Se la GT40 è l’icona della Ford nel motorsport, la Mustang è in assoluto la sua più celebre sportiva stradale. Di certo, è anche la più famosa tra le muscle car americane, nonostante la concorrenza, anche cinematografica, della Chevrolet Camaro e della Dodge Challenger, apparse assieme alla Ford in una recente serie di francobolli d’Oltreoceano. Del resto, l’iconico modello nato 58 anni fa non sembra arrendersi al mutare delle tendenze, tanto che, dopo oltre 10 milioni di esemplari prodotti, è stata appena presentata al Salone di Detroit la sua nuova generazione, nelle varianti coupé e cabriolet (o “convertible”, come dicono da quelle parti), più sportiva che mai. O almeno, così promettono dal Michigan: "Questa è la Mustang più atletica di sempre", afferma Ed Krenz, l’ingegnere a capo del progetto della sportiva, finora svelata nelle versioni GT e Dark Horse, entrambe con il V8 da 5.0 litri di nuova generazione. È quindi ancora presto per vedere questa muscle car elettrificata, sebbene con il lancio della Mach-e la Ford abbia già portato al debutto i powertrain a batterie su un modello con il logo del Cavallo al galoppo. Ne parliamo con maggiori dettagli nella nostra galleria d’immagini, dove abbiamo ripercorso la storia e le caratteristiche della Mustang dal 1964 a oggi.