Ex stabilimento Fiat Sequestro e arresti per Blutec, che doveva rilanciare Termini Imerese

Andrea Sansovini Andrea Sansovini
Ex stabilimento Fiat
Sequestro e arresti per Blutec, che doveva rilanciare Termini Imerese
Chiudi
 

Avrebbero dovuto produrre componenti per auto elettriche (in particolare per le future versioni a batterie della Doblò e del Ducato) nell’ex stabilimento siciliano della Fiat, quello di Termini Imerese. E invece questa mattina a varcare i cancelli sono stati i finanzieri del Nucleo di Polizia economico-finanziaria di Palermo: secondo l'ordinanza del gip, l’ipotesi di reato è malversazione a danno dello Stato. Il presidente del consiglio di amministrazione e l'amministratore delegato della Blutec, la società che appunto doveva riconvertire lo stabilimento anche grazie ai finanziamenti pubblici, sono finiti agli arresti domiciliari, mentre è già sotto sequestro l'intero complesso aziendale e beni per oltre 16,5 milioni di euro. La Guardia di finanza, inoltre, ha perquisito anche la sede di Rivoli (TO) della società.

Contributi pubblici. Al centro del caso Blutec emerso nei mesi scorsi, ci sarebbe la restituzione di 20 milioni a Invitalia, l'Agenzia nazionale per lo sviluppo economico, controllata dal ministero dell'Economia. I due manager, Roberto Ginatta e Cosimo Di Cursi, per i quali è scattato anche un provvedimento di interdizione per dodici mesi, in sostanza, si sarebbero appropriati di 16 dei 21 milioni di euro di contributi statali che dovevano rappresentare una grande occasione di sviluppo per i 700 lavoratori coinvolti nel progetto. Di Cursi al momento si trova in Brasile, dove il gruppo della famiglia Ginatta possiede un altro sito produttivo, ma il suo avvocato ha fatto sapere alla Procura che non avrebbe alcuna intenzione di sottrarsi al provvedimento. 

Il commento del procuratore. "Non credo che il sogno del rilancio dell'area industriale di Termini Imerese venga spezzato con il sequestro della Blutec. Mi auguro di no". È il commento del procuratore Ambrogio Cartosio, titolare dell'inchiesta che ha portato all'operazione Blu Hole. "La speranza è che questo polo industriale risorga. Ogni scelta che viene fatta deve essere ben ponderata. Ma questo attiene a una valutazione politica. A noi spetta esaminare e riscontrare i fatti", ha sottolineato il magistrato. Le ricerche condotte dal nucleo di polizia economico finanziaria della Guardia di Finanza di Palermo hanno consentito di dimostrare che almeno 16 dei 21 milioni di euro di contribuzioni pubbliche "non sarebbero mai stati impiegati per i fini progettuali previsti, né restituiti a scadenza delle condizioni imposte per la realizzazione del progetto industriale". Alcune spese sono state giudicate "non ammissibili, in altri casi i fondi pubblici sono stati utilizzati per l'acquisto di beni" impiegati a beneficio di altre unità produttive dell'azienda in altre realtà e non a Termini Imerese. L'allarme è partito da Invitalia e poi riscontrato attraverso accertamenti bancari. Rispetto alle finalità per cui i finanziamenti erano stati erogati, solo 5 milioni risulterebbero destinati allo scopo previsto dal contratto, mentre degli altri 16 non c'è traccia. Nonostante la revoca del finanziamento intervenuta ad aprile del 2018, le procedure di restituzione non risulterebbero ancora avviate.

La storia dello stabilimento. La newco Blutec, società del gruppo Metecal, aveva rilevato lo stabilimento il 1º gennaio 2015 per la produzione di componenti per auto, con il sostegno di finanziamenti erogati da Invitalia, dopo la conclusione della lunga storia della produzione Fiat in Sicilia, iniziata nel 1967. La fabbrica di Termini Imerese aveva vissuto il suo periodo d'oro negli anni 70, divenendo un modello produttivo: nel 1979 all'avvio della produzione della Panda contava 1.500 dipendenti, con il lavoro articolato su tre turni. Nella seconda metà degli anni 80 erano occupati 3.200 operai, a cui vanno aggiunti circa 1.200 nell'indotto. La crisi arriva nel 1993, quando si verifica la prima ristrutturazione aziendale. Nel 2009 la Fiat aveva confermato la produzione della Lancia Ypsilon fino al 2011, prospettando un futurodi produzioni diverse da quella automobilistica. La chiusura risale al 2011. Tra le ipotesi di riconversione, si era parlato di un interessamento da parte del gruppo DR Motor Company, non realizzatosi per gli eccessivi costi dell'operazione. 

L'ultimo periodo. La Blutec aveva presentato lo scorso novembre l'ennesimo progetto di rilancio del polo industriale palermitano che prevedeva l'occupazione di 694 lavoratori entro il 2020, con un cronoprogramma che avrebbe dovuto garantire l'ingresso di 115 lavoratori entro dicembre 2018, a settembre 2019 di altri 100 e a dicembre 2019 di ulteriori 344. Questi obiettivi sarebbero stati garantiti, oltre che dall'elettrificazione della Doblò e del Ducato, anche dall'assemblaggio delle batterie Samsung. Pochi giorni fa, il 5 marzo, l'azienda aveva presentato gli aggiornamenti del suo piano industriale che prevedeva commesse anche per Garage Italia, la Xev e la Jiayuang, mentre la produzione delle batterie per il Ducato avrebbe dovuto riassorbire interamente la forza lavoro attualmente fuori dalle attività produttive entro la fine del 2019.

COMMENTI

  • Mi ricorda tanto la vecchia cassa del mezzogiorno, dove miliardi di lire sono finiti di fatto tutti al nord con aziende che aprivano capannoni riempiendoli di macchinari da rottamare, prendere i finanziamenti pubblici e poi fallire; l'imprenditoria italiana non ha nulla di etico, come pretenderebbe l'art. 41 della nostra costituzione (naturalmente senza generalizzare).
  • Il mio commento appare due volte. Boh!?!? R.P. Ffm.
  • Termini Imerese come il Sulcis! Cassa integrazione per tutti i dipendenti fino alla pensione... poi verra´ aperto un museo dell´automobile con custodi i figli dei dipendenti ex-Fiat. In Sardegna e´ andata cosi´ ... magari costa anche meno di investire in progetti fantasma ... vedremo! Saluti. R.P. Ffm. P.S. Pure Alitalia segue il modello, ancorche´ piu´ complesso con accordi di volta in volta con operatori privati ... alla fine lo stato conserva i posti di lavoro ... e avanti un altro! :-(
  • Termini Imerese come il Sulcis! Cassa integrazione per tutti i dipendenti fino alla pensione... poi verra´ aperto un museo dell´automobile con custodi i figli dei dipendenti ex-Fiat. In Sardegna e´ andata cosi´ ... magari costa anche meno di investire in progetti fantasma ... vedremo! Saluti. R.P. Ffm. P.S. Pure Alitalia segue il modello, ancorche´ piu´ complesso con accordi di volta in volta con operatori privati ... alla fine lo stato conserva i posti di lavoro ... e avanti un altro! :-(
  • Credo sempre più che chi scrive qua dentro viva in un mondo di fantasie e totalmente avulso dalla realtà. E' bene ricordare che l'Italia dal punto di vista politico ha praticamente distrutto e massacrato la sua industria negli ultimi 30 anni....credendo che i soldi arrivassero alla politica per grazia divina a differenza di altre nazioni che aiutano le proprie aziende per ricavarne i conseguenti benefici. Questo direi che è evidenza quotidiana. In questa non felice situazione sia italiana e sia di FCA...non a caso legate da infelicità....Blutec, indipendentemente da tutto, è una società multinazionale con circa 5000 dipendenti. Gestire una società di questo tipo non è come scrivere stronzate su internet senza faccia e senza nome. Se hanno sbagliato qualcosa o hanno le loro belle difficoltà in questo periodo pagheranno. Ma usare male parole e offese verso persone che danno lavoro tutti i giorni a migliaia di persone e definirli "certo tipo di imprenditoria" in maniera disprezzante indica la bassezza morale(oppure ignoranza di alto livello) di certe persone.
     Leggi risposte
  • Concordo tutto con Vin, peccato che alcuni inetti e saccenti vorrebbero dare in mano l’EU a persone come queste! E poi si aprino i banchetti di mangerie e strafogati
  • Come ex dipendente Blutec, devo dire che mi sento sollevato all'idea del fatto che, tre anni fa, decisi di dare le dimissioni... Poi in realtà vorrei precisare che Blutec ha molteplici attività, nel settore automotive, che producono profitti e danno lavoro, per cui, vorrei superare, per salvaguardare l' occupazione, che questo non crei un effetto domino con conseguenze disastrose... Per quel che riguarda in particolare il destino di Termini Imerese, spiace che qualche anno fa Di Risio fece un offerta per acquistare quello stabilimento, e probabilmente aveva un progetto più costruttivo...
  • Come ex dipendente Blutec, devo dire che mi sento sollevato all'idea del fatto che, tre anni fa, decisi di dare le dimissioni... Poi in realtà vorrei precisare che Blutec ha molteplici attività, nel settore automotive, che producono profitti e danno lavoro, per cui, vorrei superare, per salvaguardare l' occupazione, che questo non crei un effetto domino con conseguenze disastrose... Per quel che riguarda in particolare il destino di Termini Imerese, spiace che qualche anno fa Di Risio fece un offerta per acquistare quello stabilimento, e probabilmente aveva un progetto più costruttivo...
  • Un altro caso Rossignolo, ormai un certo tipo d'imprenditoria si muove solo se ci sono da prendere finanziamenti pubblici, una volta finiti quelli e bisogna cominciare ad investire denaro proprio, finisce pure l'impresa..... Sia chiaro che un cittadino incensurato è da considerarsi innocente fino a condanna definitiva, quindi magari questi tizi stavano solo aspettando l'inizio delle commesse per far partire i lavori... o magari hanno fatto beneficenza ....
  • leggi tutto

    FOTO

    VIDEO
     -
     -

     -
     -

     -
     -

     -
     -

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19456/poster_001.jpg Il record della Stelvio Quadrifoglio al Ring http://tv.quattroruote.it/news/video/il-record-della-stelvio-quadrifoglio-al-ring News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News

    RIVISTE E ABBONAMENTI

    Il nuovo numero di Quattroruote vi aspetta in edicola e in edizione digitaleUn appuntamento da non perdere, che vede il proprio punto di forza nelle prove su strada, impreziosite da analisi ancora più approfondite su prestazioni, dotazioni tecnologiche e confort delle auto e personalizzate per i diversi modelli.

    Quattroruote

    Abbonati a Quattroruote!

    Sconti fino al 41%!

    SCOPRI TUTTE LE OFFERTE

    UTILITÀ

    SERVIZI QUATTRORUOTE

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui >
    Targa
    Cerca