Burocrazia

Incentivi auto
Il governo è pronto a reintrodurre l'Ecobonus

Incentivi auto
Il governo è pronto a reintrodurre l'Ecobonus
Chiudi

Nelle ultime settimane, il mondo delle quattro ruote ha più volte lanciato allarmi sulla scarsa attenzione prestata dal governo al settore automobilistico e continui appelli a varare interventi e misure di sostegno, a partire dagli incentivi alla rottamazione. Finora nulla si è mosso, anche se oggi Gilberto Pichetto, viceministro allo Sviluppo Economico, ha fornito alcune rassicurazioni sulla possibilità di rilanciare strumenti che hanno sostenuto per mesi l’andamento della domanda: "Faremo una valutazione, ma è intenzione del Mise - e anche la mia, visto che io presiedo il tavolo automotive - reintrodurre l'Ecobonus per le vetture elettriche. Vedremo in quale entità".

Vice-Ministro-Gilberto-Picchetto-Fratin

Segnale positivo? Pichetto, senatore di Forza Italia, ha parlato a margine di un evento organizzato dal circolo torinese Dumsedaf. Le dichiarazioni, però, sono da prendere con le dovute cautele: lo scorso autunno, lo stesso viceministro aveva annunciato l’intenzione del governo di inserire nella Legge di bilancio un provvedimento strutturale per rifinanziare gli incentivi alla rottamazione e quindi accompagnare il settore automobilistico sulla strada della transizione verso la mobilità del futuro, ma alle parole non sono seguiti i fatti. In particolare, sono intervenuti alcuni fenomeni macroeconomici che hanno spinto l’esecutivo a scegliere di allocare risorse pubbliche su altre partite: "Io avevo chiesto un miliardo, ma il governo ha valutato di dovere privilegiare gli interventi sul caro prezzi e il caro energia e i 4 miliardi sono finiti su quei capitoli”, ha ammesso Pichetto.

Trattative serrate su Termoli. Il viceministro, che ha annunciato per i prossimi giorni anche la presentazione in Parlamento di uno "studio puntuale sulle imprese della componentistica" e sulle conseguenze della transizione verso la mobilità elettrica, è stato interpellato anche su altre questioni legate direttamente e indirettamente al mondo dell’auto, a partire dalla realizzazione delle gigafactory per la produzione di batterie. "Con Stellantis c'è un rapporto continuo, in queste ore stiamo definendo l'accordo per Termoli", ha spiegato il viceministro in merito alla fabbrica di accumulatori prevista nella cittadina molisana. "Stellantis sta mettendo a punto il piano Europa, c'è l'impegno per l'Italia e per Torino nell'ambito della trasformazione in corso. I siti che producono l'endotermico o le trasmissioni dovranno cambiare pelle e questo comporterà grandi investimenti e aiuti dallo Stato".

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Incentivi auto - Il governo è pronto a reintrodurre l'Ecobonus

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it