Curiosità

Terre Blanche
Alla scoperta della collezione segreta Peugeot – FOTO GALLERY

Terre Blanche
Alla scoperta della collezione segreta Peugeot – FOTO GALLERY
Chiudi

A Hérimoncourt, nelle terre del Leone, è attivo dal 2010 il Centre d’archives de Terre Blanche, nato dalla riqualificazione di un ex stabilimento PSA. Oggi custode dell’heritage Peugeot e degli altri marchi francesi del gruppo, raccoglie tra le sue mura documenti, materiale pubblicitario e audiovisivo, ma anche centinaia di automobili in un suggestivo caveau, di cui trovate alcuni esemplari con le loro caratteristiche nella nostra galleria d’immagini.

2019-Peugeot-Terre-Blanche-1

Archivio immenso. Accompagnati da Hervé Charpentier, responsabile prodotti e collezione de l’Aventure Peugeot Citroën DS, l’associazione dedicata all’eredità storica del gruppo PSA, scopriamo che in questo luogo sono presenti archivi per una lunghezza complessiva di 8 chilometri e mezzo. Il materiale, accessibile a storici e ricercatori su appuntamento, viene raccolto in giro per l’Europa in vari stabilimenti e immobili del colosso francese e, non di rado, è oggetto di donazione dei privati.

Terre Blanche: la collezione Peugeot

La digitalizzazione. Prima della loro conservazione nelle sale a essi dedicate, i nuovi documenti vengono sottoposti a procedimenti di classificazione, talvolta con l’ausilio degli allievi delle scuole di archivistica, e successiva digitalizzazione. I poster pubblicitari di grandi dimensioni, per esempio, vengono appesi a una parete per essere fotografati in alta definizione. Per l’altro materiale cartaceo, invece, viene utilizzato uno scanner Zeutschel, in grado di compensare le irregolarità di superficie dei vari formati d’origine, come le pagine dei libri. 

2019-Peugeot-Terre-Blanche-2

La conservazione. A digitalizzazione avvenuta, il materiale viene collocato nelle varie sale d’archiviazione, in condizioni ottimali di temperatura e umidità per evitare che si rovinino. Un problema, quest’ultimo, che riguarda soprattutto le vecchie bobine degli audiovisivi. Tra i vari locali, negli archivi tecnici sono conservate informazioni fondamentali per attestare l’originalità delle vetture storiche, in particolare di quelle più rare: “di alcuni modelli risultano circolanti più esemplari di quanti ne siano stati prodotti, a causa delle loro copie”, afferma Charpentier. Ed è qui possibile trovare anche documenti d’importanza storica, come l’atto di fondazione originale della Peugeot.

La Réserve. L’ambiente più grande di Terre Blanche, manco a dirlo, è il padiglione dedicato alle auto della Réserve, la collezione “segreta” del gruppo PSA, ovvero quegli esemplari che al momento non trovano collocazione nel Musée de l’Aventure Peugeot e in altre esposizioni. Si tratta di concept, maquette, ma anche vecchie glorie del motorsport, in perfette condizioni o in attesa di restauro, collocate l’una sopra l’altra su grandi bancali di legno. Agli occhi dell’appassionato, un caveau delle meraviglie.

COMMENTI

  • @ Quattroruote, se fossi uno dei vostri inserzionisti, mi porrei non poche domande perché permettete a persone come Elio Rossi di postare i suoi commenti demenziali ... per non parlare dei annunci “commerciali“ di Teresa Ramsey ... riguardo Elio Rossi ho le mie idee, che sia lo figlio scemo del padrone, ma Teresa Ramsey ??
  • Chissà se avranno anche la fallimentare 1007 con le porte elettriche malfunzionanti e dai numeri di vendita ridicoli? E magari anche le varie 4006/7 fatte con Mitsubishi e viste in uno o due esemplari? E altri obbrobri viventi! 😘