Best Global Brands 2019, la classifica automotive dei marchi di maggior valore incorona ancora la Toyota - Quattroruote.it
Curiosità

Best Global Brands 2019
Toyota ancora prima tra i marchi automotive

Best Global Brands 2019
Toyota ancora prima tra i marchi automotive
Chiudi

È ancora la Toyota a primeggiare tra i marchi automobilistici globali nella classifica Best Global Brands 2019, elaborata dalla Interbrand sulla base di vari fattori in grado di influenzare il valore economico di un marchio: la performance finanziaria dei suoi prodotti o servizi; la capacità di influenzare i processi di acquisto; la forza competitiva; la fidelizzazione dei clienti e, quindi, la capacità di creare profitti sostenibili nel tempo.  

Il podio dell'auto. Il settore automobilistico è uno dei più presenti nella 20esima edizione della classifica, anche se è sempre l'high-tech a monopolizzare le prime posizioni: il podio è occupato, nell'ordine, da Apple (il brand vale 234,242 miliardi), da Google e da Amazon. La prima marca automobilistica è, come detto, la Toyota con un valore stimato in 56,246 miliardi di dollari (il 5% in più rispetto all'anno scorso). Alle sue spalle si piazza la Mercedes-Benz con 50,832 miliardi e un analogo tasso di crescita, mentre la BMW, con 41,44 miliardi (+1%), occupa l'undicesimo posto. Seguono altri 14 marchi automotive, uno in meno rispetto all'anno scorso per l'uscita della Subaru.

2019-BestGlobalBrands-1

Gli altri costruttori. Ai piedi del podio automobilistico e al ventunesimo posto della classifica generale si piazza la Honda; la trentacinquesima posizione è occupata dalla Ford; la successiva dalla Hyundai; il quarantesimo posto è della Volkswagen e il quarantaduesimo dell'Audi. Seguono la Porsche (posizione numero 50), la Nissan (52), la Ferrari (77), la Kia (78), la Land Rover (85) e la Mini (90).

La crescita della Ferrari. La Casa di Maranello è il brand che cresce di più (+12%): partendo dall’ottantesimo posto della classifica 2018, il marchio del cavallino rampante ha guadagnato tre posizioni grazie alla spinta del settore del lusso, anche quest'anno il più performante. Del resto, gli unici marchi italiani presenti in classifica oltre alla Ferrari, ovvero Gucci e Prada, appartengono proprio a tale mondo. Infine, la classifica di quest'anno registra il debutto di Uber: la società di ride hailing occupa la posizione numero 87, con un valore stimato in 5,714 miliardi.  

COMMENTI