Burocrazia

Dotazioni invernali
Le calze da neve sono ufficialmente equiparate alle catene

Dotazioni invernali
Le calze da neve sono ufficialmente equiparate alle catene
Chiudi

Decisivo passo in avanti verso la piena e formale equiparazione delle cosiddette calze da neve a catene e pneumatici invernali. La direzione generale della Motorizzazione civile del ministero dei Trasporti ha infatti deciso di adeguare alla nuova norma tecnica internazionale emanata nel 2020 – la UNI EN 16662-1 che si applica indipendentemente dal materiale utilizzato per realizzare i dispositivi “antineve” - il decreto ministeriale del 10 maggio 2011 che disciplina i “Dispositivi supplementari di aderenza”, i cosiddetti Dsa, fermo alla norma tecnica precedente, la UNI 11313 emanata nel 2010, che invece si applicava solo ai dispositivi d'acciaio. "Il Mims", spiega a Quattroruote Pasquale D’Anzi, direttore generale della Motorizzazione civile, "ha ravvisato la necessità di adeguare le prescrizioni del decreto del 2011 al progresso e all'evoluzione della tecnica e ha predisposto un progetto di decreto ministeriale che riconosce la norma UNI EN 16662-1:2020 quale standard di riferimento per la certificazione dei Dsa".

Basta l’omologazione. In pratica, un qualsiasi dispositivo omologato secondo la nuova norma – ossia che risponde ai requisiti prestazionali verificati mediante l’esecuzione di specifiche prove di laboratorio, su pista innevata e coperta di ghiaccio e di resistenza all’usura - potrà essere liberamente e legittimamente utilizzato sulle strade in cui vige l’obbligo di dotazioni invernali. E ciò, appunto, indipendentemente dal materiale utilizzato, acciaio o tessuto. Una decisione che mette la parola fine a undici anni di discussioni, polemiche e battaglie legali attorno alle cosiddette calze da neve, bocciate nel 2011 dalla Motorizzazione civile perché non conformi alle norme tecniche di riferimento in vigore a quel tempo e, quindi, non utilizzabili in alternativa alle catene o agli pneumatici invernali sulle strade in cui vige quest’obbligo.

Decreto a gennaio 2023 ma l’alternativa è già ammessa. Ma da quando le calze da neve omologate in base alla UNI EN 16662-1:2020 saranno considerate a tutti gli effetti equivalenti alle catene? "Il nuovo decreto ministeriale", spiega D’Anzi a Quattroruote, "potrà essere adottato solo allo scadere del periodo di notifica dello stesso alla Commissione europea, stabilito al 2 gennaio 2023. Trattandosi però di una norma tecnica di valenza europea, si ritiene già possibile, nelle more della pubblicazione del Dm, utilizzare dispositivi conformi alla suddetta norma. A tal proposito, apposita comunicazione informativa è stata trasmessa al ministero dell’Interno, che aveva chiesto chiarimenti applicativi ritenendo non opportuno sanzionare i conducenti di veicoli che utilizzano Dsa conformi alla nuova norma EN". Insomma, già dal prossimo 15 novembre, data a partire dalla quale scattano gli obblighi di dotazioni invernali su molte strade italiane, sarà possibile mettere nel baule della propria auto le calze al posto delle catene. Nulla cambia, ovviamente, per chi, invece, opterà per pneumatici invernali M+S con il simbolo del fiocco di neve, sufficienti per circolare sulle strade in cui vige l’obbligo di dotazioni invernali.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Dotazioni invernali - Le calze da neve sono ufficialmente equiparate alle catene

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it