Da qualche anno a questa parte, il marchio Jeep ha segnato il rilancio dello stabilimento di Melfi, dapprima con la sola Renegade, affiancata dalla “cugina” Fiat 500X, e quindi con il trasferimento della produzione della Compass europea, in precedenza costruita in Messico. Quelli delle due americane sono forse gli esempi più importanti di auto “straniere” realizzate oggi in Italia. Anche se il termine straniere, in questo caso, è relativo, perché sono comunque vetture che nascono all'interno di un gruppo italo-americano, com'era FCA prima della creazione di Stellantis. Altro caso è stato quello dell’Innocenti Mini che, seppur venduta con il marchio lombardo, rappresenta l'esempio di vettura dal doppio passaporto. E proprio a tali automobili dedichiamo la nostra nuova galleria d’immagini, dove troverete modelli di nicchia, spesso assemblati da famosi carrozzieri, e veicoli di grande successo.