Curiosità

Germania
Dopo la Chiron a 417 Km/h è di nuovo bufera sui limiti in autobahn

Germania
Dopo la Chiron a 417 Km/h è di nuovo bufera sui limiti in autobahn
Chiudi

Non l'hanno preso benissimo, al ministero dei Trasporti tedesco, il nuovo record personale di velocità su autostrada del milonario ceco Radim Passer: 417 km/h misurati al GPS, al volante di una Bugatti Chiron (sui 420 dichiarati dalla Casa con limitatore, 483 senza). Ancora meno gradito il fatto che sia stato trionfalmente postato su YouTube dal suo autore, per soddisfare i follower. Secondo la Associated Press, le autorità locali hanno emesso un comunicato che critica il "recordman" per aver messo in pericolo gli altri automobilisti che stavano percorrendo il tratto della autobahn A2 fra Hannover e Berlino, una striscia di asfalto ben tenuto e altrettanto noto ai velocisti. Il ministero, così, ha stigmatizzato" ogni comportamento nel traffico stradale che rechi, o possa recare danno agli utenti della strada".

2022-bugatti-chiron-passer

Il cervello prima di ogni cosa. Anche se tecnicamente non ha infranto alcun limite di velocità, Passer è accusato di aver violato la prima clausola della legge tedesca sulla circolazione stradale: "Chiunque partecipi al traffico deve comportarsi in modo tale che nessun'altra persona sia danneggiata, in pericolo, ostruita o disturbata più di quanto non sia inevitabile in tali circostanze". Di conseguenza, il ministero dei Trasporti tedesco crede che tutti gli utenti della strada debbano rispettare le regole e guidare perlomeno con la testa. Anche i proprietari di una hypercar da 1.500 CV, limitata elettronicamente a 420 orari. 

Questa è sicurezza? È un luogo comune, quello secondo cui le autobahn tedesche siano un iperspazio in cui saltare a piacere: il 30% della rete autostradale è sottoposta al limite di 100 km/h. Nel video, l'immobiliarista Radim Passer - che secondo Forbes è l'ottava persona più ricca della Repubblica Ceca, con una fortuna che ammonta a oltre 300 milioni di dollari - dichiara di aver fatto in modo che tutto avvenisse in sicurezza, su un tratto rettilineo a tre corsie lungo dieci chilometri, con buona visibilità e in un orario (presumibilmente l'alba) nel quale il traffico è scarsissimo. Sì, scarsissimo, ma non del tutto assente: per avere un'idea della differenza della velocità di percorrenza, basta osservare come la Chiron si lascia dietro le altre auto. Passer non è nuovo a questo genere d'impresa: il “record” personale precedente era di 402 km/h, conseguito nel 2015 sempre al volante della propria Bugatti, una Veyron. Anche stavolta, il W16 non l'ha deluso, proiettandolo oltre i quattrocento orari: battuto il record, l'euforico Passer ha ringraziato Dio per essere stato il suo eccellente co-pilota.

Torna la polemica sui limiti. Un patrocinio importante, su questo non si discute: ma è sufficiente a decretare la liceità - e soprattutto, la ragionevolezza – della cosiddetta impresa? Il ministero dei Trasporti tedesco, questo è certo, si è legato Passer al dito e non gliela farà passare liscia. Anche perché l'attuale governo federale, guidato dal cancelliere Olaf Scholz, è retto da una coalizione fra Socialdemocratici, Verdi e Liberali. Proprio il Partito degli ambientalisti aveva sostenuto in campagna elettorale l'introduzione dell'obbligo di velocità sulle autobahn a 130 km/h, come nel resto d'Europa. Per la sicurezza prima di tutto, ma anche per ridurre la produzione di emissioni inquinanti. Sui limiti i Liberali hanno avuto la meglio, ma episodi come questo hanno riacceso la miccia del dibattito pubblico: è giusto o non è giusto che chiunque possa raggiungere la velocità di un jet al decollo non sulla pista di un aeroporto, ma sulla pubblica strada, alla presenza degli altri automobilisti, contando esclusivamente sulla stabilità del mezzo e la propria perizia di guida? Quale limite dovrebbe porsi chi ha legittimamente acquistato e guida una hypercar conscio di non infrangere la legge, se non quella del buonsenso? Effettivamente, qualcosa fa fatto. 

COMMENTI

  • chiunque vada a 400km/h è un c....e. Punto.
  • Si più sicura di una panda a150 Km ora, ma se picchia contro un auto che improvvisamente ti si pone davanti o da solo non penso che ne esca vivo quello che guidava senza tuta casco protezioni e auto preparata per la corsa in pista e potrebbe uccidere altre persone perchè hai un arma pericolosa e sei in mano a dei bulloni e ruote che potrebbero anche esplodere per un detrito o chiodo piccolo che di sicuro anche a 50 all'ora non vedi, se quello voleva il brivido perchè non la prova in pista se sa guidare e non su un rettilineo. Io ho avuto una mercedes che al cambio gomme una ruota dietro erano rotti tre dadi e per fortuna non mi è successo nulla anche andando a velocità elevate ho avuto un santo protettore. Bella la velocità con prudenza ma se non hai nessuno e la strada è libera da auto ostacoli ecc.....e se sbatti sono affari tuoi.
  • E' più pericolosa una Panda a 150 km/h che una chiron a 400 km/h...
     Leggi le risposte
  • Vero, 417 km/h può essere una velocità esagerata, però che senso ha allora non mettere liniti di velocità e permettere la vendita di vetture che permettano di raggiungere tale velocità? E allora, quale è il limite? 300 km/h? 350 ? In fondo a Le Mans (quando non c'erano le chicanes a Hunadieres) si andava a tale velocità, in F1 a Monza si arriva a 370, le MotoGP vanno a 360 e il pilota di moto Kenan Sofouglu ha raggiunto i 400 km/h con una moto di serie su un ponte sospeso vicino a Istanbul, il tutto con l'avallo del presidente Erdogan... E' vero, tutto su strade chiuse... Anche i record di velocità negli anno '40 erano fatti sull'autostrada Francoforte-Darmstadt (chiusa al traffico, beninteso). E' anche vero che Rosemayer ci si è ammazzato, in uno di quei tentativi... E comunque sulle autostrade tedesche molti vanno a 250 km/h... anche tranquilli autisti NCC....E' anche vero che 250 non è 400; forse sarebbe giusto mettere un limite a 250...
  • Per rispondere alle due domande di fine articolo: 1. No, non è giusto. E se ci chiediamo se sia giusto mettere a rischio i propri simili solo perché possiamo siamo messi davvero male. 2. Gli stessi limiti imposti agli altri, che dovrebbero essere definiti su fatti oggettivi e nel caso peggiore, cone per qualunque prescrizione legata alla sicirezza. Per correre c'è la pista, e se non ci sono piste abbastanza diritte affari suoi. Il punto di partenza del ragionamento non può essere "ma allora uno perché si dovrebbe comprare una hypercar", ma "come possiamo tutelare la sicurezza reciproca". Mettere in discussione questo con domande poste in questo modo secondo me non è un gran bel messaggio.
  • Questi comportamenti "sopra le righe" poi provocano leggi più stringenti per tutti noi ligi alle regole.
  • La sua bugatti ha un problema. Non è riuscito a raggiungere i dati della velocità massima dichiarati.........
  • Non c'è un auto nella corsia centrale,io l'ho provato lo " spostamento d'aria" se ti sorpassa un bolide in terza corsia,so di incidenti successi per questo sulla Monaco- Stoccarda... che viene usata,dai noti marchi legati a queste città, a mo' di pista per collaudi nei tratti senza limiti di velocità. I marchi comandano,ecco il motivo dell'assenza dei limiti di velocità...e la politica lascia fare.
  • Sono contrario ai limiti di velocità ma questo è un caso un po' particolare. A quella velocità, se davanti a lui vi fosse stato un ostacolo (un pneumatico rotto lasciato da un camion), non sarebbe stato possibile schivarlo. Il limite di velocità per un determinato tratto (rettilineo, curva, galleria ...) andrebbe indicato come limite al quale un pilota esperto a bordo di una hypercar sia in grado di evitare un ostacolo di piccole/medie dimensioni sulla strada, arrestando il veicolo in sicurezza (valore, questo, che potrebbe essere determinato calcolandolo con un PC). Ovviamente il limite di velocità determinato in questo modo non significa che automaticamente si possa viaggiare a quella velocità ma che devi comunque regolarti in base alle tue capacità. Se un limite così determinato in un determinato tratto con curve in discesa fosse, che so, di 150 km/h, io sono tenuto a regolarmi: se non sono un pilota e se non sono a bordo di una hypercar, so per certo che se viaggio a 150 km/h e dovessi incontrare un ostacolo farei un incidente. In questo modo il limite di velocità non rappresenta un compromesso tra tutti i guidatori (vecchiette e piloti che devono rispettare lo stesso limite, le prima a bordo di una Fiat 126, i secondi a bordo di una Ferrari 296 GTB) ma rappresenta una informazione per il conducente che mi fa capire il rischio che quel tratto di strada presenta: se il limite è 150 per un pilota con una hypercar, io che non sono pilota e guido una berlina è il caso che mi tenga sui 100/110.
  • Che male c'è, un po' di pubblicità ad un marchio del gruppo che forse attualmente langue, mica un missile ma una semplice automobile perfettamente di serie come uscita dal concessionario, in un tratto no speed limit come ne esistono tanti. Non poco il rammarico per la CO2 emessa durante la performance e lo scialo in sé.
  • nel nord territory dell'australia per colpa di qualche liberale hanno tolto l'autostrada senza limiti che collegava darwin ad alice chains, non mi stupisco che accadrà anche in germania.
  • se alla guida della tedeschissima bugatti ci fosse stato un fiero rappresentante della razza ariana il tutto si sarebbe trasformato in apprezzamenti vari alla sicurezza delle strade, dei prodotti teutonici e al coraggio abile e consapevole del guidatore, superiori a quelli del resto dell'umanità.
     Leggi le risposte
  • D'altra parte questo "poveraccio" cosa doveva fare per provare la sua Chiron verificando che non fosse stato truffato dalla VW, e le prestazioni sono effettivamente quelle dichiarate??? Dopo che è stato chiuso al pubblico l'anello del Lausitzring, non esiste pista in Germania con un rettilineo che possa consentire simili velocità, non gli restava che l'autobahn ...... (-_-) ..
     Leggi le risposte
  • ha superato una 20ina di auto, tutte quante, ma proprio tutte, viaggiavano sulla corsia di destra! se questo video non è finito in tragedia è grazie anche a questo. qui in Italia la gente viaggia anche a 80 kmh sulla corsia di centro, e se gli suoni si chiedono pure il perché
     Leggi le risposte