Non è vero che dall’1 gennaio 2020 non sarà più possibile pagare la tassa automobilistica nelle agenzie di pratiche auto. Lo ha ricordato l’associazione di categoria, l’Unasca, precisando che l’obbligo di utilizzo del nuovo sistema di pagamento elettronico PagoPA, in vigore, appunto, dal 2020, non significa affatto l’esclusione degli studi di consulenza automobilistica. Non solo. Come ricorda Yvonne Guarnerio, segretario nazionale dell’associazione, “nelle agenzie associate all’Unasca, diversamente da altri canali di pagamento sia fisici che virtuali, il cittadino può controllare la situazione pregressa dei pagamenti, sanando così eventuali problemi. Inoltre, può far aggiornare gli archivi regionali in caso di disallineamenti, ricevendo un’assistenza qualificata e professionale nella specifica normativa”.

Utilizzato da gennaio 2019.
Realizzato dall’AgID, l’Agenzia governativa per l’Italia digitale, e previsto per legge, PagoPA è il sistema unico per i pagamenti alla pubblica amministrazione. Le agenzie di pratiche auto, tra l’altro, hanno iniziato a utilizzarlo già a gennaio 2019 per i pagamenti della tassa automobilistica effettuati con moneta elettronica.