Utilitaria, ma anche un po' supercar. Vent'anni fa – ovvero ben due decenni prima dell’arrivo sul mercato della nuova Toyota GR Yaris, che abbiamo provato sul numero di gennaio – la Renault lanciava sul mercato la Clio V6, la più estrema tra tutte le versioni stradali della celebre segmento B francese. Qualcosa di ben diverso dalla vettura da cui deriva, tanto che potremmo persino parlare di tutt’altro modello, con un telaio stravolto, il motore collocato dietro ai sedili e le carreggiate molto larghe. Proprio come accaduto nel 1980 alla Renault 5 Turbo, a cui questa instant classic ha reso omaggio con una piccola produzione di poco meno di 3 mila unità, assemblate dapprima in Svezia e poi nello storico stabilimento Alpine di Dieppe, in Francia. Ne parliamo con maggiori dettagli nella nostra galleria d’immagini, dove ripercorriamo la storia e le caratteristiche dell'utilitaria Renault più cattiva di sempre.