Sedurre i potenziali clienti, capirne i gusti e dare visibilità al brand sono solo alcune delle possibili motivazioni che inducono una casa automobilistica a presentare delle concept al grande pubblico, magari in occasione dei grandi saloni dell’auto. Non di rado, queste vetture sono solo un’anticipazione di un modello di serie già in programma o da approvare (l’odierna Fiat 500, per esempio, è nata grazie agli apprezzamenti riscossi dal prototipo Trepiùno), come i venticinque esercizi di stile raccolti nella nostra galleria d’immagini con le rispettive versioni di serie. Nella maggior parte dei casi, l’auto in produzione ha uno stile più semplice e tradizionale di quello della concept, per alcune ragioni: i costi industriali, il rispetto delle norme di omologazione, la praticità e la trasversalità di un prodotto destinato a raggiungere una platea più ampia possibile di clienti. E no, uno stile troppo originale, seppur memorabile, potrebbe non piacere a tutti.