Cronaca

Guerra in Ucraina
Le assicurazioni si faranno carico delle polizze dei rifugiati

Guerra in Ucraina
Le assicurazioni si faranno carico delle polizze dei rifugiati
Chiudi

L’arrivo nel nostro Pese di rifugiati dall’Ucraina, in fuga dall'invasione russa, ha posto anche il problema di assicurare i veicoli in ingresso alle frontiere. L’Ania, l’associazione nazionale imprese assicuratrici, ha preso un'inizitiva e il costo delle coperture temporanee per i rifugiati che ne faranno richiesta sarà a carico del mercato, cioè delle imprese assicuratrici. In base a ciò l’Uci, l’Ufficio centrale italiano, emetterà polizze di frontiera gratuite della durata di 30 giorni per i profughi in ingresso in Italia.

Ci pensa l’Uci. Le polizze di frontiera permettono la circolazione di un veicolo immatricolato in un Paese che non fa parte dell’Unione europea per un tempo limitato. Per tutte le auto con targa ucraina, il diretto interessato potrà farne richiesta all’indirizzo polizzefrontiera@ucimi.it, inviando copia fronte-retro del libretto di circolazione del veicolo; copia della terza pagina del passaporto del detentore del veicolo; l’autocertificazione compilata e firmata. All’indirizzo email fornito dall’avente diritto, l’Uci provvederà a inviare copia della polizza che attesta l’operatività della copertura.

COMMENTI

  • Già sappiamo come faranno a rientrare dei costi di queste polizze gratuite....
  • Ma si tanto paga pantalone... e vista la miseria che diamo alle assicurazioni un bell'aumento ci sta...