Ecotassa La Camera approva la stangata per le nuove auto

Mario Rossi Mario Rossi
Ecotassa
La Camera approva la stangata per le nuove auto
Chiudi
 

Con il voto di fiducia, la Camera ha approvato, in prima lettura, il disegno di legge bilancio, che contiene la famigerata ecotassa sulle auto nuove con emissioni di CO2 superiori a 110 g/km. I sì sono stati 312, i no 146, gli astenuti due. Il testo passa ora all’esame del Senato, dove la norma, a sentire i massimi esponenti della maggioranza, sarà quantomeno riesaminata dopo le polemiche dei giorni scorsi e la levata di scudi unanime di consumatori, concessionarie, Case automobilistiche, sindacati, associazioni di imprenditori.

La parola al Senato. Difficile, però, prevedere che cosa accadrà, visto che dietro le quinte, ma anche nelle dichiarazioni pubbliche, le direzioni delle due anime della maggioranza e del governo restano sostanzialmente divergenti. Da una parte la Lega Nord, ferma sul "non passerà" (ma perché tre giorni fa l’emendamento che la contiene è stato approvato in commissione bilancio con i voti del partito di Matteo Salvini?); dall’altra il Movimento 5 stelle, che, al contrario, appare determinato a portare a casa, più per una questione di principio che per una reale strategia ambientale ed economica, una misura ingiustamente e inutilmente punitiva nei confronti della gran parte degli italiani, fortemente voluta dai sottosegretari alle Infrastrutture Michele Dell’Orco e allo Sviluppo Economico Davide Crippa.

Più malus che bonus. La norma è stata definita "bonus-malus", ma è fortemente sbilanciata sul secondo fronte: secondo i primi studi, il 49% del mercato, comprese molte popolari citycar, ne sarà colpito direttamente; di contro, solo l’8% beneficerà dell’incentivo previsto per le macchine con emissioni fino a 90 g/km (per il 43% sarà indifferente). Il bonus, peraltro, è indiscriminato: di fatto, premiando anche gli acquisti di vetture elettriche e ibride dal prezzo di listino molto alto, non potrà che prestare il fianco alle critiche più aspre. Insomma, una manovra spericolata che, se non sarà soppressa o fortemente rimodulata, rischia non solo di non produrre alcuno degli effetti sperati, ma di inceppare un mercato dell’auto già parecchio incerto.

COMMENTI

  • Gli introiti governativi relativi alla tassazione sui carburanti (IVA e accise) per l'anno 2017 sono stati di 33,8 miliardi di euro. Con l'adozione di veicoli elettrici (EV), si ridurrebbero di oltre il 90%. Il piano industriale di FCA prevede la prima auto elettrica non prima del 2020. Sommando le due cose, ecco spiegato il motivo del perchè non si sviluppano infrastrutture a supporto di EV in Italia. Inoltre, Il costo di una auto EV è spropositato nonostante la manodopera impiegata sia solo 1/3 di quella impiegata per la realizzazione di una auto tradizionale.
  • Ecco l'ennesima dimostrazione di come i politici spremono sempre di più gli automobilisti per fare cassa! Cosa dire? Incompetenza totale, ingordigia, superficialità, ignoranza (nel senso che si ignora...), faccia tosta e pure un briciolo di spudorato orgoglio (della serie "ve l'avevamo promesso in campagna elettorale"). Come se non bastasse, faccia tosta a vagonate: dov'è finita la promessa di eliminare le accise sui carburanti? Ma certo, fà più audience continuare la polemica del ponte Morandi (andatelo a spiegare ai parenti delle vittime ed agli sfollati! Bravi, bene, bis! Continuate così! Intanto FCA ha detto a chiare lettere (LETTERE, e non parole) che stando così le cose i 5 miliardi di investimenti in Italia ce li possiamo sognare! Ma che gli frega ai signori delle auto blu, e basta con 'sta storia che si muovono in taxi, tanto la "incommentabile" Bonus-malus ricadrà in futuro sui tassisti e non sul loro groppone, che non meriterebbe altro che.....(aggiungete voi quello che preferite.
  • La cosa che mi stupisce di più è ancor sentir parlare utenti di Diesel dopo che diversi studi hanno confermato la sua attività cancerogena e dopo che si continua ad abbattere queste particelle prima con FAP che hanno solo che peggiorato la situazione ed Iran con Urea.... Forse... l’unica risposta moderna è benzina e elettrico.... e chissà... per abbattere il costo di guida magari Gpl e Elettrico... Anche se non ho ancora sentito di nessun esperimento in questa direzione essendo il gpl una soluzione molto italiana... Solo elettrico sarà fantastico... le auto elettriche hanno una potenza immediata insuperabili e possono avere prestazioni eccezionali con un grande piacere di guida... personalmente le ho provate e la spinta è stata stupefacente... ci vorrà però tempo per coprire la distribuzione lottando contro il potere del petrolio....
     Leggi risposte
  • Non so quanto costerebbe ma con una ibrida tdi in Euro 6D saremmo sui 3Lx100 km sia in autostrada che in città
     Leggi risposte
  • Buongiorno a tutti Non sono contrario al fatto di introdurre una accisa aggiuntiva sul carburante, che sarebbe effettivamente la soluzione più rapida, anche se imperfetta, favorendo le macchine elettriche. Tuttavia, a me pare che lo sforzo del legislatore debba essere quello di produrre leggi e regolamenti equi. Credo che la creazione di classi ecologiche / ambientali per le vetture non sia una missione impossibile. Elaborato un criterio condiviso, come per i serramenti o gli elettrodomestici, la classe potrebbe essere attribuita direttamente dal costruttore, come avviene per i frigoriferi. Ad ogni classe, verrebbe associato un coefficiente e questo moltiplicato per i km percorsi in un anno. È vero che ci sarebbe il rischio di 'clocking' ma è un rischio che dovremmo accettare, punendo i truffatori. Questo per le macchine nuove. Per quelle vecchie, mi rendo conto che questa proposta sarebbe di difficile (ma non impossibile) applicazione. Servirebbe comunque la collaborazione dei costruttori per assegnare una classe ambientale alle auto che circolano, ma fatto il paniere (penso ai principali inquinanti), il passaggio potrebbe essere fatto, anche per le auto più vecchie, elaborando classi ed un coefficiente da moltiplicare per i km percorsi, magari ragionando di pari passo con la omologazione euro 0,1,2,3 etc. Così facendo il sistema sarebbe equo poiché ci troveremmo a pagare per classe ambientale della vettura e per i km percorsi, in considerazione del fatto che 500 km percorsi con una panda non sono uguali a 500 km percorsi con una porsche gt3 in termini emissivi, e le due vetture avrebbero, come è giusto, due classi ambientali diverse. Mi fermo qui è ringrazio tutti per i contributi alla discussione. Cordiali saluti.
     Leggi risposte
  • Suggerisco a Di Maio, di leggere l'analisi fatta e pubblicata dal sole 24 ore, ma da semplice cittadino, sicuramente capirà cosa sta combinando, se poi proseguirà per la sua strada, trovarà gilet gialli a profusione
     Leggi risposte
  • Cmq leggo delle vere bestialità. Co2 co2....un Doblò a metano non inquina un ca**o ma ne emette di co2, pagherebbe un sostanzioso malus a quota 161g di co2. Manca proprio la cultura di fondo loro e di chi li ha votati; e quì mi fermo se no si sfocia nel razzismo.
  • Provvedimento iniquo e inutile. Se già ho difficoltà ad acquistare un'utilitaria, con questa legge lascerò perdere. Continuerò a circolare con la mia vecchia utilitaria finchè non cadrà a pezzi.
     Leggi risposte
  • 5S solo casini su casini.......... si voti LEGA che è meglio..... a quest'ora avremmo avuto anche il 150km/h......
     Leggi risposte
  • L'emissione di CO2 è legato al consumo, già questo è sufficiente a giustificare l'abolizione del bollo e introdurre un'accisa al prezzo della benziana. Pro: 1. chi ha auto vecchie consumano di più quindi pagano di più. 2. pagano tutti. Stranieri, truffatori ed evasori. 3. Costo burocrazia nullo. Commenti: Introdurre scatola nera? La mettiamo anche su auto di 15 anni? Costo infrastruttura e burocrazia. Truffatori che la manomettono. Evasori che non pagano. C'è chi gira senza assicuarzione, chi evade il bollo che non fa li revisione. Non mi pare che l'amministarzione abbia fin'ora fatto molto per risolvere il problema. Controllo dei km annualmente nelle officine autorizzate? Chi ci porta un'auto di 15 anni li? Centro revisione? Auto nuova dopo 4 anni, chi la porterebbe prima?. 2 sono le cose: Tassa proporzionale all'inquinamneto solo di CO2 significa tassare la benziana come ovvio. Svecchiare il parco circolante sono incentivi alla rottamazione che avvantaggiano i meno abienti. Le auto elettriche sono costose, l'ecobonus avvantaggia solo gli abienti. I costruttori posson fare una Panda meno inquinante più costerebbe di più. Ma lo impedisce il mercato. C'è già una legge a cui già tutte le auto devono sottosatre, è la classe euro. Quest non è una legge giusta che svecchia il parco circolante e che invoglia i ricchi a comprare elettiche costosissime e punisce chi vuole comprare auto che consumano ma nuove. Ma lasciatelo fare i conti alla pompa e lasciate fare al mercato il resto.
     Leggi risposte
  • Buonasera a tutti, Ringrazio coloro che hanno contribuito a sviluppare la riflessione. Non credo nemmeno io che il traffico veicolare sia così determinante per l'inquinamento, anche se è innegabile che contribuisca a crearlo. Nell'ottica di abolire il c.d. Bollo, introducendo un sistema di tassazione più equo, credo che una soluzione sia quella di creare delle classi ambientali per il parco auto, elaborandole sulla base di un paniere di parametri inquinanti (certamente non solo co2 e pm), per esprimere quindi un coefficiente che faccia da moltiplicatore per i km percorsi e certificati in modo ufficiale da soggetti abilitati, con cadenza annuale. Per evitare manomissioni, le macchine potrebbero montare (ove non fosse già così), una sorta di scatola nera che ne tracci la storia e renda più difficile alterare il chilometraggio, reato comunque punibile con sanzioni adeguate. Non credo che aumentare di 5 centesimi il prezzo del carburante sia un rimedio efficace, dal momento che anche le auto elettriche (che non consumano benzina o gasolio) hanno un impatto ambientale non trascurabile (l'energia elettrica non viene tutta prodotta da fonti rinnovabili e poi ci sarebbero anche le batterie da smaltire, penso). Non credo, infine, che un sistema di questo tipo sia così complicato da mettere in piedi, se si ingaggiano persone competenti, che siano in grado di valutare l'impatto ambientale di una vettura in modo corretto ed attendibile. Personalmente non vivrei il metodo come restrittivo della mia libertà, ma mi rendo anche conto che possa non essere immediato attuarlo. Alla fine, si tratta di trovare un sistema che sia più equo e ragionevole di quello proposto, basato sulla qualità del veicolo (tipologia ambientale) e sui chilometri effettivamente percorsi. Così chi inquina pagherebbe, ed ognuno di noi potrebbe scegliere un'auto sulla base dell'uso che ne fa, come credo già accada. Cordiali saluti.
     Leggi risposte
  • I catalizzatori sulle auto sono stati introdotti all'inizio degli anni 90 (Euro 0). Da allora sono passati circa 30 anni, e siamo arrivati alla Euro 6, auto elettriche, Plug-in, ecc. Questo significa che il parco circolante è nettamente migliore, dal punto di vista delle emissioni, rispetto a 30 anni fa. Ora mi pongo una domanda: i livelli di CO2, NOx, ecc. sono diminuiti rispetto agli anni 90 e se si continuano a diminuire? Se la risposta è no o i valori sono diminuiti ma non così significativamente come previsto, significa che l'auto non è responsabile. Mi piacerebbe vedere dei dati oggettivi, ma probabilmente, questi smentirebbero le politiche europee in materia di inquinamento.
     Leggi risposte
  • Mi sembra di tornare al passato, altro che governo del cambiamento! Ma quello che preoccupa di più è la mancanza di una visione sul futuro non solo dell'auto e dei trasporti in generale, ma purtroppo anche del Paese ...
  • Filobus?!?!?!😳😳 Perché non i carretti con i cavalli...!!!! 🤦‍♂️🤦‍♂️🤦‍♂️
  • Tassa semplicemente assurda quanto ingiusta governo del cambiamento?non mi pare se aumentano sigarette e imu sono identici se non peggio di Monti Il bonus ok il malus se lo tengano loro Semplicemente sprovveduti
  • E' una tassa solo per aumentare le entrate per mantenere le promesse elettorali:reddito cittadinanza e altre stupidate del genere.Se avessero a cuore la ns salute,investirebbero sul trasporto pubblico rimettendo i filobus nelle città dove sino a metà anni '60 tutti o quasi i capoluoghi di provincia avevano i loro "bifilari" come in foto d'epoca di Roma,Perugia,Firenze ecc e i trasporti su ferro sarebbero curati meglio.Oggi chi prende il treno come pendolare trova treni strapieni,freddi in inverno con neve che entra,corse annullate per guasti perché non c'è un treno sostitutivo o in caso di guasti lungo il viaggio,ore per trainare il treno nella stazione più vicina.Poi in caso di "forti nevicate":30 cm secondo le ferrovie "oggi causa avverse condizioni meteorologiche il treno...sarà sostituito con bus" come se con strade innevate o ghiacciate un mezzo si gomma è più sicuro di un mezzo a guida vincolata come un treno.Sono stati chiusi tutti gli scali merci nelle stazioni tant'è che il trasporto merci in Italia ha toccato il culmine negli anni '60 e poi un calo pauroso con aziende che una volta erano raccordate con la linea per inoltro carri e ora nulla.la ferrovia turistica del Bernina(patrimonio UNESCO)di cui con una web cam si vede il viadotto di Brusio,si vedono carri merce in coda ai treni passeggeri:cosa impensabile da noi che invece diciamo no al 3° valico da Genova al nord Italia tant'è che conviene fare arrivare le merci via nave da Rotterdam piuttosto che scaricarle a Genova e portarle al nord.
  • scusate, ho fatto un pasticcio con i commenti: 1) 500X, 500L e Tipo 1.3 mjtd sono ordinabili euro 6_d temp già da mesi; 2) sarebbe gradita una prova su strada di 4R di tale motorizzazione essendo tra i diesel + venduti in Italia, invece delle solite e numerose prove del 1.6 mjtd….
     Leggi risposte
  • Buongiorno a tutti. Premesso che il problema non potrebbe essere solo la CO2 ma anche le polveri sottili emesse dai motori a gasolio (pm10), credo che una soluzione corretta, che applichi il principio 'chi inquina paga', debba prevedere la divisione di tutto il parco veicoli in classi di efficienza ambientale, più o meno come avviene per elettrodomestici e serramenti. A ciascuna classe ambientale dovrebbe essere abbinato un coefficiente da moltiplicare - su base annuale - per il numero dei km effettivamente percorsi, oppure i litri di carburante consumati (da gennaio la fatturazione elettronica sarà obbligatoria anche per i benzinai). Il chilometraggio potrebbe essere certificato dai concessionari o dalle officine autorizzate, alla stregua di qualsiasi altra verifica amministrativa, quale la revisione ministeriale. In questo modo, la misura sarebbe equa e ragionevole, essendo tarata sulla classe ambientale del veicolo e sulla strada effettivamente percorsa, e dunque sull'inquinamento prodotto. Infatti 100 km percorsi con una panda hanno un impatto ambientale diverso da 100 km percorsi con una Ferrari. Nondimeno, una Ferrari che percorre 5000 km/anno, restando quasi sempre in garage, inquina di meno di una panda che percorre 50.000 km/anno. Ecco perché quanto propongo sopra mi appare come una soluzione bilanciata, nel rispetto del principio comunitario 'chi inquina paga'. Cordiali saluti.
     Leggi risposte
  • E comunque bene così. E andiamo avanti. Sono contento che rosicate
  • non capisco perchè si ostinano con l'elettrico quando sarebbe più semplice diffondere i carburanti sintetici tipo il gtl che possono essere utilizzati anche dai vecchi veicoli senza necessità di modifiche al motore???
  • servono tanti soldi e subito...come la storia recente ci insegna l'automobilista è la mucca più comoda da mungere. come ampiamente previsto da chi conosce bene le dinamiche politiche italiane nessuna discontinuità con il passato ma solo affermazioni folcloristiche miste ad incompetenza.
  • Tra il favorire la lobby dei Petroldollari o quella degli Elettrondollari, il governo sta dimostrando di non essere competente in materia di inquinamento e anche economica, perché gli incentivi avvantaggiano solo lli consumatori abbienti, che possono comprare l'elettrica da 60-70.000 € .
     Leggi risposte
  • Dell'Orco e Crippa..... come dire Gianni e Pinotto.
  • Questo ci fa capire che chiunque puo' sedere in parlamento e legiferare. Una norma eleborata da incompetenti che non si sono neanche presi il disturbo di controllare i reali effetti sul parco macchine o sui beneficiari. In due giorni tutti i giornali hanno fatto due conti e hanno tirato fuori tabelle e calcoli sul perche' la norma e' tutta sbagliata e i signori onorevoli con tutto lo staff che hanno non sono riusciti a fare due calcoli. Come al solito poi nessuno dice quale mente eccelsa ha partorito questa legge. I giornali sono piu' omertosi dei criminali spesse volte per proteggere gli amici in parlamento.
     Leggi risposte
  • La questione non è essere filogovernativi o meno ma non riconoscere, certamente in periodo di risorse pubbliche limitate, che finalmente sono premiati con un bonus modelli a contenuto ecologico/tecnologico superiore mi pare parli chiaro che su per quale parte del business dell auto si sta. Stangata sul pandino ? ma perchè premiare un alto al top in classifica delle emissioni inquinanti ed al bommo per sicurezza ? mi sta bene che si lamenti la casalinga che non sa nulla ma cara redazione questo titolo è una bella leccatona ( fuorviante per chi legge) ai tuoi padroni. Che schifo.
     Leggi risposte
  • leggi tutto

    FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19456/poster_001.jpg Il record della Stelvio Quadrifoglio al Ring http://tv.quattroruote.it/news/video/il-record-della-stelvio-quadrifoglio-al-ring News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News

    RIVISTE E ABBONAMENTI

    Il nuovo numero di Quattroruote vi aspetta in edicola e in edizione digitaleUn appuntamento da non perdere, che vede il proprio punto di forza nelle prove su strada, impreziosite da analisi ancora più approfondite su prestazioni, dotazioni tecnologiche e confort delle auto e personalizzate per i diversi modelli.

    Quattroruote

    Abbonati a Quattroruote!

    Sconti fino al 41%!

    SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

    UTILITÀ

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >
    Targa
    Cerca