BMW Vision iNext Ecco come (non) guideremo fra tre anni

Roberto Lo Vecchio da Monaco di Baviera, Roberto Lo Vecchio
BMW Vision iNext
Ecco come (non) guideremo fra tre anni
Chiudi
 

La BMW è (quasi) pronta a consegnare ai propri clienti il futuro. O, meglio, la sua visione del futuro. L’ha caricata, in gran segreto, su un aereo cargo e l’ha portata in quattro scali nel mondo, sempre protetta dalla fusoliera dell’apparecchio, mostrandola soltanto a piccoli gruppi di giornalisti, fatti salire a bordo in turni successivi. E Quattroruote era della partita. L’abbiamo vista in anteprima a Monaco, una delle quattro tappe del cargo, assieme a New York, Pechino e San Francisco. Ora, il portellone del 777F da carico della Lufthansa si apre per tutti. E il suo contenuto, la Vision iNext, è pronta a dire la sua a proposito di come ci muoveremo, e come guideremo, nei prossimi anni.

La massima libertà. Sì, come guideremo. Ma come? Non si tratta di un’auto che guida da sola? Certo, la Vision iNext prefigura un’auto di serie a guida autonoma: il primo vero modello a guida autonoma della Casa bavarese, quando uscirà sul mercato alla fine del 2021. Però è pur sempre una BMW, e “le BMW non rinunceranno mai al volante”, come ripetono da anni i suoi dirigenti. Infatti, sulla Vision iNext ci saranno due modalità: Ease, che delega la guida su certi percorsi e in certe condizioni alla macchina, e Boost, che rimette i comandi nelle mani del pilota. In fondo, è questa la massima libertà che si può immaginare a bordo di una macchina, scegliere quando fare altro liberandosi dell’incombenza di guidare nel traffico e su percorsi noiosi, e quando, nelle condizioni giuste, riappropriarsi di un piacere antico.

Vetrina di design. Più che di soluzioni tecniche, in questa fase la iNext ha soprattutto il compito di mostrare una direzione stilistica e filosofica. È questo che abbiamo visto e commentato a bordo del cargo Lufthansa con dirigenti e tecnici della Casa bavarese. Per esempio, si sa che la versione di serie sarà elettrica, ma è presto per parlare di capacità degli accumulatori, potenza erogata e autonomia. Così come, per la guida autonoma, Klaus Frolich, membro del board con delega allo sviluppo, si limita a dire che “il modello di serie sarà di livello 3, con capacità da livello 4 e 5”, affrettandosi a precisare però che “la BMW non è interessata al mercato dei robotaxi”. Quindi, il livello 5 resta più che altro un’abilità teorica, dato che presupporrebbe l’assenza di volante, pedali e conducente. Invece il guidatore resta al centro della strategia del marchio dell’elica.

2018-BMW-Vision-iNext-23

Un veloce ripasso. Ricordiamo brevemente che il livello 3 di guida autonoma, come descritto dalla Sae, la società degli ingegneri dell’automotive, prevede che l’auto sia in grado di effettuare manovre come cambiare autonomamente corsia senza che il conducente umano abbia più l’obbligo di tenere le mani sul volante, mentre il livello 4 (che costituisce il vero salto) in determinate condizioni delega tutte le operazioni di guida all’auto, anche nei percorsi urbani, e il guidatore può dedicarsi ad altro, restando però pronto a riprendere i comandi quando l’auto lo dovesse richiedere. Il livello cinque è quello che diversi concorrenti, dalla FCA alla Mercedes, dalla Renault alla Volkswagen, stanno sviluppando per la realizzazione di taxi privi di conducente.

Hey BMW, voglio guidare. Una volta seduti a bordo, quindi, basterà chiamare in causa l’assistente vocale di nuova concezione, tipo quello della Mercedes con l’Mbux (lo troverete già sui prossimi modelli di produzione, a partire dalla primavera del 2019) e dire una frase del tipo “Hey BMW, fammi guidare”: il volante fuoriesce dalla plancia e la pedaliera si solleva dal pavimento. L’assetto di guida diventa dinamico (modalità Boost). Proprio per il fatto che il guidatore resta centrale, le poltrone anteriori non sono girevoli, ma restano rigorosamente rivolte in direzione di marcia. In foggia di salotto invece il divano posteriore, ricoperto di un vivace tessuto jacquard, che ha una particolarità tecnologica: microchip annegati nelle fibre lo rendono reattivo al tatto. Così, i passeggeri posteriori, possono comandare per esempio l’autoradio.

2018-BMW-Vision-iNext-4

Tecnologia “timida”. La BMW usa proprio questa parola, shy, che in inglese vuol dire, appunto, timido per indicare un punto chiave della filosofia della iNext. E cioè nascondere alla vista quanti più dispositivi tecnologici possibili: l’idea che ci sta dietro è che l’hi-tech non debba essere né ostentato né invadente, ma appaia, quasi per magia, soltanto quando serve. Il beneficio collaterale è anche quello di avere un abitacolo completamente spoglio di tasti fisici. E l’i-Drive, il manopolone a cui i clienti BMW sono tanto affezionati (e ben a ragione)? Beh, qui non c’è, ma l’intero tunnel centrale è una superficie intelligente sensibile al tatto che consente comunque di comandare le funzioni di bordo senza spostare l’arto destro dal poggiabraccio.

Uno stile che farà discutere. Ma abbiamo lasciato per ultimo ciò che invece, ne siamo sicuri, occuperà il primo posto nei vostri commenti: il design esterno. Quando, entrati nel cargo, la paratia mobile che ci separa dalla macchina viene abbassata, lasciando intravvedere in fondo alla fusoliera - fra un tripudio di effetti luminosi (grazie a 78 mila Led, proiettori a 13 mila lumen e 7,5 km di cavi elettrici) - le forme dell’auto, restiamo sulle prime un po’ sconcertati. Sono diversi gli attributi BMW a essere divenuti poco riconoscibili o, perlomeno, ad aver cambiato natura, a partire dal doppio rene, che tale non è più: è diventato una farfalla, un cravattino, vedete un po’ voi. Ma del resto è la nuova identità frontale dei modelli elettrici (pensate al muso della iX3). Anche dei quattro occhi circolari che sono un altro marchio di fabbrica della Casa è rimasto solo un ricordo stilizzato nei sottilissimi fari. Infine persino il gomito di Hofmeister, cioè il classico andamento del finestrino posteriore, si è perso lungo la strada per il futuro.

2018-BMW-Vision-iNext-16

Meno confini tra fuori e dentro. Dunque, una bocciatura? No, il compito di uno studio ancora piuttosto concettuale come questo è di esplorare nuovi linguaggi, che tengano sì conto dell’heritage, ma che non se ne facciano troppo condizionare. Del resto, la Vision iNext è una visione, appunto, del futuro. Se piacesse a prima vista sarebbe un brutto segno, significherebbe che è troppo ancorata al passato, alle grafiche a cui siamo abituati. Allora, con le luci all’interno della pancia dell’aereo che aumentano d’intensità, guardiamola un po’ meglio. Intanto è ovvio che, essendo un veicolo destinato a mediare tra modalità di guida umana e guida autonoma, avrà un design che non sottolinei così tanto la vocazione sportiva, ma che si apra, invece, ad altre istanze: la serenità, il confort, l’equilibrio con pannelli di carrozzeria più lisci e con grandi superfici vetrate che lasciano vedere gli interni. Le forme comunque non sono banali e si affidano più alla plasticità dei volumi che a linee e scalfiture. Bella, in particolare, la transizione tra la fiancata e la spalla.

Aspettando quella vera. Detto questo, per via delle dimensioni imponenti, oltre i cinque metri, le manca forse un po’ la grazia della compattezza. Ma, come dice il nome, è ancora una visione, un manifesto di idee e di soluzioni, non certo l’auto definitiva (la quale difficilmente, per esempio, riproporrà le portiere con apertura ad armadio senza montante centrale della concept). Da qui al 2021 ci sono ancora tre anni. Durante i quali la Vision iNext non mancherà di evolvere.

COMMENTI

  • 3 anni...ma se non ci sono nemmeno le leggi. Aria fritta
  • Vista questa evoluzione, mi consolo mettendo la testa in garage e gustandomi la mia serie 8 del '95.....
  • Ormai pare scritto che i fautori e nostalgici amanti dei motori a scoppio, rumorosi ed inquinanti, dovranno a breve rivolgersi al collezionismo..finalmente!
     Leggi risposte
  • Su un prototipo ci sta di proporre un nuovo linguaggio stilistico, rinnegando gli elementi classici del design della marca (doppio rene, coppia di fari circolari, Hofmeister), per sondare nuove vie e valutare le reazioni del pubblico. Tuttavia, ritengo che, oggi BMW, è sui nuovi modelli della gamma "classica" che ha problemi di design. Sembra aver smarrito la via. Sembra soffra enormemente la concorrenza (che motivo c'è di rincorrere Audi, proponendo un doppio rene sempre più grande che fa apparire le auto come dei "Truck americani?). Degli ultimi modelli presentati da BMW a partire dalla serie X3 (pertanto X4, Z4, X5, Serie 8, X2) personalmente, non c'è nemmeno uno che mi piace.
  • leggi tutto

    FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21801/poster_003.jpg BMW Serie 1 2019: ora a trazione anteriore http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/premiere/video/bmw-serie-1-2019-ora-a-trazione-anteriore Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21745/poster_002.jpg Teaser - BMW i3s: ecco le prime immagini della nostra prova http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/teaser-bmw-i3s-ecco-le-prime-immagini-della-nostra-prova Mondo Q
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21737/thumb bmw i3s.jpg Nuova BMW i3S: cambio di taglia http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/nuova-bmw-i3s-cambio-di-taglia Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21515/Thumb bmw serie 3.jpg BMW Serie 3 2019: ecco perché è più estrema della Giulia http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/bmw-serie-3-2019-ecco-perche-e-piu-estrema-della-giulia Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/21493/poster_007.jpg La nuova BMW serie 3: ecco il primo teaser della prova http://tv.quattroruote.it/mondo-q/flash/video/bmw-serie-3-teaser-mov Mondo Q
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21480/Max lai.jpg Presa per un giorno. Le impressioni di un motociclista 2 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/presa-per-un-giorno-max-mp4 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21479/_DSC3084.jpg Presa per un giorno. Lo stupore di Erica. http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/spina-per-un-giorno-erika-mp4 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21478/Paola.jpg Presa per un giorno. Quando la mamma si fa taxi. http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/presa-per-un-giorno-quando-la-mamma-si-fa-taxi- Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21466/_DSC2879.jpg Presa per un giorno. Le impressioni di un motociclista 1 http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/presa-per-un-giorno-garbin-ok-mp4 Prove
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21465/Traccanella.jpg Presa per un giorno. La parola alla memoria storica http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/diario-di-bordo/video/presa-per-un-giorno-traccanella-mp4 Prove

    RIVISTE E ABBONAMENTI

    Il nuovo numero di Quattroruote vi aspetta in edicola e in edizione digitaleUn appuntamento da non perdere, che vede il proprio punto di forza nelle prove su strada, impreziosite da analisi ancora più approfondite su prestazioni, dotazioni tecnologiche e confort delle auto e personalizzate per i diversi modelli.

    Quattroruote

    Abbonati a Quattroruote!

    Sconti fino al 41%!

    SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

    UTILITÀ

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Scarica la prova completa in versione PDF

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!
    Seleziona
    • Seleziona
    • ABARTH
    • ALFA ROMEO
    • ALPINA-BMW
    • ALPINE
    • ASTON MARTIN
    • AUDI
    • BENTLEY
    • BMW
    • CADILLAC
    • CHEVROLET
    • CHRYSLER
    • CITROEN
    • CORVETTE
    • CUPRA
    • DACIA
    • DAEWOO
    • DAIHATSU
    • DALLARA
    • DODGE
    • DR
    • DS
    • FERRARI
    • FIAT
    • FORD
    • GREAT WALL
    • HONDA
    • HUMMER
    • HYUNDAI
    • INFINITI
    • INNOCENTI
    • IVECO
    • JAGUAR
    • JEEP
    • KIA
    • LAMBORGHINI
    • LANCIA
    • LAND ROVER
    • LEXUS
    • LOTUS
    • MAHINDRA
    • MASERATI
    • MAZDA
    • MCLAREN
    • MERCEDES
    • MG
    • MINI
    • MITSUBISHI
    • NISSAN
    • OPEL
    • PEUGEOT
    • PORSCHE
    • RENAULT
    • ROVER
    • SAAB
    • SEAT
    • SKODA
    • SMART
    • SSANGYONG
    • SUBARU
    • SUZUKI
    • TATA
    • TESLA
    • TOYOTA
    • VOLKSWAGEN
    • VOLVO
    Seleziona
    • Seleziona