Cronaca

Lutto
Addio a Enrico Ferri, il ministro dei 110 all'ora in autostrada

Lutto
Addio a Enrico Ferri, il ministro dei 110 all'ora in autostrada
Chiudi

È morto all’età di 78 anni Enrico Ferri, ex politico e magistrato, nonché ministro dei Lavori pubblici nel biennio 1988-1989 con il governo De Mita. Fu esponente del Psdi, ma anche di Forza Italia e dell’Udeur nella sua carriera politica, che lo rese famoso per un provvedimento storico e controcorrente, quando impose il limite di 110 km/h sulle autostrade italiane. L’ex politico è deceduto a Pontremoli, città di cui è stato sindaco dal 1990 al 2004.

Il decreto che lo rese celebre. Il “Decreto Ferri” entrò in vigore nel luglio del 1988: mantenendo l'esistente impianto sui limiti di velocità, che prevedeva soglie differenti in base alla cilindrata, oltre che per tipologie di veicolo, il nuovo provvedimento riduceva a 90 km/h la velocità massima consentita su strade extraurbane e a 110 km/h quella sulle autostrade, di fatto livellando i limiti per vetture di potenza e cubatura differenti (quelle oltre i 1.300 cm3 di cilindrata, per esempio, prima potevano raggiungere i 140 all'ora sulle grandi arterie e quelle comprese tra i 901 cm3 i 1.300 cm3 potevano spingersi fino a 130 all'ora). Pensata come una sorta di moratoria in vista dell’esodo estivo, tale normativa rimase poi in vigore per un anno assumendo un ruolo centrale nel dibattito sulla sicurezza stradale.

COMMENTI

  • Non sono dispiaciuto.
  • Non è cambiato nulla in Italia dagli anni '80 con limiti velocità a secondo cilindrata dove la medesima vettura con motore 1200 cc o 1400 cc aveva limiti velocità diversi con gran confusione:ricordo alle frontiere i giganteschi cartelli con diversi limiti velocità tra cilindrate dove per poter capire dovevi letteralmente fermarti e ora con limiti circolazione per COVID diversi a seconda orari,regioni ecc.
  • E mentre noi viaggiavamo ai 110Kmh, lui si era fatto beccare sulla A1 ai 160 Kmh.
  • A me non mancherà di sicuro.
  • Non "sembra" un necrologio, è un necrologio
  • inquietante la foto scelta per questo articolo, sembra proprio un necrologio. ...... Curioso comunque come dei politici spesso ci si ricordi solo dei provvedimenti demagogici e si dimentichi in fretta invece le ruberie e il clientelismo, sia personali che di partito. ........ Solo a rileggere i nomi facenti parte di quel governo (soprattutto il premier), vengono i brividi per cosa ha dovuto subire il nostro disastrato paese.....
     Leggi le risposte