Alfa Romeo, le berline dal 1950 a oggi: la Foto Gallery - Quattroruote.it
Curiosità

Alfa Romeo
Le berline dal secondo dopoguerra a oggi – FOTO GALLERY

Alfa Romeo
Le berline dal secondo dopoguerra a oggi – FOTO GALLERY
Chiudi

Al termine della Seconda guerra mondiale il marchio Alfa Romeo, come tanti altri storici costruttori, deve riorganizzare la propria attività produttiva. Gli stessi operai aiutano a sgomberare le macerie degli stabilimenti del Portello, distrutti dalle bombe. Viene ripreso l’assemblaggio di modelli prebellici con qualche piccolo aggiornamento: validi e prestigiosi, certo, ma anche esosi per il pubblico dell'epoca.

La 1900. Serve una vera produzione, con un’automobile attuale e dai prezzi più accessibili. Viene quindi dato il via al progetto della 1900, che vede la luce come prototipo il 4 maggio del 1950, al Salone di Torino, per poi entrare in produzione pochi mesi dopo. Di fatto, è la prima berlina di concezione moderna del marchio, con una carrozzeria a tre volumi e linee che seguono le mode degli anni 50.

La rassegna. Ne seguiranno tante altre dalle forme più svariate, che raccogliamo nella nostra galleria d’immagini: modelli quasi mai banali, alcuni dei quali hanno lasciato un segno indelebile nella storia delle quattro ruote e nel cuore dei più grandi appassionati di auto.

COMMENTI

  • tutte belissime!!!!
     Leggi risposte
  • Ho posseduto una Giulietta 1.300 a GPL dal 1988 al 1992 con già parecchi chilometri e anni. Grande tenuta di strada, silenziosa se non si tiravano troppo le marce e senza un filo di ruggine. Grande macchina per il mio stile di guida di allora. All'epoca c'erano auto che avevano un motore robusto e potente come le italiane e altre senza.
  • Giulia e Giulietta macchine incredibili a suo tempo che hanno fatto dell’Alfa una regina delle “premium” di quel tempo, confort e sportività per la famiglia e non solo.... io ho fatto scuola guida su una giulia del 1975 e ho posseduto anche Arna e Alfa 33 che non avevano niente da invidiare alle vecchie A.R. Ottime macchine tutte demolite con ben più di 200 K per la 33 anche 350 k. Certo la Giulietta degli anni 80 e l’Alfetta sono state grandi macchine coma la 75 e la 90, però penso che aldilà delle soluzioni tecniche la 1900 resta quella del rilancio del marchio e quindi anche quella della sua sopravvivenza negli anni del dopoguerra e successivi. Oggi la nuova Giulia e lo Stelvio sono ottime macchine all’altezza del marchio e la 1900 è stata la berlina più importante del 900.
  • che macchine hanno fatto!!! che macchine hanno fattooooooooooo!!!!!!!! in famiglia Giulietta, 2.0 mjet 170, 147 1.6 e prima ancora 33 Imola 1.3 90 cv nera metallizzata. Di quest'ultima mi ricordo che mio padre cambiandola, a seguito di un tamponamento subito, per una Bravo hgt 1^ serie era riamasto deluso da questa perchè sosteneva che andava di meno, e posso confermare che la sensazione, al di là del rumore ;) era davvero quella...in compenso consumavano uguale!)...tempi e auto andate. contento di averle vissute, in parte...
  • Le alfa romeo del 900 sono tutte rumorose arrugginivano come niente ecc uniche vetture top e silenziose la 147 e il restyling 2003 della 156,ottima la Stelvio e pure la Giulia ma senza virtual cockpit e led Matrix non se le fila nessuno
  • Possedute nell'ordine: 156 1.9 jtd, Giulietta 2.0 jtdm e Giulia Veloce 2.2 Q4. Auto meravigliose. Un vero peccato per chi se le è perse... ;-)
  • Possedute nell'ordine: Alfa Romeo ALFETTA 2000, Alfa Romeo GIULIETTA 1800, Alfa90 2000. Tentato dalla 156 ho optato per una Serie3 BMW. Mai più tornato indietro...