Cronaca

Maltempo
Crolla un viadotto sull'A6 Torino-Savona - VIDEO

Maltempo
Crolla un viadotto sull'A6 Torino-Savona - VIDEO
Chiudi

Un viadotto dell’A6 Torino-Savona, in direzione Torino, è crollato a causa di una frana. L’episodio è avvenuto intorno alle 14 a circa un chilometro e mezzo da Savona, all’altezza di Madonna del Monte, dopo l’innesto per l’autostrada A10. Secondo i primi rilievi, lo smottamento proveniente dal monte che fiancheggia l’arteria interessata è piovuto su una delle due carreggiate: il cedimento vero e proprio riguarda una trentina di metri di campata.

CrolloA6.mp4

Le verifiche. Il crollo ha bloccato la circolazione tra Savona e Altare verso il capoluogo piemontese, ma in via precauzionale il traffico è stato interrotto anche in direzione Savona. "La società Autostrada dei Fiori ci ha comunicato l'integrità del manufatto (il viadotto gemello, ndr) – ha dichiarato il governatore ligure Giovanni Toti - anche se resta chiusa la tratta perché l'intera area è interessata dalla frana e da un corso d'acqua che a causa di quest’ultima risulta deviato". Non risulta un eventuale coinvolgimento di veicoli e di persone: era stata segnalata la presenza di una vettura sul posto in occasione del crollo, ma non sono emerse conferme ed è stata ufficialmente confermata l'assenza di vittime. Le operazioni di ricerca sono state quindi chiuse e sono iniziate le procedure per la messa in sicurezza dell'alveo. In base agli ultimi aggiornamenti dei vertici di Autofiori, l'A6 potrebbe riaprire giovedì 28 novembre, a senso unico alternato sulla carreggiata verso mare.

Esonda il lago di Como. "Moltissime frane hanno investito la Val Bormida e il savonese. Stiamo lavorando sulla strada provinciale per Cairo, priorità assoluta, per interrompere l’isolamento dell’area” ha dichiarato il governatore. Sempre nel savonese, è stata chiusa la A10 in due tratti per alcuni smottamenti, mentre il Rio Basco è esondato ad Albisola Superiore. Nella stessa Savona, una frana ha isolato i 270 abitanti del quartiere Marmorassi, interrompendo la circolazione nell’unica strada di accesso. Forti disagi anche in Piemonte, dove preoccupano le piene del Po e dei suoi affluenti. A Cardé, in provincia di Cuneo, l’acqua ha attraversato le strade del centro abitato. Ad Alessandria è stato chiuso il sottopasso di via Piera Cillario Ferrer, mentre in provincia risultano esondati il torrente Belbo e Bergamasco. A Sezzadio un'automobilista è morta dopo essere stata trascinata via dalla piena del Bormida mentre si recava al lavoro: la donna ha lasciato la vettura per proseguire a piedi ed è stata travolta dall’acqua. A Como, nel pomeriggio, è esondato il lago, che ha allagato piazza Cavour e dintorni. Già sabato sera, uno smottamento ha reso necessaria la chiusura di via Carso, già interessata da lavori di ripristino per una recente voragine, in entrambi i sensi di marcia.

Voragine sulla Torino-Piacenza. E in serata è arrivata la notizia di un altro crollo, che ha interessato questa volta l'autostrada A21 Torino-Piacenza: una voragine lunga oltre dieci metri si è aperta all'altezza del km 21, tra Asti e la barriera di Villanova, in direzione di Torino. Una vettura che transitava in quel momento è riuscita a evitarla. La polizia stradale ha chiuso il tratto in entrambe le direzioni per effettuare verifiche sulla stabilità dell'altra carreggiata. Dopo la riparazione del manto stradale, sono state riaperte entrambe le corsie dell'autostrada.

COMMENTI

  • immagini impressionanti, ma stavolta credo che la solita mala gestione delle società concessionarie delle autostrade c'entri poco, quando frana un pezzo di montagna si porta dietro tutto quel che trova nel suo percorso, anche se realizzato ad arte. Del resto l'eccezionale piovosità del periodo sta mietendo danni e vittime un pò ovunque in Europa...
     Leggi le risposte