Con due giorni di ritardo rispetto all'entrata in vigore del cosiddetto decreto Infrastrutture, con cui l'11 settembre scorso il governo ha materialmente sbloccato i 57,5 milioni di euro residui del cosiddetto extrabonus, dal 14 settembre sono nuovamente prenotabili gli incentivi alle auto elettriche e ibride plug-in nelle due fasce di emissioni di anidride carbonica 0-20 e 21-60 g/km. Lo ha comunicato il ministero dello Sviluppo economico ricordando che con lo stesso provvedimento sono stati prolungati i termini per il completamento delle prenotazioni in corso, cioè per l'immatricolazione della nuova auto: "per quelle inserite sulla piattaforma dal 1 gennaio al 30 giugno 2021", ricorda il Mise, sarà possibile farlo fino al 31 dicembre 2021, mentre per quelle inserite dall'1 luglio al 31 dicembre 2021 si potrà fare fino al 30 giugno 2022.