Burocrazia

Monopattini elettrici
Altolà del governo: su strada solo nelle zone 30

Monopattini elettrici
Altolà del governo: su strada solo nelle zone 30
Chiudi

Dietrofront del governo sui monopattini elettrici. Dopo la liberalizzazione entrata in vigore l’1 gennaio scorso in seguito al’equiparazione alle biciclette contenuta nella legge di bilancio per il 2020, il ministero dei Trasporti, contrario fin dall’inizio alla un po’ avventurosa, va detto, iniziativa del parlamento, ha messo a punto un emendamento al cosiddetto decreto milleproroghe che riscrive, per la terza volta, le norme di circolazione di questi dispositivi.

Su strada solo nelle zone 30. In pratica, vengono ripristinati alcuni dei limiti di utilizzo contenuti nel cosiddetto decreto Toninelli del giugno 2019: possibilità di circolare solo sulle piste ciclabili, nelle aree pedonali (con velocità massima pari a 6 km/h), nelle cosiddette “zone 30” e in generale su tutte le strade con limite di velocità pari a 30 km/h. La violazione di questa norma prevede una sanzione di 100 euro.

Velocità massima 25 km/h. Non solo: non tutti i monopattini di potenza fino a 500 watt saranno equiparati alle biciclette, ma solo quelli con velocità massima non superiore a 25 km/h. Quelli di potenza superiore o che raggiungono velocità maggiori non potranno in alcun caso circolare. Per chi lo farà è prevista una multa di 200 euro e la confisca del dispositivo. Si vedrà nei prossimi giorni se le correzioni saranno approvate dal parlamento o se, addirittura, arriveranno nuove ulteriori restrizioni.

COMMENTI

  • Sono il felice possessore di un monopattino elettrico da qualche mese. Ho già macinato più di 1000 km. Sono consapevole dei danni che potrei causare se dovessi travolgere un pedone e di conseguenza sento l'esigenza di poter essere assicurato. Per quanto riguarda le limitazioni alla circolazione sinceramente non le capisco, con una bicicletta, a parte le autostrade, è possibile circolare dappertutto e non credo che siano meno pericolose, considerando tra l'altro che alcune biciclette da corsa non dispongono di nessun tipo di luce. Insomma come al solito una grande confusione e arretratezza.
  • ok al monopattino elettrico, purchè con velocità limitata, obbligo di circolazione solo su pista ciclabile e zone pedonali, purchè dotato di luci targa e assicurazione. E così dovrebbero essere tutte le biciclette sia muscolari che assistite. E' la proliferazione e quindi la densità sui percorsi che ne determina la pericolosità, a mio modesto avviso...
  • Come al solito questo governo non è d’accordo su nulla, ma non ci rendiamo conto che siamo un paese ridicolo?? I monopattini non sono meno pericolosi di una bicicletta, anzi il monopattino, lanciato alla stessa velocità di una bicicletta , si ferma molto prima. Consideriamo che una bicicletta muscolare può essere lanciata tranquillamente con la sola forza dei muscoli anche a 40/50 km orari. Ovviamente basta vietare la circolazione di tutti i veicoli a due ruote sui marciapiedi come penso che già lo sia.
  • le stesse regole dovrebbero valere allora per ogni mezzo elettrico simile, mi riferisco alle bici elettriche, non penso cambi tanto da un monopattino, anzi ...
     Leggi le risposte
  • Giusto non devono circolare per strada, contromano e senza luci.
  • FINO CHE NON LI TASSANO POI LI FARANNO ANDARE OVUNQUE. IL PRIMO LADRO IN ITALIA: LO STATO.
  • simpatico il monopattino elettrico
  • Poi uno non deve dire che siamo un paese arretrato!
  • Menomale. Ne ho incrociati un paio sia da automobilista che da pedone e... fanno paura
     Leggi le risposte