiazione di massa e in un gran lavoro per i rottamai. Spero che gli venga un colpo, ma uno di quelli belli grossi.
  • La cosa più triste in assoluto, comunque, è che si debba ancora pagare una tassa, di circolazione o di possesso che sia, per un bene per il quale, all'acquisto, si paga l'IVA e per il quale si pagano costantemente tasse, quando? Ad ogni rifornimento di carburante.
  • Io invece sono favorevole alla nuova norma che finalmente fissa una precisa linea di demarcazione tra auto vecchia e auto storica. Negli ultimi anni troppi furbetti hanno approfittato delle larghe maglie della legislazione per usufruire di agevolazioni per auto che di storico non hanno proprio nulla. Mi spiace per i possessori di auto ventennali meritevoli di tutela come ad es: una Delta Integrale, una 75 V6 o una Thema 8.32, però questo andazzp, fomentato dal tornaconto egoistico dell'ASI ha danneggiato il vero appassionato di auto storicne.
  • Io invece sono favorevole alla nuova norma che finalmente fissa una precisa linea di demarcazione tra auto vecchia e auto storica. Negli ultimi anni troppi furbetti hanno approfittato delle larghe maglie della legislazione per usufruire di agevolazioni per auto che di storico non hanno proprio nulla. Mi spiace per i possessori di auto ventennali meritevoli di tutela come ad es: una Delta Integrale, una 75 V6 o una Thema 8.32, però questo andazzp, fomentato dal tornaconto egoistico dell'ASI ha danneggiato il vero appassionato di auto storicne.
  • ma varrà anche per quelle che già non pagano il bollo?
  • Voglio veder crepare, quei bastardi che ci governano e continuano a succhiare il sangue dei poveri contribuenti... Io propongo di non pagare più nessun bollo auto!!! Italiani sveglia!!! E' ora di insorgere contro questi bastardi che giorno dopo giorno mese dopo mese, ci portano alla rovina, riprendiamoci l'Italia...!!! Ho due auto storiche, dove ho sempre pagato il bollo per intero fino al compimento dei 20 anni... C'è solo da sperare che questo DDL finisca nella spazzatura, quando sarà pubblicato sulla gazzetta ufficiale, sarà ora di prendere torce e forconi... Siamo stufi di dare, dare e dare e non ricevere un cazzo in cambio.
  • Io posseggo una vecchia Porsche (originalissima e tenuta in condizioni impeccabili), per la quale è prevista in Lombardia una tassa di circolazione di 31,87 Euro, compresi i diritti di esazione. Per valorizzare la mia vettura e per godere del beneficio di un’assicurazione ridotta (l’alternativa era non assicurare l’auto e tenerla nel box, perché tanto non la uso mai, ma questo riguarda me e la mia assicurazione, non certo la collettività), ho deciso di chiedere la certificazione ASI. Innanzitutto, mi sono procurato dalla casa madre il certificato di origine (180,00 Euro) ed ho pagato 190,00 Euro per la pratica ASI, sottoponendo il mio veicolo al giudizio di una commissione riconosciuta dallo Stato, che mi rilasciato un attestato ufficiale di rilevanza storica dopo circa 5 mesi dalla richiesta. Va tenuto presente che per godere dell’esenzione dal bollo, debbo essere obbligatoriamente iscritto ad un club di auto storiche, il ché comporta un costo di 41,00 Euro all’anno… per risparmiarne 31,87. Va bene tutto, ma sentirmi additare come un truffatore dell’erario mi offende profondamente.
     Leggi risposte
  • Io posseggo una vecchia Porsche (originalissima e tenuta in condizioni impeccabili), per la quale è prevista in Lombardia una tassa di circolazione di 31,87 Euro, compresi i diritti di esazione. Per valorizzare la mia vettura e per godere del beneficio di un’assicurazione ridotta (l’alternativa era non assicurare l’auto e tenerla nel box, perché tanto non la uso mai, ma questo riguarda me e la mia assicurazione, non certo la collettività), ho deciso di chiedere la certificazione ASI. Innanzitutto, mi sono procurato dalla casa madre il certificato di origine (180,00 Euro) ed ho pagato 190,00 Euro per la pratica ASI, sottoponendo il mio veicolo al giudizio di una commissione riconosciuta dallo Stato, che mi rilasciato un attestato ufficiale di rilevanza storica dopo circa 5 mesi dalla richiesta. Va tenuto presente che per godere dell’esenzione dal bollo, debbo essere obbligatoriamente iscritto ad un club di auto storiche, il ché comporta un costo di 41,00 Euro all’anno… per risparmiarne 31,87. Va bene tutto, ma sentirmi additare come un truffatore dell’erario mi offende profondamente.
  • Io posseggo una vecchia Porsche (originalissima e tenuta in condizioni impeccabili), per la quale è prevista in Lombardia una tassa di circolazione di 31,87 Euro, compresi i diritti di esazione. Per valorizzare la mia vettura e per godere del beneficio di un’assicurazione ridotta (l’alternativa era non assicurare l’auto e tenerla nel box, perché tanto non la uso mai, ma questo riguarda me e la mia assicurazione, non certo la collettività), ho deciso di chiedere la certificazione ASI. Innanzitutto, mi sono procurato dalla casa madre il certificato di origine (180,00 Euro) ed ho pagato 190,00 Euro per la pratica ASI, sottoponendo il mio veicolo al giudizio di una commissione riconosciuta dallo Stato, che mi rilasciato un attestato ufficiale di rilevanza storica dopo circa 5 mesi dalla richiesta. Va tenuto presente che per godere dell’esenzione dal bollo, debbo essere obbligatoriamente iscritto ad un club di auto storiche, il ché comporta un costo di 41,00 Euro all’anno… per risparmiarne 31,87. Va bene tutto, ma sentirmi additare come un truffatore dell’erario mi offende profondamente.
  • Sembra giusto considerando che l'iscrizione Asi abbassa assicurazione e considerando che ormai auto di 20 non sono storiche ma tuttalpiù di modernariato...ad esempio la Punto 1 del 93 sarebbe da esentare e non è per niente storica...
  • Ennesima dimostrazione ( come ce ne fosse stato bisogno) che chi fa le leggi non ci capisce un "beneamato" di auto storiche ...anzi di STORIA!
  • Concordiamo in pieno con Alessandro PIli, il quale giustamente lamenta che per il cattivo operato di qualche commissario Asi che fa passare anche auto rottame, paga tutta una categoria. Noi di Nonsolofari, aggiungiamo una semplice riflessione. Le vetture oltre i 20 anni in Italia sono circa il 10% del circolante; sicuramente non tutte hanno diritto a diventare auto storiche, ma a seguito di questo cambio normativo, non lo diventeranno mai. Vetture che verranno demolite=ricambi ed assistenza che non verranno forniti dagli operatori=ricambisti che possono (e non possono fiscalmente farlo) buttare via un'altra parte del magazzino. Eliminando dei settori, anche di nicchia, di sicuro non si incentiva niente.
     Leggi risposte
  • ma attualmente se non sbaglio: dopo i 20 anni paghi solo il bollo se usi la macchina e se non la usi non paghi. almeno mi Hanno spiegato così all'aci e mi Hanno fatto pagare il bollo solo per i quadrimestri che usavo la macchina. però la puoi usare tutti i giorni. alternativa: iscrizione asi o simile e paghi bollo ridotto e puoi usare la macchina solo per raduni. qualcuno mi corregga se sbaglio. per la mia spieder del 1992 ho preferito la prima, in quanto voglio usare la mia macchina liberamente e da noi non ci sono raduni . a dire il vero non mi sembra tanto sbagliata questa nuova legge, anzi proprio su quattroruote di quest'estate quando Hanno pubblicato il registro die veicoli asi , avevo scritto che era meglio fare storici tutte le macchine ma dopo 30 anni. qualcuno non ci sarà d'accordo , ma chi usa la macchina liberamente perchè non dovrebbe pagare il bollo? (finche c'é ) . sarebbe comunque meglio eliminarlo ed aumentare la benzina.
  • COME SI RILEVA L'ANNO DI COSTRUZIONE DEL VEICOLO ? Poichè le auto con Almeno 30 anni continuano ad essere esentate dal pagamento del bollo, siccome i 30 anni decorrono dall'anno di costruzione e non da quello di immatricolazione, chiedo se qualcuno mi sa dire da dove si rileva la data di costruzione? La mia storica oggi ha 29 anni e, a quanto pare, almeno per l'anno prossimo dovrò pagare il bollo intero, una "sberla" da circa 450 euro, grazie PRESIDENTE.....
     Leggi risposte
  • Avete già commesso un enorme danno, con l'introduzione del super bollo, evitate alti disastri......
  • Bravi...!!, altro danno economico allo stato e morale, stessa cosa del super bollo Solito giochino all'italiana, guarda caso giusto in tempo per fine anno !! Se viene fatta una cosa del genere succede questo: - auto e moto svendute, all'estero, dove faranno festa - addio i in minima parte, manifestazioni storiche, eventi, fiere, ecc... - officine chiuderanno con tutto cioè che no consegue. Basta solo pensare quanti sono i lavoratori in questo settore con tutto l'indotto . - malumore, sconforto degli appassionati, ricordiamoci che una fra passioni più belle degli italiani è l'automobile SE C'E' ANCORA QUALCHE POLITICO CHE RAGIONI IN "ASCOLTO" , SUGGERIREI E TROVEREI CORRETTO, REALIZZARE UN DATA BASE CHE RIPORTI TUTTE LE AUTO/MOTO PER MARCA, MODELLO, CHE POSSONO ESSERE CONSIDERATE DI INTERESSE STORICO. NON E' CORRETTO CHE UNA FIAT UNO COMUNE, CON PIU' DI 20 ANNI VENGA CONSIDERATA STORICA
  • Bravi...!!, altro danno economico allo stato e morale, stessa cosa del super bollo Solito giochino all'italiana, guarda caso giusto in tempo per fine anno !! Se viene fatta una cosa del genere succede questo: - auto e moto svendute, all'estero, dove faranno festa - addio i in minima parte, manifestazioni storiche, eventi, fiere, ecc... - officine chiuderanno con tutto cioè che no consegue. Basta solo pensare quanti sono i lavoratori in questo settore con tutto l'indotto . - malumore, sconforto degli appassionati, ricordiamoci che una fra passioni più belle degli italiani è l'automobile SE C'E' ANCORA QUALCHE POLITICO CHE RAGIONI IN "ASCOLTO" , SUGGERIREI E TROVEREI CORRETTO, REALIZZARE UN DATA BASE CHE RIPORTI TUTTE LE AUTO/MOTO PER MARCA, MODELLO, CHE POSSONO ESSERE CONSIDERATE DI INTERESSE STORICO. NON E' CORRETTO CHE UNA FIAT UNO COMUNE, CON PIU' DI 20 ANNI VENGA CONSIDERATA STORICA
     Leggi risposte
  • Non sono proprio d'accordo, però è accettabile almeno c'è chiarezza e non si dipende da enti il cui comportamento non è mai chiaro. Peccato però per le auto veramente rare tra i 20 e 30 anni. Però io appartengo ai proprietari di auto ultratrentenni, quindi, dovrei essere finalmente sganciato dai vari enti
     Leggi risposte
  • mi pare chiaro: è il solito furto. in parole povere TUTTE le macchine inserite in registri storici dai 20 ai 30 anni pagheranno il bollo. Quindi il registro storico servirà (forse) solo per l'assicurazione ma sarà completamente inutile per l'esenzione del bollo. chi ha preso una vecchia auto molto potente, dovrà pagare un sacco di soldi di bollo o rommamare
  • Per chi ha già maturato il diritto, fatto le varie carte e ad oggi non paga, si applica comunque la norma o vale per le nuove richieste?
     Leggi risposte
  • Mantenere la RENZIE MOBILE, che il Premier utilizza per girare l'Italia, a sparare le sue s.......e, costa. I soldi vengono pertanto prosciugati dal patrimonio dei poveri automobilisti. Grazie stato italiano, ancora una volta.....
     Leggi risposte
  • Calma ragazzi , tutti i veicoli oltre i 20 anni, che oggi sono solamente vecchi, sono da considerare di interesse storico . Se fate memoria ricorderete che negli anni 80 i rottamatori erano pieni di Lancia Fulvia, Gt Junior, Fiat 500 ecc. che poi negli anni sono diventate auto da conservare . Negli anni 70 avevo avuto una fiat topolino in cambio di un vecchio ciclomotore, oggi è un veicolo storico anche una semplice fiat topolino. Quindi si conservi tutto diversamente avremmo un futuro storico monotono di pochi modelli. L'importante è che i commissari verifichino bene i requisiti delle auto.
     Leggi risposte
  • Non ho ben capito una cosa. Le attuali auto con meno di 30 anni e già iscritte ASI ricominciano a pagare fino a compimento dei 30 anni,?
     Leggi risposte
  • Siccome il bollo è materia delle regioni questa legge modifica automaticamente tutte le leggi regionali? Ad esempio per la Lombardia c'è la L.R. 10 del 14 luglio 2003. Rimane valida? Sì, no? Forse... chissà?
  • Secondo me la cosa andava fatta molto tempo prima. Ora si fa un pò di pulizia. Negli ultimi 5 anni le polizze per le auto storiche, sono triplicate di prezzo, proprio perche c'è gente che con auto "ventenni" va nel traffico quotidiano e se causa incidenti grava su tutto il parco delle vere storiche tenute con cura maniacale e che circolano solo quando c'è un raduno o un evento particolare. C'è solo da augurarsi che nel prossimo futuro le polizze per le vere storiche tornino al loro "storico" prezzo
     Leggi risposte
  • in effetti questo "metodo" di stabilire quale auto debba pagare o meno il bollo non l'ho mai capito.... adesso ti sgravano del bollo se hai un'auto nuova che non inquina.... poi però se l'auto che ha 30 anni ed inquina come una ciminiera non lo paghi ugualmente.... quindi il discorso delle emissioni inquinanti sotto questo profilo fiscale sono tutte emerite ***** ergo... non possono eliminarlo completamente, punto e basta.....!!!?
     Leggi risposte
  • Pur condannando la politica vessatoria nei confronti delle auto che i vari governi italiani continuano a mettere in atto, in questo caso non mi sembra una cosa sbagliatissima, anche perchè dopo "soli" 20 anni oggettivamente un'auto non può essere definita storica, e ci aggiungerei che l'elenco di quali modelli rientravano nell'esenzione e quali no doveva essere stabilito da enti non proprio cristallini nel loro operato.
     Leggi risposte
  • ok,bene,dunque dal 2015 le auto da 20 a 30 anni pagheranno nuovamente in base ai kw???
     Leggi risposte
  • solita porcata, invece che punire chi ha attestato la storicità di un catorcio (commissario ASI), si punisce un'intera folla di appassionati che spendono più in restauri e ricambi di quanto spenderebbero pagando bollo ed assicurazione a prezzo pieno. Dovrò rinunciare alla moto o all'auto moderna che uso tutti i giorni per poter continuare a permettere la mia spiderina.
     Leggi risposte
  • FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19396/poster_d11e1091-badc-4887-b615-bd7ad416e48c.jpg Mercedes EQ-A Concept in 60 (in inglese) http://tv.quattroruote.it/news/video/mercedes-eq-a-concept-in-60-in-inglese- News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19400/poster_5bc718e4-8b86-4400-9590-58a22de2bedb.jpg Audi Elaine Concept: l'auto è sempre più intelligente http://tv.quattroruote.it/news/video/audi-elaine-concept-l-auto-sempre-pi-intelligente News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/19405/poster_fd8b1cfb-e0ea-49d1-bcd4-59efc1729934.jpg Bugatti Chiron da record: 0-400 km/h in soli 42 secondi http://tv.quattroruote.it/news/video/bugatti-chiron-da-record-0-400-km-h-in-soli-42-secondi News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19456/poster_001.jpg Il record della Stelvio Quadrifoglio al Ring http://tv.quattroruote.it/news/video/il-record-della-stelvio-quadrifoglio-al-ring News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://video.player.edidomus.it/images/290/193/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News

    UTILITÀ

    SERVIZI PER LA TUA AUTO

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >
    Targa
    Cerca

    SCOPRI
    QUANTO PUOI RISPARMIARE

    Uilizza subito il servizio calcola assicurazione per trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze
    In collaborazione con https://www.facile.it
    1. Inserisci i tuoi dati anagrafici
    2. Inserisci i dati del veicolo
    3. Inserisci i dati assicurativi
    4. Confronta i risultati

    Calcola il tuo tagliando

    ×
    Lorem ipsum dolor

    Cerca gli pneumatici più adatti a te

    Oltre 23.000 pneumatici a prezzi incredibili.
    In collaborazione con
    Dimensioni
    Larghezza
    • Larghezza
    Altezza
    • Altezza
    Diametro
    • Diametro
    Tipologia
    Cerca

    Cerca annunci usato

    Marca
    Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CITROEN
    • DACIA
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • HONDA
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MAZZANTI
    • MCLAREN
    • MERCEDES
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PAGANI
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROLLS ROYCE
    • ROMEO FERRARIS
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TAZZARI EV
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Modello
    Seleziona
    • Seleziona
    Prezzo

    da a

    CAP

    PROVE SU STRADA QUATTRORUOTE

    Costo di una singola "prova su strada": 3,59 euro (IVA inclusa). Pagamento da effettuare con carta di credito.
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CITROËN
    • CORVETTE
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona