Concept

Honda Civic
L'undicesima serie prende forma: presentata la Prototype - VIDEO

Honda Civic
L'undicesima serie prende forma: presentata la Prototype - VIDEO
Chiudi

La Honda ha presentato la Civic Prototype, concept che anticipa la undicesima generazione della berlina giapponese, attesa negli Stati Uniti nella seconda metà del 2021. Non ci sono, per il momento, notizie sul futuro di questa vettura in Europa: sarà dunque necessario attendere ulteriori sviluppi per comprendere la strategia della Casa di Tokyo in questo senso. 

Confermate le varianti a quattro e cinque porte, così come la Type R. Cruciale per le vendite della Honda, la Civic conferma la presenza nella gamma delle versioni hatchback e berlina, ma anche delle sportive Si e Type R. Pur trattandosi di un prototipo, appare chiaro come il design della nuova generazione sia già praticamente definitivo e ancora una volta pensato per sottolineare lo spirito dinamico di questo modello. La tinta Solar Flare Pearl esalta particolarmente le linee, che evolvono quelle attuali con forme più scolpite. Nuovo il design dei gruppi ottici a Led anteriori e posteriori, mentre altri dettagli degni di nota includono le finiture nero lucido nei paraurti e il terminale di scarico ovale integrato nel diffusore posteriore.  All'altezza della linea di cintura, in prossimità del montante posteriore, si nota poi uno scalino che va ad aggiungersi ai tratti distintivi della Honda Civic Prototype. La Casa non ha ancora accennato alla gamma dei propulsori, ma ha sottolineato l'arrivo di nuovi dispositivi di sicurezza: è prevista infatti un'evoluzione del pacchetto di Adas Honda Sensing e l'aggiunta di ulteriori airbag a bordo.

Nuovo approccio per gli interni. Gli interni non sono stati mostrati durante la presentazione e sono visibili solo in un bozzetto, ma la Honda ha già confermato che la nuova Civic sarà la prima della sua lunga storia a proporre la strumentazione totalmente digitale. Il riposizionamento dei montanti anteriori e degli specchietti è stato inoltre studiato per migliorare la visibilità. L'infotainment sfrutta un display touch da 9 pollici che svetta sulla plancia: l'approccio minimalista al design interno segna un deciso cambio di passo rispetto al modello uscente, con la palpebra della strumentazione e il tablet dell'infotaiment staccati dalla semplice struttura orizzontale della plancia, i comandi della climatizzazione ridotti a tre elementi circolari e la leva del cambio spostata verso il guidatore, affiancata da due grandi portabicchieri.

COMMENTI

  • Francamente a me la 10a piaceva, anche se un po' eccessiva. Questa è volutamente "piatta", ma nel panorama attuale non c'è rischio che sfiguri. A mio modo di vedere ci sono due altre cose importanti da verificare: la splendida, sportivissima posizione di guida, che spero non vada persa in questa "normalizzazione"; e la disponibilità dell'ottimo diesel 1.6. Ma temo che...
  • Se come leggo,assomiglierà ad una AUDI o BMW,dovrebbe piacere dal momento che queste due case vendono bene anche se poi,sarà acquistata da una minoranza che guarda alla affidabilità totale che solo le case giapponesi hanno e a un prezzo competitivo considerando la dotazione base completa(su questa rivista leggo prove di auto tedesche con optional che aumentano il costo base di anche 5.000-8.000,00 € e costi ragionevoli di manutenzione.Poi per chi guarda il logo sul cofano o i minimi dettagli di finitura,non l'acquisterà mai anche se costerà come una FIAT TIPO.
  • Ciao. Da ragazzo ho posseduto una Civic , la sesta serie che nei miei ricordi è rimasta una macchina splendida.. forse perchè è stata la prima auto che mi sono comperato. Questa versione in effetti manca dell'originalità delle serie precedenti, è molto più omologata e tedeschizzata però devo ammettere che a me piace molto..
  • Design terribilmente Audizzato. La Honda non si smentisce e fa una Civic bella ogni tre generazioni mentre le altre, come questa, sono, semplicemente, da dimenticare
  • In Honda penso abbiano grandi problemi a livello di design. La Civic, in particolare nelle ultime tre serie, è inguardabile, un accozzaglia di linee tra il fumettistico e il vorrei ma non posso. L'ultima è incomprensibile.
  • A me sembra un' Audi, dentro e fuori. Ormai neanche più i "prototipi" sanno fare originali. Che declino
  • Come già detto, vettura normalizzata rispetto a versione prevedente, senza infamia e senza lode. Curioso l'interno che mi ricorda auto anni 60-70, da vedere la realizzazione dal vivo, potrebbe anche funzionare.
  • Alla prima vista anch'io ho detto è una BMW, di tipico dei dettami stilistici Honda c'è rimasto solo il frontale. Diciamo che sono passati da un eccesso all'altro, dalla troppa originalità della serie attuale ad una "normalizzazione" conclamata di questa qui. ........ e non vedo ancora il commento di Edo Civic, solitamente sempre presente in questi articoli.... (-_-)
     Leggi le risposte
  • Sono un estimatore di Honda. ma questa macchina 8da quel che si può vedere) non mi convince. La coda sa molto di BMW serie 3 e il muso, con quella "bocca" è sgraziato. La trovo poco equilibrata insomma...