Curiosità

Mercedes-Benz SL
Dalla Ali di Gabbiano alla nuova serie: storia di un'icona di stile - FOTO GALLERY

Mercedes-Benz SL
Dalla Ali di Gabbiano alla nuova serie: storia di un'icona di stile - FOTO GALLERY
Chiudi

La Mercedes SL è un’icona di stile, di classe, con una storia prestigiosissima, iniziata addirittura nel 1954, con la 300 SL. Lo vediamo nella nostra gallery, che passa in rassegna tutte le generazioni realizzate. Ma il cammino continua e la due posti tedesca si rinnova ancora, con il modello presentato oggi e che sarà lanciato nel corso del 2022. Una vettura, la SL, che in questi anni ha saputo accrescere il suo carattere di esclusività e raffinatezza tecnica, arrivando a livelli di qualità e tecnologia notevolissimi. Ma che cosa ha rappresentato, in quasi 70 anni, questa vettura?

mercedes-190-sl-01

Prodotta dal 1955 al 1963, la 190 SL era equipaggiata con un quattro cilindri 1.9 e aveva una dotazione tecnica semplificata, caratteristiche che la rendevano più accessibile rispetto alla 300 SL

Prima le corse... Per rispondere, partiamo dalla sigla SL, per molti anni tradotta come “Sport leicht” (“sport leggera”, in tedesco), ma che un documento interno indicherebbe invece come “Super leicht”. In ogni caso, con tale acronimo e il progetto ambizioso che ne sta alla base, una manciata di anni dopo la fine della Seconda guerra mondiale rinascono le ambizioni della Mercedes, e si potrebbe dire, dell’intera industria tedesca. Il modello, denominato appunto 300 SL (progetto, W 194), viene progettato per le corse del 1952 – poi, nel 1954, la “Stella” entra pure in Formula 1 –, dove vince alcune fra le gare più importanti, quindi viene attribuito a una sportiva stradale. Il nome è lo stesso, 300 SL (W 198), e nel 1954 diventa forse la prima supercar della storia. Conosciuta anche come “ala di gabbiano”, per via delle porte che si aprono verso l’alto, la vettura dotata di un sei cilindri in linea 3.0 attira l’interesse mondiale, dei tecnici, come delle attrici del jet-set. Nel 1957 viene lanciata la 300 SL Roadster che, però, vanta portiere convenzionali. Dopo la parentesi della 190 SL (W 121), la scoperta più accessibile equipaggiata con un “piccolo” quattro cilindri 1.9, prosegue l’era delle “grandi” SL. Cinque le serie, a partire dalla W 113 del 1963, la cosiddetta “Pagoda”, fino alla R 231 del 2012, che verrà sostituita dall’ultima realizzazione della Casa.

COMMENTI