Cronaca

Autostrade
Il Riesame revoca i domiciliari per Castellucci

Autostrade
Il Riesame revoca i domiciliari per Castellucci
Chiudi

Il tribunale del Riesame di Genova ha accolto la richiesta di revoca degli arresti domiciliari per Giovanni Castellucci, ex ad di Autostrade per l’Italia, arrestato l’11 novembre scorso nell’ambito di un’inchiesta, parallela a quella avviata dopo il crollo del Ponte Morandi, su una fornitura di barriere antirumore difettose. Per il manager è stata disposta l'interdizione per 12 mesi dagli uffici direttivi di persone giuridiche e imprese e dall'esercizio dell'attività professionale di ingegnere.

“Persistente politica del profitto aziendale”. Secondo i giudici del Riesame, le condotte di Castellucci non erano finalizzate solo a compiacere gli azionisti, ma anche a un proprio tornaconto economico. Le condotte del manager - si legge nelle pagine che riportano le motivazioni della decisione - erano “tutte volte a una poliedrica e persistente politica del profitto aziendale, soprattutto risparmiando le spese dovute, ma anche cercando di imputarle a capitoli non pertinenti perché potessero in parte essere detratte dai debiti verso la controparte”. Castellucci è indagato dalla procura di Genova anche per il crollo dei calcinacci nella galleria Bertè risalente al 30 dicembre scorso, episodio che, fortunatamente, non ha coinvolto mezzi né persone.

COMMENTI