Burocrazia

Assicurazioni
Al via l’Rc familiare: pro e contro della nuova norma

Assicurazioni
Al via l’Rc familiare: pro e contro della nuova norma
Chiudi

Conto alla rovescia per l’arrivo della cosiddetta polizza Rc familiare, cioè l’estensione della migliore classe di merito bonus/malus presente all’interno del nucleo familiare anche a veicoli di tipo diverso. La norma, che permette di applicare la cosiddetta legge Bersani, finora limitata allo stesso tipo di veicolo, a tutti i mezzi, avrebbe dovuto entrare in vigore a fine dicembre ma il cosiddetto decreto milleproroghe, attualmente in fase di conversione in legge in parlamento, ne aveva rinviato l’applicazione a domenica 16 febbraio.

Come funziona. Da lunedì, dunque, un automobilista con classe di merito 1, per esempio, potrà stipulare una polizza per una moto, acquistata nuova o usata, ottenendo la stessa classe dell’auto. E viceversa, ovviamente. Da notare che la norma riguarda anche i contratti in essere, non solo quelli futuri. Al prossimo rinnovo dell’assicurazione, dunque, si potrà esercitare questo diritto. Per esempio, un ragazzo, titolare di una polizza per una moto, potrà rinnovare la polizza ottenendo la classe di merito più bassa dei genitori.

Stangata in caso d’incidente. C’è però una novità rispetto alla formulazione iniziale della norma: nel caso in cui il veicolo, per esempio, una moto, a cui è stata applicata la classe di una macchina, sia coinvolto in un incidente con colpa, il malus sarà più pesante: non due classi, come di solito accade, bensì fino a cinque, se l’indennizzo costerà all’assicurazione più di 5 mila euro. La novità è contenuta in un emendamento approvato ieri dalla commissione trasporti della camera al cosiddetto decreto mille proroghe, che dovrà essere convertito in legge entro il 28 febbraio.

COMMENTI

  • Norma che non ha nessun senso, basta avere delle elementari basi assicurative. Può solo portare a incrementi di premi e non a causa delle assicurazioni. Se come sostengo da anni a scuola si studiassero le basi finanziarie e assicurative avremmo molti meno problemi e non si arriverebbe a certe norme.
  • Ciao noi in famiglia abbiamo un tmax in 14 cu acquisto maggio 2019 potremo rinnovarla in 1cu prossimo rinnovo ? Lo scooter essendo assicurato solo da un anno in agenzia ci hanno detto che non è possibile in quanto secondo la legge Bersani deve aver maturato 5 anni di cu senza incidenti, ma questa clausola è corretta ? Oppure è il veicolo dal quale si prende la classe migliore che non deve avere incidenti ?
  • Avrei bisogno di una informazione : nel caso una famiglia possedesse al momento solo uno scooter e decidesse di acquistare una automobile (nuova o di seconda mano) si applicherebbe la nuova norma ovvero verrebbe adottata la classe di merito dello scooter? grazie
  • Purtroppo ad oggi nessuna compagnia si è ancora attivata in questa direzione...... Non vogliono farlo perché a loro non conviene ed in questo senso dovrebbe intervenire lo stato affinché rispettino le leggi e mettano in atto quanto stabilito. Va da sé che non hanno alcuna convenienza equiparando le classi a quella più bassa. O meglio, come hanno già detto, aumentano il premio e "passa la paura". INTERVENITE
  • Le assicurazioni vorranno mantenere i medesimi introiti ergo:ci saranno aumenti premio magari,meno per famiglie con più auto e moto che magari ci guadagneranno e aumenti più elevati per chi possiede un solo mezzo ergo:i più ricchi se la sfangano sempre.
  • Qualcosa non mi è chiaro; sembra che questa possibilità possa essere esercitata una sola volta, come un reset iniziale; se uno della famiglia fa un incidente, la classe di merito verrà aumentata a tutta la famiglia o solo al componente che ha fatto l'incidente ? E in quest'ultimo caso il componente "colpevole" al prossimo rinnovo non potrà richiedere nuovamente il beneficio ? Bo!!!
  • La solita vigliaccheria dei nostri politici : con una mano ti danno e con l altra ti tolgono. Non riescono proprio a migliorare il bilancio familiare in modo netto senza mettere qualche eccezione che poi ti frega. Quanto poco ci vuole per superare 5000 euro di danni oggigiorno? Non ci vuole niente... Le assicurazioni si giustificheranno col fatto che in Italia ci sono tante truffe ai danni delle assicurazioni ma allora dico punite pesantemente chi le compie ma finitela di rubare soldi alla gente onesta. Assicurazioni, banche, governi quanto si sono arricchiti sulla nostra pelle?