Cronaca

Targhe personali
Introduzione più vicina: ecco quello che c'è da sapere

Targhe personali
Introduzione più vicina: ecco quello che c'è da sapere
Chiudi

Suona l’ora della targa personale. A quasi nove anni dalla legge che la introdusse nel Codice della strada, rimandandone l’attuazione a un decreto ministeriale che non è mai arrivato, il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Danilo Toninelli, ha deciso di rompere gli indugi. La targa non identificherà più l’auto ma il proprietario, un po’ come avviene già per i ciclomotori. Insomma, quando si venderà la vecchia macchina si dovrà smontare la targa e applicarla sulla nuova vettura (o custodirla se non si acquisterà un nuovo veicolo su cui montarla).

L'adeguamento degli archivi. La norma dovrebbe applicarsi non solo alle auto di nuova immatricolazione, ma anche a quelle già in circolazione, "sciogliendo" l’abbinamento al veicolo nei due archivi esistenti (l’Archivio nazionale veicoli del ministero dei Trasporti e il Pubblico registro automobilistico dell’Aci) e abbinandola all’intestatario dell’auto. L’operazione non dovrebbe comportare alcun costo per gli automobilisti (il condizionale è d’obbligo) visto che tutte le targhe sono state acquistate dai soggetti (persone fisiche o giuridiche) che hanno immatricolato l’auto, anche se tale spesa non è mai evidenziata essendo “annegata” nelle spese di immatricolazione. Attualmente, una coppia di placche rettangolari costa 41,78 euro (45,68 per le province di Aosta, Trento e Bolzano), mentre le cosiddette “quadrotte”, che iniziano con la lettera Z e sono applicate prevalentemente sui fuoristrada, costano 41,37 euro (45,31 per le province di Aosta, Trento e Bolzano).

Ritorno al 2010. La norma sulla targa personale fa parte della legge 120 del 2010, una corposa riforma del Codice della strada di iniziativa parlamentare: all'epoca, tra le altre cose, vennero introdotte la guida accompagnata a 17 anni, la depenalizzazione della guida in stato di ebbrezza con tasso alcolemico superiore a 0,5 g/l ma non sopra gli 0,8 g/l, l’opzione zero alcol per i neopatentati e i conducenti professionali e il divieto di guida di auto con più di 70 kW e 55 kW/t nel primo anno di patente. La stessa legge abbassò anche il tempo massimo di notifica dei verbali da 150 a 90 giorni e introdusse un comma, il 3 bis, all’articolo 100 del Codice: “Le targhe di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi sono personali, non possono essere abbinate contemporaneamente a più di un veicolo e sono trattenute dal titolare in caso di trasferimento di proprietà, costituzione di usufrutto, stipulazione di locazione con facoltà di acquisto, esportazione all’estero e cessazione o sospensione dalla circolazione”.

L’opposizione di concessionarie e noleggiatori. La legge stabilì che le modalità di applicazione della norma avrebbero dovuto essere emanate entro 12 mesi dall’entrata in vigore della legge 120/2010 (cioè entro il 29 luglio 2011) e che si sarebbero dovute applicare a decorrere dal sesto mese successivo all’entrata in vigore del regolamento (al più tardi entro il 29 gennaio 2012). Tuttavia, i  termini non erano perentori e il regolamento non venne mai emanato. Anche perché la targa personale, secondo gli addetti ai lavori, avrebbe creato più complicazioni che semplificazioni. Non tanto per i privati cittadini, quanto per gran parte degli operatori del settore. Si pensi, per esempio, alle Case che nel 2018 hanno immatricolato a proprio nome oltre 64 mila auto; alle concessionarie, che nello stesso periodo hanno targato quasi 230 mila macchine; oppure alle società di noleggio, a breve e a lungo termine, che hanno immatricolato oltre 400 mila autovetture e gestiscono una flotta complessiva di oltre un milione di veicoli. Insomma, la norma creerebbe parecchi problemi. Anche sul fronte fiscale, visto che la tassa automobilistica dipende dal veicolo, che è identificato, negli archivi delle regioni, dalla targa e non dal numero di telaio.

Ancora in stand by la targa personalizzata. Infine, la targa personale non va confusa con la targa personalizzata, anch’essa prevista dal Codice della strada e mai entrata in vigore. In questo caso la norma prevede che, ferma restando la sequenza alfanumerica attuale, composta da due lettere, tre numeri e due lettere, l’utente possa chiedere una combinazione di gradimento che non sia già stata assegnata ad altri. Come detto, anche questa disposizione, prevista da una legge del 2002, sarebbe dovuta entrare in vigore il 1° gennaio 2006. Il decreto attuativo, però, non è mai stato emanato.

COMMENTI

  • Domandone: ma secondo voi ci teniamo le targhe attuali o come per i 50ini ci faranno ricambiare a tutti la targa x adeguarci a quella personale? e le targhe dismesse vengono riassegnate ad altri o si va sempre avanti? Se cosi fosse valuterei il sistema: A 0000 AA . Con un parco auto sui 37 milioni sarebbe il giusto compromesso. Sarebbe carino tornare anche alle targhe con provincia. essendo personali le prime serie con 1/2/3/4 cifre potrebbero essere oggetto di aste come accade in svizzera. tenendo sempre le stesse targhe difficilmente si andrebbe alla saturazione delle combinazioni x ogni provincia
  • e per il famoso 'bollo', la tassa di possesso? devo continuare a pagarla anche senza auto ma solo per il fatto che ho la targa chiusa nel cassetto?
  • Tutti addosso a Toninelli ma vedo che la stragrande maggioranza dei suoi detrattori non vede come funziona negli altri paesi, poi Toninelli ha sbloccato tutti i cantieri stradali fermi da anni ma nessuno qui l'ha capito, almeno su QR non fate propaganda siate seri
  • Tutti addosso a Toninelli ma vedo che la stragrande maggioranza dei suoi detrattori non vede come funziona negli altri paesi, poi Toninelli ha sbloccato tutti i cantieri stradali fermi da anni ma nessuno qui l'ha capito, almeno su QR non fate propaganda siate seri
  • Tutti addosso a Toninelli ma vedo che la stragrande maggioranza dei suoi detrattori non vede come funziona negli altri paesi, poi Toninelli ha sbloccato tutti i cantieri stradali fermi da anni ma nessuno qui l'ha capito, almeno su QR non fate propaganda siate seri
  • Tutti addosso a Toninelli ma vedo che la stragrande maggioranza dei suoi detrattori non vede come funziona negli altri paesi, poi Toninelli ha sbloccato tutti i cantieri stradali fermi da anni ma nessuno qui l'ha capito, almeno su QR non fate propaganda siate seri
  • Tutti addosso a Toninelli ma vedo che la stragrande maggioranza dei suoi detrattori non vede come funziona negli altri paesi, poi Toninelli ha sbloccato tutti i cantieri stradali fermi da anni ma nessuno qui l'ha capito, almeno su QR non fate propaganda siate seri
  • Forse toninulla dovrebbe preoccuparsi di cose più importanti, ma se non ci arriva c'è poco da fare.
  • Con costi di immatricolazione e passaggio di proprietà che partono dai 200 euro in poi, è davvero un risparmio qualche euro per la targa..
  • Ha senso solo se si ridurranno drasticamente i costi dei passaggi di proprietà e soprattutto se la targa potrà essere alternata su più veicoli posseduti ,ovviamente parcheggiandoli in parco chiuso.Pagando una unica r.c. come avviene in Austria e ,mi pare,Germania.
  • In un Paese dove l'intrallazzo dilaga e i controlli spesso, a vario titolo, lasciano il tempo che trovano o non hanno sufficienti addetti, sarà l'ideale per portare ancora più sotterfugi e caos.
  • Ancora co’ sti pezzi di latta numerati... fate una cosa seria e rendete tracciabili le macchine online con una targa elettronica. Così diciamo addio a pirati della strada, furti di auto, ecc
     Leggi risposte
  • Questo genio, dopo aver dimostrato di non conoscere le direttive euro 6, evidentemente non ha mai visto come è ridotta una targa italiana dopo 10 anni.
     Leggi risposte
  • Come avviene già a Lussemburgo, io ne ho una e la porto su ogni auto che compro, nuova o usata che compro in Germania. Nulla di più prarico.
  • Se lo dice Toninelli, allora sono già pronto con il cacciavite per togliere e tenermi la targa al prossimo cambio
  • FOTO


    VIDEO

    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19477/poster_001.jpg Alfa Romeo Giulia: i crash test IIHS http://tv.quattroruote.it/news/video/alfa-romeo-giulia-i-crash-test-iihs News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19479/poster_001.jpg Il crash test Euro NCAP della Range Rover Velar http://tv.quattroruote.it/news/video/il-crash-test-euro-ncap-della-range-rover-velar News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19610/poster_001.jpg La Yamaha Sports Ride Concept diventa T40 http://tv.quattroruote.it/news/video/la-yamaha-sports-ride-concept-diventa-t40 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19600/poster_001.jpg LS+ Concept, l'autonoma secondo Lexus http://tv.quattroruote.it/news/video/lexus-ls-concept News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19665/poster_001.jpg Apre Garage Italia Milano, il nuovo atelier di Lapo Elkann http://tv.quattroruote.it/news/video/apre-garage-italia-milano-il-nuovo-atelier-di-lapo-elkann News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/19688/poster_017.jpg Il making of del Calendario Pirelli 2018 http://tv.quattroruote.it/news/video/il-making-of-del-calendario-pirelli-2018 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20579/poster_005.jpg Ferrari 488 Pista, primo test a Fiorano! http://tv.quattroruote.it/news/video/ferrari-488-pista-primo-test-a-fiorano- News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/videos/20600/poster_002.jpg Al volante della Porsche Mission E Cross Turismo http://tv.quattroruote.it/news/video/al-volante-della-porsche-mission-e-cross-turismo News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/21060/20181025_200301.jpg Primo incontro con la Volkswagen T-Cross http://tv.quattroruote.it/news/video/vw-t-cross-mp4 News
    https://eclexiaedidomuscdn.azureedge.net/images/290/193/edidomus/thumbnails/22072/thumb mini 2.jpg Mini Clubman John Cooper Works: mai così potente http://tv.quattroruote.it/news/video/mini-clubman-john-cooper-works-mai-cos-potente News

    Servizi Quattroruote

    quotazione

    Inserisci la targa e ottieni la tua quotazione

    Non ricordi la tua targa? Clicca qui

    logo

    assicura

    Assicurazione? Scopri quanto puoi risparmiare

    Trova il preventivo più adatto alle tue esigenze in 4 semplici passi!

    In collaborazione con logo

    finanziamento

    Cerca il finanziamento auto su misura per te!

    Risparmia fino a 2.000 €!

    In collaborazione con logo

    usato

    Cerca annunci usato

    Da a

    listino

    Trova la tua nuova auto

    Vuoi vedere il listino completo? Oppure Scegli una marca

    provePdf

    Scarica la prova completa in versione pdf

    A soli € 3,59 tutte le caratteristiche tecniche e le considerazioni di Quattroruote. Scegli la tua prova con un click!

    Cerca