Burocrazia

Ddl Concorrenza
Per le colonnine di ricarica autostradali servirà una gara

Ddl Concorrenza
Per le colonnine di ricarica autostradali servirà una gara
Chiudi

Gare per l’installazione delle colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici in autostrada, estensione dell’obbligo di risarcimento diretto alle assicurazioni con sede all’estero e delega al governo per la riforma del servizio pubblico non di linea, con la possibile introduzione, anche in Italia, dei servizi di ride hailing, cioè di servizi automobilistici con autista via app: sono queste le principali novità “automobilistiche” contenute nella bozza del cosiddetto disegno di legge Concorrenza che, salvo sorprese, dovrebbero essere approvate oggi pomeriggio dal governo. Ma vediamole nel dettaglio.

Una gara per le colonnine autostradali. Per quanto riguarda le assicurazioni, l’obbligo di risarcimento diretto, che finora escludeva, salvo adesione volontaria, le imprese che pur operando in Italia avevano sede legale in altri stati, sarà esteso a tutte le assicurazioni. Il risarcimento diretto, introdotto nel nostro ordinamento nel 2007, prevede che il conducente che subisce un incidente non sia risarcito dall’assicurazione del responsabile del sinistro, bensì dalla propria: quest’ultima riceverà poi un rimborso forfettario dall’assicurazione del conducente che ha causato l’incidente. Secondo l’Ancma, l’associazione di Confindustria che raggruppa le imprese delle due ruote, questo meccanismo “funziona quando nel sinistro sono coinvolti veicoli appartenenti alla stessa categoria, mentre s’inceppa nel momento in cui i veicoli incidentati appartengono a categorie differenti (per esempio auto e moto)”. Secondo l’Ancma, siccome la maggior parte degli incidenti che riguardano scooter o moto avvengono con veicoli di categoria diversa (normalmente autovetture), l’indennizzo diretto produce effetti distorsivi che si traducono in un aumento dei costi assicurativi a carico degli assicurati motociclisti”.

Risarcimento diretto con tutte le compagnie. Per quanto riguarda le assicurazioni, l’obbligo di risarcimento diretto del danno da parte della compagnia assicuratrice, che finora escludeva, salvo adesione volontaria, le imprese che pur operando in Italia avevano sede legale in altri Stati, sarà esteso a tutte le assicurazioni.

Riforma dei taxi e apertura ai servizi privati. Infine, il provvedimento delegherà il governo, su proposta del ministero delle Infrastrutture, a riordinare con proprio decreto legislativo il trasporto pubblico non di linea. In particolare la norma, se sarà confermata, prevede “l’adeguamento dell’offerta di servizi alle nuove forme di mobilità che si svolgono mediante applicazioni web che utilizzano piattaforme tecnologiche per l’interconnessione dei passeggeri e dei conducenti”, una definizione burocratica del cosiddetto ride hailing, cioè Uber e servizi simili, e la “promozione della concorrenza” nel servizio taxi, “anche in sede di conferimento delle licenze, al fine di stimolare standard qualitativi più elevati”. Il decreto parla anche di migliorare la “tutela del consumatore nella fruizione del servizio, al fine di favorire una consapevole scelta nell’offerta”. Tradotto dal burocratese significa trasparenza nel sistema tariffario.

Deciderà il parlamento. Tutto ciò, ovviamente non entrerà in vigore subito. Ammesso che queste ipotesi siano confermate nel testo finale, il provvedimento dovrà essere approvato dal parlamento (ma non c’è una scadenza) e, comunque, le camere potranno modificarlo. In ogni caso, tutte le novità che rimandano a ulteriori provvedimenti, come quelli che riguardano i trasporti pubblici, richiederanno, appunto, norme attuative che, oltretutto, potrebbero anche non essere mai emanate.

COMMENTI

  • L'unica cosa buona che aveva la Legge di Bilancio 2021, relativa alle colonnine era proprio che se il Gestore autostradale non ottemperava all'installazione delle colonnine, lo si poteva scavalcare. Ora invece, sarà lui (il Gestore) a fare una gara... il che allunga i tempi, e poi saranno pieni di ricorsi e di cavilli tecnici.
  • Titolo: "Una gara per le colonnine autostradali" Descrizione: le novità riguardanti le assicurazioni.... delle colonnine in autostrada neanche una parola