Cronaca

Alex Zanardi
Il campione rientra a casa

Alex Zanardi
Il campione rientra a casa
Chiudi

L’ennesima ripartenza in una lotta alle avversità. Alex Zanardi ha lasciato l’ospedale San Bortolo di Vicenza per tornare a casa, dove potrà proseguire la sua lunga riabilitazione dall’incidente in handbike del giugno 2020. Il campione era stato ricoverato nella clinica vicentina ad agosto, a seguito di un incendio alla sua villa di Noventa Padovana che aveva danneggiato i macchinari di supporto medico necessari per l’assistenza tra le mura domestiche: le fiamme, secondo la ricostruzione dell’accaduto, erano divampate per un surriscaldamento dell’impianto fotovoltaico.

Continua a lottare. Zanardi “è stato stabilizzato”, hanno detto i medici, e durante la degenza ha proseguito il suo programma riabilitativo. Per l’ex pilota si tratta del secondo ricovero al San Bortolo: il primo era avvenuto nell’aprile del 2021, nell’ambito di uno dei tanti cicli di terapie che Zanardi ha dovuto affrontare dopo quel maledetto 19 giugno 2020, quando il campione bolognese, impegnato in una manifestazione di beneficenza sui colli senesi tra Pienza e San Quirico d’Orcia, si era scontrato contro un camion a bordo della sua handbike, riportando fratture al volto e lesioni alla testa. Da quel momento, Zanardi, già sopravvissuto nel 2001 a un incidente in Formula Cart che gli causò la perdita delle gambe, ha iniziato la sua seconda sfida per la vita. Dopo svariati interventi chirurgici, con l’appoggio immancabile della moglie Daniela e della famiglia, ha intrapreso un complicato e lento recupero. Un percorso irto di ostacoli: l’ultimo, lo sfortunato episodio di agosto. Che Zanardi ha saputo anche stavolta mettersi alle spalle.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Alex Zanardi - Il campione rientra a casa

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it