Curiosità

Project 50
Dallara Masterpiece: la Huracán GT3 e la Renault R.S. 01

Project 50
Dallara Masterpiece: la Huracán GT3 e la Renault R.S. 01
Chiudi

Per chi se ne intende, è piuttosto facile distinguere un Cavallino da un Toro, una Ferrari da una Lamborghini. Le Dallara? Tutt'altra storia, fatta di pura sostanza. Senza alcun timore di suonare diminutivi, prima dell'arrivo della magnifica Stradale, a Varano de' Melegari hanno lavorato moltissimo, e benissimo, per far correre più veloci le auto degli altri. Quando si tratta di vincere, la progettazione e la gestione della dinamica costituiscono un fattore essenziale quanto il rapporto peso/potenza. Quasi 40 anni dopo l'inarrivabile Miura, dal 2015 Gian Paolo Dallara è tornato a Sant'Agata Bolognese per mettere la sua profonda conoscenza in materia al servizio delle Huracán GT3 e Super Trofeo Evo.

Secondo molti aficionado dei paddock, alla fine la corsa la vince la scuderia che ha il pilota più veloce e il direttore sportivo più furbo. Questo per dire come, già in fase di progetto, la GT3 abbia fatto la differenza per come abbia sfruttato ogni possibilità offerta dal rigido regolamento Gruppo 3. Le forme importanti avviluppano la scocca in materiali compositi e alluminio, concepita come una vera cellula di sopravvivenza proiettata dal motore V10 da 5.2 litri di derivazione Audi, capace di 570 cv. Fatto sta che la Huracán GT3 si rivela subito molto competitiva sfidando e mettendo in fila con una certa regolarità le rivali Audi, Bentley, BMW, Ferrari, Mercedes e Porsche. Tre anni dopo arriva il pacchetto di aggiornamento destinato ai clienti privati Lamborghini, con cui Dallara incrementa il carico aerodinamico per diminuire sensibilmente il beccheggio. Tra le novità del kit ci sono un nuovo splitter, i deviatori di flusso e il cofano in carbonio anziché vetroresina, con raffreddamento del propulsore migliorato. I risultati si vedono subito: nel Campionato GT Open 2019, le GT3 Evo si piazzano prime e seconde in classifica finale, davanti alle varie McLaren F3 e AMG.

La Super Trofeo è la Huracán destinata al monomarca Lamborghini. Dallara ci mette tutto il suo savoir-faire già nella prima LP620-2, anch'essa datata 2015. Gli aggiornamenti in fatto di prestazioni e sicurezza arrivano due anni dopo e durante la stagione 2018. Anche in questo caso, il pacchetto destinato ai clienti sportivi prevede un'ampia tessitura di carbonio e l'aerodinamica che si distingue per la presa d'aria esagonale sul tettuccio e la pinna sul cofano posteriore, sullo stile dei prototipi Endurance della classe LMP1.

Se parliamo di capolavori a ruote coperte, però, la Renault R.S. 01 è la "Monna Lisa" disegnata da Dallara Automobili per il trofeo monomarca organizzato dalla Casa francese, nell'ambito delle World Series by Renault. È particolarmente significativa perché, dopo le varie Gordini, R5 Alpine e Turbo, Mégane Trophy, Clio Cup e Rally, è la prima volta che Renault propone una vettura da corsa non derivata dalla produzione di serie. Tanto per cominciare, la sigla è la stessa della Formula 1 turbo che debutta a Silverstone nel 1977, la "teiera gialla" guidata da Jean-Pierre Jabouille. Assemblata alla Renault Sport di Dieppe, la R.S. 01 monta un 6 cilindri a V biturbo di 3.8 litri, derivato dal propulsore Nissan della GT-R Nismo e coadiuvato da un cambio ad attuatore elettromagnetico Sadev a 7 marce. Il monoscocca in materiali compositi è una struttura a gabbia che rispetta il regolamento LMP1 Gran Turismo e sfrutta il motore come elemento semiportante. L'aerodinamica è strepitosamente sottolineata dallo studio sui flussi d'aria, deviati esternamente da una frattura creata nella zona laterale dell'abitacolo. In questo modo, lo scorrimento scivola verso l'ala posteriore e raffredda al meglio l'impianto radiante. Un generoso estrattore posteriore assicura il resto del notevole carico aerodinamico, calcolato in 1.700 kg alla velocità di 300 km/h. Con il serbatoio da 150 litri, il peso a pieno carico si aggira sui 1.150 kg. La Renault R.S. 01  resta nella memoria dei suiveur del WSR nel 2015 e 16. La versione GT3,  depotenziata da regolamento a 500 cv contro gli originali 558, vince numerose corse nella propria classe dell'endurance VdeV (per cui la partecipazione della RS01 è un'autentica primizia) e nel Campionato GT Open.

COMMENTI([NUM]) NESSUN COMMENTO

ultimo commento
ultimo intervento

Project 50 - Dallara Masterpiece: la Huracán GT3 e la Renault R.S. 01

Siamo spiacenti ma questo utente non è più abilitato all'invio di commenti.
Per eventuali chiarimenti la preghiamo di contattarci all'indirizzo web@edidomus.it